Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Suso”

Milan-Samp 0-0, le pagelle di chi ancora cerca la via del gol

DONNARUMMA Voto 7,5: primo tempo, come spesso gli accade, da spettatore non pagante. Nella ripresa è eccezionale su Gabbiadini, prima al minuto 49 poi al minuto 55. CALABRIA Voto 5,0: praticamente ala destra, gioca come piace a lui, cioè all’attacco. Alimenta l’azione sulla fascia e pare in possesso di buona corsa. Erroraccio in fase di palleggio al minuto 58 che mette Gabbiadini in condizione di battere a rete. Riesce ad arrivare spesso sul fondo ma spreca sempre la rifinitura. MUSACCHIO Voto 6,0: quel vecchio satanasso del Quagliarella, uno che gioca d’astuzia e di gomiti, gli crea, a tratti, qualche grattacapo. ROMAGNOLI Voto 6+: Gabbiadini si rende pericoloso il più delle…

Juve-Milan 1-0, le pagelle di chi ha fatto quasi tutto il possibile per non perdere, senza riuscirci

DONNARUMMA Voto 6,0: causa una ottima impostazione difensiva sembra trascorrere una serata insolitamente tranquilla. Para facilmente la telefonata di Ronaldo al minuto 42, poi tutto cambia con l’ingresso di Dybala sul quale para al minuto 67, e al minuto 93. Nel mezzo la rete sulla quale non può nulla. CONTI Voto 6+: spinge con meno continuità e perciò può giocare meglio difensivamente. Doma il cugino di Ronaldo che si affaccia dalle sue parti ma quando affonda sbucando dalle retrovie è un problema per la difesa bianconera, come quando serve per il colpo di testa di Paquetà al minuto 24. DUARTE Voto 6: molto concentrato, cerca di sbagliare il meno possibile…

Abilità al tiro: Kessie ne azzecca 1 su 10 e il più preciso dei rossoneri non è Suso

Che il Milan non brilli per numero di tiri nel corso delle sue partite è ormai cosa risaputa, con Giampaolo la situazione era particolarmente evidente, ma non è che con l’arrivo di Pioli sia cambiato poi tanto. Ciò che stupisce, tuttavia, è anche la scarsa qualità dei tiri. Per farci capire, decidiamo di chiamare precisione relativa la capacità di inquadrare lo specchio della porta rispetto ai tiri totali effettuati da ogni singolo giocatore. Ebbene, il più preciso dei nostri risulta essere Theo Hernandez con 4 tiri su 8 nello specchio della porta (50% di precisione relativa). Insieme a lui ci sarebbero anche Biglia e Bonaventura sempre col 50%, ma con…

L’autocritica di Suso e le bordate di Paquetà (a Giampaolo)

Il post Milan-Spal è apparentemente sereno in casa Milan. Se non sono sorrisi, sono sospiri di sollievo per il ritorno ai 3 punti dopo due partite. C’è chi è tornato ad allenarsi in silenzio, chi ha voluto esternare alcune considerazioni e chi invece aveva un ardente desiderio di dire qualcosa di non proprio amichevole.. Umiltà e autocritica Su Instagram così si è espresso Suso: “Un gol non cambia la storia. Non cancella un momento negativo. Nè i fischi, meritati. O le critiche, giuste. Un gol ci fa respirare, e ci fa capire che la strada è quella giusta, ma è lunga. Gioco nel Milan e tifo Milan. Non importa chi…

Vittoria di misura sulla Spal. Le pagelle di Castillejo e compagni

Donnarumma S.V. Buon allenamento sulle prese alte. Duarte 6 Se la cava bene sia da terzino che da centrale. Minuti importanti per acquisire esperienza e consapevolezza di poter essere un giocatore da serie A. Credo abbia buoni margini di crescita e fa trasparire anche una certa personalità. Musacchio 6 Ordinaria amministrazione e nessuna Musacchiata per l’esperto difensore rossonero, prima di avvertire un problema all’adduttore. Romagnoli 6 Non impeccabile ma quasi sempre sul pezzo. Mette gamba e fisico quando serve, solo che talvolta arriva leggermente in ritardo. Theo Hernandez 6 Senza infamia e senza lode nel primo tempo, quando la Spal è riuscita a contenerlo molto bene. Poi i biancoblu calano…

