Press "Enter" to skip to content
Egidio

Posts published by “Egidio”

Sono nato all'epoca delle Olimpiadi di Roma, nella vita non faccio lo scrittore, né il giornalista, ma tutt’altra cosa che adesso non è utile descrivere né spiegare. Mi piace scrivere. Nel corso della mia vita, sin dall’epoca del liceo, credo di aver sviluppato una discreta capacità nel raccontare ed esprimere idee, concetti, ma soprattutto sentimenti e sensazioni. Tuttora, nella vita di tutti i giorni scrivo molto per lavoro. Sono innamorato del Milan dall’età di 8 anni e questo per merito di mio padre buon’anima, ahimè, volato in cielo pochi mesi prima della Stella del 10°. Mi firmerò con lo pseudonimo di Egidio. Come molti altri di voi, ho giocato a pallone (badate bene, “a pallone”, e non “a calcio”) a livello dilettantistico-amatoriale. Giocavo centravanti (adesso sarei “una prima punta”), la maglia rigorosamente era la numero 9 ed Egidio era il soprannome che i miei amici mi affibbiarono all’epoca dei fatti, ma vi assicuro che ho segnato più reti di quante ne abbia sbagliate lo Sciagurato. Ringrazio sin d’ora chi mi leggerà, chi mi apprezzerà, chi no, ma soprattutto chi, con educazione, mi contesterà : il peggior disprezzo è l’indifferenza. Ricordate che il Milan si discute, ma si ama. Ed io lo amo.

Derby di Coppa Italia all’Inter. Le pagelle rossonere

TATARUSANU Voto 7,0: la nota più bella della serata. Nel primo tempo poco o nulla (bene su Lukaku al minuto 24 e poi al minuto 26 su Perisic). Nella ripresa, è ancora pronto su Kolarov (minuto 48) e un minuto dopo (su Sanchez). Non si arrende nemmeno nel finale (minuto 82 su Hakimi e minuto 89 su Lautaro). Per batterlo ci vogliono due palle inattive sulle quali nulla può. Come “secondo” penso sia meglio di tanti “primi”. DALOT Voto 6,0: vale quanto detto in precedenti occasioni, non è un fenomeno e nemmeno un bidone. Fa il suo, che non è altro ciò che l’allenatore gli chiede. Stasera rimane molto basso…

La folla, il tifo, gli spalti deserti, il calcio all’epoca della pandemia

L’argomento della rubrica “Uno sciagurato punto di vista”, è stavolta quello di approfondire meglio questo singolare tipo di calcio che stiamo vivendo (più che altro subendo…) ormai da molti mesi senza pubblico sugli spalti nonché i suoi effetti sul nostro modo di osservare le partite. Partiamo intanto col dire che per “pubblico” intendiamo una particolare qualificazione del sostantivo “folla”. Ma cos’è la folla? In psicologia sociale si parla di folla per definire un grande numero di individui che si trova in uno stesso posto. Tutti questi individui sono in quel posto perché accomunati da un interesse comune. La folla è il contesto ideale all’interno del quale l’individuo perde la sua razionalità. Ma…

Milan-Atalanta 0-3, le pagelle di Kjaer e compagni

DONNARUMMA Voto 6+: portiere alla moda gestisce palla e lanci tra i due centrali come fanno i colleghi quelli “bravi”. Mette la manona sul pericoloso cross di Hateboer al minuto 16, poi però i palloni calciati da Romero ed Ilicic gli passano purtroppo sotto la pancia. Non riesce nell’impresa di dare speranza ai compagni. CALABRIA Voto 5,0: stasera non è lui. Troppo impreciso e confuso rispetto al Calabria al quale ormai siamo abituati. La sua timidezza influisce anche sul sodale di fascia che da solo non la struscia mai. KALULU Voto 5,5: non teme le piroette di Ilicic (sul quale chiude bene al minuto 18) e si scambia con Hernandez…

Vittoria anche a Cagliari. Ibra Super! Le pagelle rossonere

DONNARUMMA Voto 7,0: si sporca maglietta e guanti solo al minuto 55 quando esce in presa bassa. Il voto lo guadagna parando su Simeone (minuto 62) e su Cerri (minuto 81) spezzando sul nascere le velleità di rimonta del Cagliari. Gestisce bene la palla con i piedi aprendo alternativamente su Calabria o Dalot. CALABRIA Voto 7,0: in totale sbaglia due passaggi in tutta la partita, però rimediando sempre. Va al tiro al minuto 25 (Cragno mette in angolo) e colpisce l’ennesimo palo al minuto 36. Serve per il raddoppio al minuto 52. Arpiona il pallone sulla linea laterale girando su sé stesso in un metro quadro ricordando in queste movenze…

