Press "Enter" to skip to content
Mirko

Posts published by “Mirko”

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre! Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it

Milan – Torino 4-2 d.t.s.: le pagelle dei rossoneri (28/01/2020)

Donnarumma 6: Non può fare molto sui due gol di Bremer, ma guadagna la pagnotta facendo sentire la sua presenza a Belotti e Millico all’inizio dei supplementari. Conti 5: Perennemente in ritardo su ogni pallone, dalle sue parti il Torino ha vita facile. In netto calo fisico, deve ricorrere sistematicamente al fallo. Kjaer 6: Provvidenziali due salvataggi che avrebbero potuto dare una strada diversa alla gara. Riesce a dare sicurezza a tutto il reparto. Romagnoli 5,5: Ha colpe in entrambi i gol del Torino, soprattutto sul raddoppio salta fuori tempo consentendo un facile colpo di testa. Per il resto gara tenuta sotto controllo. Hernandez 5,5: Momento di rifiato per il francese. Non propositivo come sempre…

Milan – Sassuolo: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6: Attento sull’unica conclusione del Sassuolo, poi si fa notare solo per qualche uscita negli angoli avversari. Conti 6: Meno propositivo del solito in fase offensiva, dove avrebbe potuto dare un apporto importante. Per il resto partita ordinaria. Musacchio 5,5: Fa più fatica del solito a contenere le folate offensive, soprattutto nella prima parte della gara. Sarebbe il caso di cominciare a prendere in considerazione la carta Caldara. Romagnoli 6: Attento come al solito in fase difensiva e non disdegna qualche scorribanda nell’area del Sassuolo, soprattutto sui calci piazzati. Hernandez 6,5: Sempre il solito stantuffo sulla fascia, impegna Pegolo senza fortuna nella ripresa. Nel primo tempo trova l’ennesimo gol, annullato dal Var. Sarà grave…

Ibra e non solo: cosa bolle in pentola in vista di gennaio

Ancora un mese e mezzo in vista di gennaio, ma l’attenzione di molti addetti ai lavori (e non) è già rivolta al mercato invernale, con il Milan sotto i riflettori, costretto a recuperare dopo una prima parte di stagione a dir poco deludente. L’occasione per cambiare le carte in tavola ci sarà dopo Natale, bisogna solo vedere se c’è anche la volontà, da parte della proprietà, di fare in modo che l’AC Milan torni davvero a fare l’AC Milan. Difesa – Il Milan è alla ricerca di un centrale affidabile, con Caldara ancora oggetto misterioso e Duarte e Musacchio che non offrono ampie garanzie. Occhi in casa Juve, con Demiral primo obiettivo: l’offerta potrebbe arrivare…

Torino – Milan: le pagelle dei rossoneri

Torino – Milan 2-1, le pagelle dei rossoneri: Donnarumma 5: giornata storta per il nostro portierone. A fine primo tempo un’uscita sgangherata poteva costar caro, poi legge male il tiro del pareggio di Belotti. Dopo le prodezze del derby, serata da dimenticare. Calabria 6: gara sufficiente per il terzino, che non disdegna qualche sgroppata offensiva nel primo tempo, mentre fa buona guardia quando il Torino comincia ad attaccare. Musacchio 6: amministra bene sugli attaccanti granata ad eccezione del gol del pareggio, dove si fa uccellare da Belotti come un dilettante. Romagnoli 6: anche lui, al pari del compagno di reparto, gestisce bene le poche sortite offensive di Belotti e soprattutto Zaza. Fornisce anche un prezioso…

