Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Calhanoglu”

Milan-Fiorentina 1-3, le pagelle di Calhanoglu e compagni

DONNARUMMA Voto 8: valutazione volutamente alta, perché Gigio nella serata negativa ha dimostrato ancora una volta di essere tre spanne sopra a tutti. Para su Chiesa al minuto 10, poi è miracoloso su Ribery un minuto dopo. Para ancora su Pulgar al minuto 57. È l’ultimo ad arrendersi parando il rigore di Chiesa. CALABRIA Voto 5-: la fluidità negli inserimenti e gli scambi di posizione con Suso e Kessie visti in alcune partite dello scorso anno sono un lontano ricordo. Commette errori tecnici banali che cerca di compensare con la grinta e la determinazione. Appare tra i più confusi. Ripeto, torni a giocare con la Primavera. MUSACCHIO Voto 4: da incapace di intendere di volere…

Quei maledetti bravi ragazzi

In un vecchio articolo dedicato a Giovanni Lodetti sottolineavamo l’importanza, nel calcio, del fattore umano –> il fattore emotivo, psicologico, è di primaria importanza nello sport come nella vita. Difatti le caratteristiche individuali di una persona determinano in molti casi il destino della stessa o quantomeno incidono in maniera notevole sullo sviluppo della vita dell’individuo. Questo è innegabile, non ci sono discussioni. Ricordo le parole di Gennaro Gattuso a fine novembre 2018. L’ormai ex allenatore rossonero aveva detto, per la precisione, che nel gruppo rossonero “Ci sono bravi ragazzi, anzi forse troppo bravi.” Un mese prima sulla stessa lunghezza d’onda lo aveva anticipato Lucas Biglia: «Il nostro gruppo è composto da bravi ragazzi, forse troppo…

Piedi buoni ma buoni a cosa..?

Numeri, ancora numeri, maledetti numeri. L’attacco del Milan è il settimo miglior attacco del campionato italiano (a pari merito con Fiorentina, Lazio e Sassuolo). I fatti dicono che con Gonzalo Higuain il Milan segnava poco. I motivi, essenzialmente due: 1- il pessimo stato di forma dell’attaccante argentino e il suo scarso dinamismo; 2- la scarsa capacità di assisterlo da parte dei giocatori che più dovevano essere adibiti a questo. Con Piatek sembrava dovesse essere un’altra storia. Sembrava. Inizialmente tutto bene soprattutto a causa del formidabile impatto avuto dal bomber polacco al suo arrivo a Milano, ma appena l’ex Genoa ha cominciato a non essere più splendidamente autosufficiente, sono riemersi gli atavici problemi della squadra, in…

Febbraio, eppure già si pensa al calciomercato

Il campionato non è ancora finito, anzi, mancano una quindicina di giornate al termine, che non sono poche. Non sappiamo ancora se e quale competizione europea giocheremo la prossima stagione. Non conosciamo il nuovo verdetto che il TAS emetterà all’ennesimo ricorso fatto dalla società rossonera per cercare di rientrare nei limiti del fair play finanziario, ma in maniera graduale. Siamo a febbraio, eppure ci piace già pensare al mercato estivo, al Milan che sarà, alla squadra che vedremo in campo il prossimo anno. ALLENATORE Innanzitutto ci chiediamo chi siederà sulla panchina del Diavolo. In caso di qualificazione alla prossima Champions League, la conferma di Gattuso pare essere scontata. Nel caso non arrivasse il terzo o…

Milan-Torino 0-0, Gigio monumentale, molto bene Zapata

DONNARUMMA Primo tempo 8: para su Djiji in due tempi al minuto 1, poi è semplicemente spettacolare sul colpo di testa di Jago Falque. Para anche su Belotti al minuto 41. Signori, è tornato, ammesso sia mai andato via. Secondo tempo 6: ordinaria amministrazione. Più sicuro anche con i piedi. CALABRIA Primo tempo voto 5,5: parte lento su Ansaldi. Benedetto Dio, che impari anche a difendere una buona volta. Risale piano piano. Secondo tempo voto 6+: complice l’inevitabile sgonfiamento del Torino, inizia a fare quello che gli piace, cioè attaccare, correre e cercare il fondo del campo. ABATE Primo tempo voto 6-: anche lui parte al rallentatore. Becca un giallo perché si fa fregare e girare…

Lazio-Milan 1-1, le pagelle di Calhanoglu e compagni

DONNARUMMA Primo tempo 6,5: non tradisce il principio di giocare la palla con i piedi. Para al minuto 41 in mischia furibonda su Immobile. Secondo tempo 7,5: para al minuto 46 su Luis Alberto e al minuto 70 fa il capolavoro sulla capocciata di Wallace. Incolpevole sul rasoterra di Correa. ABATE Primo tempo voto 6: voto di stima. In difficoltà nell’uscita con la palla spazza lungo appena può. Mette a frutto l’anzianità nelle chiusure centrali. Secondo tempo voto 6: stavolta pieno. Aiuta molto anche su Immobile. ZAPATA Primo tempo voto 6: è un 6 abbondante. Immobile scappa da tutte le parti ma lui non arretra. Secondo tempo voto 6: come nel primo tempo, bene. Buona anche…

Fiorentina travolta da Calha e Cutro, le pagelle del Milan

DONNARUMMA Voto 6: dopo un tempo trascorso da spettatore aggiunto quale novello Nanni Moretti (mi si nota di più se resto o se me ne vado?) al minuto 52 para su Simeone. Gioca più con i piedi che con le mani. Gli abbracci finali dei compagni assomigliano al passo d’addio. Vedremo. CALABRIA Voto 6+: orfano di Suso corre su e giù quasi a far vedere di non essere spagnolo-dipendente. La presenza di un compagno di linea quale Cutrone non lo favorisce, ma lui non demorde. Lo abbiamo visto crossare meglio in passato. BONUCCI Voto 6: il voto è di quelli targati bontà di fine campionato. L’errore in uscita che causa la rete ospite sarebbe potuta…

Locatelli in crescita, ottimo Calhanoglu. Le pagelle dei nostri

Milan-Verona 4-1, le pagelle dei rossoneri: DONNARUMMA S.V.: dall’inizio sino al minuto 18, quando tocca la palla di piede, è molto attivo sui social network. Di lì sino al minuto 46, quando ritocca la palla di piede, partecipa al torneo di briscola dei raccattapalle. Al minuto 69 si stiracchia sulla traversa di Romulo e nel finale il tiro dello sconosciuto coreano lo coglie mentre sta smontando sdraio e ombrellone. ABATE Voto 7: parte in sordina lasciando al solo Kessie il compito di supportare Suso in attacco. La sua prima discesa è del minuto 23. Si limita all’essenziale, crescendo alla distanza in fiducia e raggio d’azione. Chiude con un esterno destro da manuale l’azione che porta…

Roma-Milan: le formazioni più probabili

Tre vittorie consecutive per la Roma padrona di casa, due per il Milan, che ha vinto 4 degli ultimi cinque impegni di serie A. Stasera la sfida è fra due delle squadre più in forma del campionato, separate da 9 punti, entrambe in piena corsa per l’Europa. Sì, ma quale Europa? Per la Roma non ci sono dubbi: è la Champions League, per il Milan.. lo si capirà meglio stasera. Sulla carta i giallorossi sono più forti e lo dimostrano i numeri di attacco e difesa. Eppure mai come stavolta il match risulta incerto, perchè i rossoneri sono finalmente riusciti a far risaltare tutta, o quasi, la qualità dei suoi giocatori. Per lo meno quella…

Mission News Theme by Compete Themes.