Coppa Italia, Toro battuto ai rigori, le pagelle del Milan

TATARUSANU Voto 6,5: tocca la prima palla al minuto 11 e non sappiamo ancora se sarà un bene o un male. Visto lo sviluppo della partita, a posteriori possiamo dire che è stato un segnale premonitore. Lui para al minuto 25 (su Zaza), al minuto 37 (su Gojak) e al minuto 92 su Belotti. Mette la firma sulla vittoria parando il rigore di Rincon. KALULU Voto 7,0: va al cross al minuto 9 e al minuto 19 va in pressing sul portiere avversario e quasi ne approfitta. Si propone molto e con buona lena in fase offensiva per poi riposizionarsi tranquillamente al centro della difesa ma sempre senza perdere in…

Milan-Juventus 1-3, le pagelle di Theo e compagni

DONNARUMMA Voto 6,5: in generale buona prestazione sebbene senza parate sensazionali. Incolpevole sui gol dove sono altri che sbagliano. Salvato dal palo sul tiro di Chiesa al minuto 15, para sempre su Chiesa al minuto 23, su Ramsey al minuto e su McKennie al minuto 70. DALOT Voto 6,0: parte soffrendo Frabotta al quale alla fine riesce a prendere le misure e, pur non eccellendo, si fa valere salendo di fiducia e rendimento. Ha tempo per impegnare l’innominabile portiere ospite al minuto 47. Buona alternativa perchè può giocare su tutti e due i lati indifferentemente. KJAER Voto 6,5: che gli vogliamo dire? Niente. Anche stasera un esempio di abnegazione ed…

Benevento-Milan 0-2, le pagelle dei rossoneri

DONNARUMMA Voto 7,5: è attento in uscita bassa minuto 8, poi viene salvato dal palo sul tiro di Insigne al minuto 20. Para su Caprari (minuto 35), su Letizia (minuto 36), ancora su Insigne (minuto 44) e su Lapadula al minuto 68 è fenomenale. Nel frattempo ipnotizza Caprari sul rigore del minuto 60. Lo ipnotizza non a caso, perché essendo molto alto i tiratori avversari non calciano a mezza altezza ma tentano la battuta angolata rasoterra aumentando la percentuale di errore. Bravo ad autorevole sulle palle alte. CALABRIA Voto 6,5 dalla sua parte trova inizialmente Tonali e perciò non spinge come vorrebbe. Soffre la vivacità di Caprari e al minuto…

Il ruolo dell’allenatore e la sua leadership. Da Sacchi ai giorni nostri

Buongiorno e buon anno. Parte oggi uno spazio-rubrica denominato “Uno sciagurato punto di vista”, implicitamente dedicato al grande Egidio e al soprannome a lui affibbiato dalla stampa dell’epoca. “Uno sciagurato punto di vista” si prefigge di essere un punto di osservazione privilegiato su argomenti che comunque hanno a che fare con il Milan ma non soltanto, ma con il calcio in generale. Oggetto di questa prima puntata è un libro che ho ricevuto in regalo (ovviamente dopo opportuno “indirizzamento”) in occasione delle scorse festività natalizie. Un libro che mi permetto di suggerire ai milanisti di ogni età, perché per l’argomento trattato e per l’autore, rappresenta, a mio giudizio, un momento…

Sassuolo sconfitto, le pagelle del Milan

DONNARUMMA Voto 6,5: si guadagna l’emolumento di giornata parando al minuto 75 su Bourabia. In precedenza, para, facile, su Berardi (minuto 22), su Ferrari (minuto 46), su Traorè (minuto 52). Finisce la partita senza voce ed inseguendo Hauge negli spogliatoi. CALABRIA Voto 6,0: come a volte gli capita, sta più sulle sue stavolta a rintuzzare Rogerio o Djuricic, lasciando a Diaz e Saelemaekers il compito di offendere dal suo lato. Sgomma come una 4×4. KALULU Voto 7,0: se non si fosse fatto male Gabbia nemmeno sapremmo che esiste. Partita di personalità, precisione, lucidità negli interventi. È il Re dell’area di rigore. Al posto giusto al momento giusto sbroglia matasse probabilmente…