Milan, idee e prospettive opache

Un Milan poco brillante quello visto la sera del derby in quel di San Siro. Atmosfera da urlo e un pubblico per le grandi occasioni, peccato che entrambi i tempi ci hanno visto succubi del gioco dell’Inter. Ottimo filtro del loro centrocampo con un’ottima aggressività da parte di Barella e di Sensi, mentre c’era una distanza esagerata tra gli interpreti rossoneri, con Biglia solito cercare sempre le vie orizzontali senza mai verticalizzare, facendo allargare Kessie e Hakan senza dare compattezza nel mezzo. La partita è stata persa li. Poi gli episodi, che in questi anni ci hanno visto sempre sfavoriti, si sono ripresentati anche in questa occasione, con un primo…

Indietro tutta: analisi dell’involuzione di un (non) fenomeno

Da tempo attraverso le pagine di Tempi Rossoneri ho rivolto la mia attenzione sulle prestazioni di Suso. Per chi vuole basta andarsi a rileggere (di seguito) le pagelle di fine stagione degli ultimi tre campionati da cui emergono, a mio avviso, dei punti di criticità che definiscono i contorni di un vero e proprio equivoco tecnico-tattico nel quale il Milan è caduto e che rischia anche quest’anno di essere un vulnus alla crescita dell’intera squadra. 2016-2017: Protagonista di un avvio di stagione fenomenale, corre, ricama, segna e fa segnare crossando. Fa sempre la stessa finta ma la fa tanto bene che non lo fermano. Incubo peggiore dei difensori di fascia…

Patatrac rossonero all’esordio, l’Udinese vince alla Dacia Arena

Udinese – Milan 1-0 (gol di Becao al 27′ del secondo tempo) LE PAGELLE ROSSONERE: DONNARUMMA Voto 7: incolpevole sul gol. Trascorre una prima frazione quasi da spettatore a meno di qualche sporadica sofferenza su palloni alti e da fermo. Nella ripresa invece ha molto da fare: para su Mandragora (minuto 48), Fofana (minuto 50), Jajalo (minuti 58 e 62), per poi essere strepitoso su Lasagna al minuto 74. CALABRIA Voto 4: le partite si possono vincere o perdere, si sa, così come le prestazioni individuali possono essere più o meno positive. Tra il giocare male ed essere irritanti però la differenza è tanta. Ebbene oggi il “nostro” ha colmato…

Quei maledetti bravi ragazzi

In un vecchio articolo dedicato a Giovanni Lodetti sottolineavamo l’importanza, nel calcio, del fattore umano –> il fattore emotivo, psicologico, è di primaria importanza nello sport come nella vita. Difatti le caratteristiche individuali di una persona determinano in molti casi il destino della stessa o quantomeno incidono in maniera notevole sullo sviluppo della vita dell’individuo. Questo è innegabile, non ci sono discussioni. Ricordo le parole di Gennaro Gattuso a fine novembre 2018. L’ormai ex allenatore rossonero aveva detto, per la precisione, che nel gruppo rossonero “Ci sono bravi ragazzi, anzi forse troppo bravi.” Un mese prima sulla stessa lunghezza d’onda lo aveva anticipato Lucas Biglia: «Il nostro gruppo è composto…

Piedi buoni ma buoni a cosa..?

Numeri, ancora numeri, maledetti numeri. L’attacco del Milan è il settimo miglior attacco del campionato italiano (a pari merito con Fiorentina, Lazio e Sassuolo). I fatti dicono che con Gonzalo Higuain il Milan segnava poco. I motivi, essenzialmente due: 1- il pessimo stato di forma dell’attaccante argentino e il suo scarso dinamismo; 2- la scarsa capacità di assisterlo da parte dei giocatori che più dovevano essere adibiti a questo. Con Piatek sembrava dovesse essere un’altra storia. Sembrava. Inizialmente tutto bene soprattutto a causa del formidabile impatto avuto dal bomber polacco al suo arrivo a Milano, ma appena l’ex Genoa ha cominciato a non essere più splendidamente autosufficiente, sono riemersi gli…