Chiuso il mercato estivo 2019: mercato soddisfacente, nonostante tutto

Chiuso (finalmente) il mercato estivo, ora possiamo tutti concentrarci sulle vicende puramente calcistiche. Tracciamo quindi un bilancio dell’operato di Maldini e Boban, che riteniamo soddisfacente, al netto di tutte le difficoltà che i nostri due ex campioni hanno dovuto affrontare. Difesa – Nonostante le difficoltà economiche il club è riuscito a trattenere Gigio Donnarumma, con ogni probabilità il vero (e forse l’unico) top player di questa squadra. Hanno salutato Zapata, Strinic e Laxalt, mentre gli acquisti sono stati il terzino sinistro Theo Hernandez e il centrale brasiliano Duarte. Ottimo il lavoro svolto dalla dirigenza per quanto riguarda il reparto arretrato. Centrocampo – Montolivo, Josè Mauri e Bertolacci, scomparsi dai radar tempo addietro, hanno chiuso il…

Spal – Milan: le pagelle dei rossoneri

Spal – Milan 2-3, le pagelle dei rossoneri: Donnarumma 6: pochi grattacapi nello spezzone che gioca, poi esce causa guai muscolari (dal 20’ Reina 6,5: non può molto sui gol dei ferraresi, ma si fa vedere su una conclusione velenosa di Lazzari). Abate 5,5: non bene nell’ultima gara in rossonero. Causa la punizione da cui nasce il primo gol della Spal, non esente da colpe neanche sul secondo (dal 63’ Cutrone 6: solita partita di sostanza e carattere per il ragazzo, che però non crea molto in zona offensiva). Musacchio 5,5: qualche sbavatura di troppo che consente ai biancazzurri di rendersi pericolosi in area rossonera. Soffre anche il confronto con Petagna.Romagnoli 6: sufficienza per il…

Top e flop del mese di Aprile 2019

↑ Reina: uno dei pochi a salvarsi in questo periodo tragico. Mette in campo esperienza e personalità in gare non semplici, soprattutto nella semifinale con la Lazio salva il salvabile e risulta il migliore in una serata da dimenticare. ↑ Bakayoko: in leggero calo anche lui rispetto alle belle prove dei mesi precedenti, ma nel marasma generale sembra di un altro livello, sia fisico che tecnico. Nella brutta trasferta di Torino è anche l’unico che crea qualche grattacapo a Sirigu. ↑Leonardo: in mezzo alla negatività generale, il ds rossonero ha almeno il merito di farsi sentire con parole forti e di denuncia dopo i fatti di Milan Lazio. Parole naturalmente buttate al vento, ma almeno…

Il moralismo da divano del calcio italiano

Parole forti quelle di Leonardo alla Gazzetta dello Sport, in merito a quanto successo nella doppia sfida con la Lazio. Parole che arrivano senza dubbio al momento giusto, dopo una bordata di polemiche sul gesto di Bakayoko e Kessie, ma soprattutto dopo una surreale indifferenza di fronte al grave comportamento dei tifosi laziali. Mancanza di personalità – In primo luogo il ds ha sottolineato come la Lazio abbia meritato la qualificazione alla finale di Coppa Italia. Pur tuttavia, a rigor di regolamento, la gara di mercoledi sera doveva almeno essere sospesa dopo gli ululati razzisti dei laziali, ma invece, a quanto pare, Mazzoleni è stato l’unico a non sentire (!) gli odiosi e insistenti cori…

Anche il Milan membro dell’ECA: un’importanza strategica

Se sul campo i ragazzi di Gattuso stanno affrontando una durissima battaglia per raggiungere quel fatidico quarto posto in ottica Champions League, dietro le scrivanie il club rossonero non sta certo a guardare, anzi. È di pochi giorni fa infatti la notizia che il Milan (e il Napoli) farà parte dell’ECA, l’Associazione Europea per club di calcio.  L’importanza dell’ECA – Una scelta, quella del club di Elliott, per nulla marginale, ma che riveste una grande importanza strategica. L’ECA (European Club Association) è infatti l’istituzione europea più importante per ciò che riguarda la tutela e la promozione del calcio europeo a livello di club. Attualmente ne fanno parte 232 società, di cui quelle italiane sono Milan,…

Mission News Theme by Compete Themes.