Clamoroso pareggio del Parma a San Siro. Le pagelle del Milan

DONNARUMMA S.V.: assiste inoperoso ma interessato all’assalto dei suoi compagni al pullman emiliano. Non può nulla sul tiro di Hernani né sulla capocciata da distanza ravvicinata di Kurtic. Si prende il lusso di marcare Karamoh in piena area al minuto 46. CALABRIA Voto 7,0: quelli bravi e pericolosi, di cui Gervinho fa parte, stanno sempre dal suo lato. Ma lui alla fine lo riduce ad un avatar così come per Karamoh quando questi si avventura a sinistra cambiando campo. Spinge con continuità, dimostrando che il brutto periodo è passato. GABBIA S.V.: stavolta tocca a lui uscire anzitempo perché al primo contrasto, purtroppo, si fa male. ROMAGNOLI Voto 6,0: orfano del…

Samp battuta, le pagelle del Milan

DONNARUMMA Voto 7,0: al minuto 7 salta come una molla sul colpo di testa di Tonelli per deviare in angolo, poi partecipa spesso come difensore aggiunto distribuendo palloni ai compagni. Cerca, senza riuscirvi, di acchiappare la palla da flipper impazzita che termina alle sue spalle in occasione della rete doriana. CALABRIA Voto 6,5: parte larghissimo per cercare di aprire la munita difesa di casa, ma l’efficacia della sua azione arriva solo nella ripresa nella quale cresce a vista d’occhio arrivando a servire dopo scatto imperioso (minuto 80) per il gol. Attento sull’arrembante Augello. Prestazione di sostanza. GABBIA Voto 6,5: attento e preciso nella marcatura di Quagliarella che difatti c’è, ma…

Milan – Celtic: le pagelle dei rossoneri

Milan – Celtic Glasgow 4-2, (3 dicembre 2020). Le pagelle dei rossoneri: Donnarumma 7,5: altra prestazione sontuosa. Incolpevole sui due gol, inizia al minuto 12 quando ferma il destro di McGregor per poi parare al minuto 41 su Christie. Para ancora sulla punizione di quel povero Cristo di Christie al minuto 72 e su Frinpong al minuto 90 e oltre. Un paio di uscite di piede libero vecchia maniera. Bene nell’aprire il gioco con i piedi. Dalot 6-: non impeccabile sul gol di Edouard perché rispetta alla lettera i precetti del distanziamento sociale non salendo con i compagni (per il timore di contagio?). Per il resto serata senza infamia e…

Lille-Milan 1-1, le pagelle dei nostri

DONNARUMMA Voto 6,5: per una mezz’ora abbondante gioca solo con i piedi, poi Araujo lo stuzzica (minuto 36) e lui è pronto. Araujo ci riprova (minuto 42) e lui risponde “presente”. Incolpevole sul gol, frutto di una serie di circostanze a lui ignote. DALOT Voto 6,0: mette il naso fuori dalla propria metà campo per la prima volta al minuto 41. Sostanzialmente guardingo osserva con attenzione cosa accada dalle sue parti. Azzarda qualche sortita in più nel finale. KJAER Voto 6,5: regista arretrato, gestisce la palla e lancia. Copre sull’esterno quando serve senza disdegnare la giocata in fallo laterale. Centrale di lotta e di governo. GABBIA Voto 6,0: altra prestazione…

Napoli-Milan 1-3, le pagelle dei rossoneri: Theo martello pneumatico

DONNARUMMA Voto 7+: para (e come, se para!) su Mertens al minuto 26 e subito dopo, sull’angolo e relativo conseguente mischione smanaccia sulla rovesciata di Lozano. Mani di ferro sul sinistro di Petagna, minuto 93. Attento in presa alta. CALABRIA Voto 6,0: meno arrembante di altre volte, per via della necessità di coprire le sovrapposizioni dal suo lato. Va al tiro al minuto 33. Tiene bene nella linea a 4, scappando all’indietro al momento opportuno, come al minuto 56 quando chiude di testa in angolo. Partita senza sbavature. KJAER Voto 7,0: pare dover uscire al minuto 5 invece resta in campo per poi sparare alto al minuto 10 da metri…

Milan-Verona 2-2, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6: para bene su Kalinic al minuto 4. Non è fortunato sulla traversa di Ceccherini perché la palla gli rimbalza sulle gambe e si apparecchia da sola per il tap-in di Barak. Viene tradito dalla deviazione di Calabria. Di lì in avanti spettatore non pagante. Calabria 6+: soffre contro Zaccagni come soffrì contro Perisic ed era da tempo che non accadeva. Sfortunato nell’occasione dell’autorete, parte lancia in resta all’assalto del fortino gialloblù sfornando cross a ripetizione. Serve per il pari di Ibrahimovic e sfiora il gol in demi-volée al minuto 95. Kjaer 6: colpisce di testa al minuto 34 su punizione e al minuto 45 su angolo. L’insipienza di…

Mission News Theme by Compete Themes.