Lazio-Milan 0-0. Suso, non ci siamo. Le pagelle degli uomini di Gattuso

DONNARUMMA Voto 6,0: mai impegnato nel corso del primo tempo, sino alla presa a terra su Leiva al minuto 39.Vede i tentativi della Lazio passargli accanto o sopra. Pronto nella ripresa al minuto 65 e poi al 66 prima su Milinkovic Savic e poi su Correa. Ennesima partita imbattuto, ma stasera lui c’entra poco o nulla. CALABRIA Voto 6,5: corre parecchio all’indietro e specie nel primo tempo è meno arrembante del solito complice la latitanza di Suso che non tiene palla e non gli dà il tempo di salire. Più intraprendente nella ripresa. Migliorato tantissimo nella fase difensiva, chiude implacabile. MUSACCHIO Voto 6, 0: cerca di non farsi mai attrarre…

Febbraio, eppure già si pensa al calciomercato

Il campionato non è ancora finito, anzi, mancano una quindicina di giornate al termine, che non sono poche. Non sappiamo ancora se e quale competizione europea giocheremo la prossima stagione. Non conosciamo il nuovo verdetto che il TAS emetterà all’ennesimo ricorso fatto dalla società rossonera per cercare di rientrare nei limiti del fair play finanziario, ma in maniera graduale. Siamo a febbraio, eppure ci piace già pensare al mercato estivo, al Milan che sarà, alla squadra che vedremo in campo il prossimo anno. ALLENATORE Innanzitutto ci chiediamo chi siederà sulla panchina del Diavolo. In caso di qualificazione alla prossima Champions League, la conferma di Gattuso pare essere scontata. Nel caso…

Milan-Sampdoria 3-2, le pagelle di Suso e compagni

DONNARUMMA Primo tempo 5,5: senza colpe sul gol del Quaglia, sul tiro di Saponara sembra invece non essere capace di allungarsi del tutto, eppure è alto. Secondo tempo S.V.: il doppio reticolato rossonero inibisce le iniziative doriane e lui risulta spettatore non pagante. CALABRIA Primo tempo voto 5+: ragazzo mio, devi imparare a difendere. Concede il destro a Saponara anziché cercare di accompagnarlo verso il fondo, poi sul lancio dello stesso Saponara (una palla facile da leggere) si tira indietro con ritardo (e non è la prima volta…) lasciando a Quagliarella la battuta facile facile. Secondo tempo voto 6: va un po’ meglio nella ripersa favorito dall’atteggiamento della squadra. Esce…

Milan – Olympiacos: le pagelle di Reina e compagni

Reina 6: Incolpevole sul gol greco, per il resto non ha molto da fare ma se la cava sempre con tranquillità. Calabria 6: In fase difensiva commette qualche errore di troppo che cerca di compensare proponendosi spesso in fase offensiva. Zapata 5: Si vede che non gioca da parecchio tempo e alla prima stagionale da titolare perde la marcatura in occasione del gol e cicca in area avversaria una bella palla servitagli da Calhanoglu. Romagnoli 5,5: Non sta vivendo un bel periodo,e anche contro i greci si vede la sua difficoltà nel tenere a bada gli avversari, anche se non commette errori grossolani. Rodriguez 6,5: Buona la partita dello svizzero,…

Sassuolo – Milan 1-4. Le pagelle dei rossoneri

DONNARUMMA Primo tempo voto 7: al minuto 30 para, come va di moda adesso, da portiere di calcio a 5, su Di Francesco lanciato a rete. Secondo tempo voto 6: osserva molto, effettua qualche uscita di pugno. Osserva anche il fendente di Djuricic all’angolino al minuto 68. Tutto sommato, ha vissuto serate peggiori. ABATE Primo tempo voto 7,5: Di Francesco è un brutto cliente e nelle fasi inziali lo fa soffrire. Poi, gli prende le misure e al minuto 33 fa quello che non ha fatto Calabria contro Gomez: una diagonale perfetta, monumentale, che evita la battuta a rete dell’attaccante a colpo sicuro. Secondo tempo voto 7: presidia la zona con…

Mission News Theme by Compete Themes.