Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Ibrahimovic”

Da Ibrahimovic a Ibrahimovic, l’ultimo decennio del Milan

Sembra passato pochissimo tempo, eppure il lasso di tempo nel quale Zlatan Ibrahimovic ha lasciato l’AC Milan per poi farvi ritorno è durato ben sette anni e mezzo. Un periodo lunghissimo ha diviso le due esperienze in rossonero del possente attaccante svedese, venduto nell’estate del 2012 al Paris Saint Germain insieme al difensore brasiliano Thiago Silva e tornato a Milanello solamente nel gennaio scorso. A 38 anni suonati, l’attaccante sicuramente non può contare sul fisico che lo accompagnò al suo primo arrivo al Milan, quando aveva da poco compiuto trent’anni e si apprestavo a realizzare una delle sue migliori stagioni di sempre, portando tra l’altro i rossoneri a vincere l’ultimo…

A Firenze il Milan si sgonfia nel finale. Le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6– Perde una palla provocando una situazione di potenziale pericolo, poi esce per infortunio. Niente di particolare da segnalare. Begovic 7 Un paio di ottime parate e per poco non neutralizza anche il penalty. Conti 6 All’inizio sembra voler andare all’arrembaggio, ma l’intenzione dura poco. E l’attenzione.. non dura fino al 90′. Theo Hernandez 6 Nulla di speciale, un paio di sgroppate delle sue e un paio di rischi – cartellino rosso. Gabbia 6,5 Altra prova convincente, sembrava Filippo Galli. Avrà sofferto un pò troppo nel secondo tempo? Però con lui in campo si era andati in vantaggio senza subire gol. Musacchio 5,5 Entra nel finale, non ha colpe…

Classifica cannonieri: nessun rossonero fra i primi 25

Se pensiamo che il miglior marcatore del Milan in campionato è un difensore, cioè il francese Theo Hernandez, con 5 centri all’attivo, ci rendiamo bene conto di come la carenza di giocatori capaci di vedere la porta sia uno dei primi problemi della squadra di Pioli. A metà febbraio 2020, la classifica marcatori è impietosa: fra i primi 25 migliori marcatori del massimo torneo nazionale ci sono sì bomber conclamati come Immobile, Ronaldo e Lukaku, ma anche giocatori che non dovrebbero fare del gol il loro pane quotidiano, per esempio Ilicic dell’Atalanta, Mancosu del Lecce (8 gol) o Gosens dell’Atalanta (7 reti). Ci sono anche vecchie volpi come Joao Pedro…

Il bilancio di questo “caldo” mercato invernale

In questa ultima sessione di mercato abbiamo visto un Milan molto attivo sia in entrata che in uscita. Definire quindi “di riparazione” questa finestra di calciomercato mi pare un errore, o comunque, una mera semplificazione della strategia che ha messo in atto la società. La stagione rossonera ha toccato il punto più basso pochi giorni prima di Natale con i cinque schiaffi presi dall’Atalanta. Maldini e Boban sono stati così costretti a dare concretezza alle voci riguardanti il ritorno di Ibra. Un Milan agonizzante e tramortito necessitava di un campione che fosse leader dentro e fuori dal campo, che catalizzasse su di sè tutta l’attenzione distogliendola dai problemi della squadra e…

Milan – Torino 4-2 d.t.s.: le pagelle dei rossoneri (28/01/2020)

Donnarumma 6: Non può fare molto sui due gol di Bremer, ma guadagna la pagnotta facendo sentire la sua presenza a Belotti e Millico all’inizio dei supplementari. Conti 5: Perennemente in ritardo su ogni pallone, dalle sue parti il Torino ha vita facile. In netto calo fisico, deve ricorrere sistematicamente al fallo. Kjaer 6: Provvidenziali due salvataggi che avrebbero potuto dare una strada diversa alla gara. Riesce a dare sicurezza a tutto il reparto. Romagnoli 5,5: Ha colpe in entrambi i gol del Torino, soprattutto sul raddoppio salta fuori tempo consentendo un facile colpo di testa. Per il resto gara tenuta sotto controllo. Hernandez 5,5: Momento di rifiato per il…

Cagliari-Milan 0-2, le pagelle di Leao e compagni

Ibra torna al gol e colpisce un palo. Con lui si risveglia pure Leao. Le pagelle dei nostri: Donnarumma 6: qualche uscita alta, una parata facile su Simeone (minuto 39), un’uscita bassa (minuto 57). La cosa più difficile la fa al minuto 36 rimediando con una corsa all’indietro ad un suo errore di valutazione su Nandez.  Calabria 6: non fa danni e questa è già una buona notizia. Si mette in evidenza al minuto 16 con una puntuale chiusura difensiva condita da successivo dribbling ad uscire. Al minuto 34 va al tiro da lontano. Anche nella ripresa sembra fare lo stesso quando i soliti problemi alla caviglia lo costringono alla…

Come due piselli in un baccello: Zlatan Ibrahimovic e Steven Seagal

Si assomigliano, vero? Lo durezza dello sguardo, la sicurezza, la spavalderia. Ma non solo. Zlatan Ibrahimovic e Steven Seagal hanno altri punti in comune. Eccone tre abbastanza significativi: Arti Marziali – Fin da ragazzino Zlatan Ibrahimovic pratica con grande interesse le arti marziali, in particolare il taekwondo. Lo svedese ha mantenuto questa passione negli anni, arrivando anche a ricevere la cintura nera honoris causa da parte federazione italiana, negli anni in cui era in rossonero. Addirittura, quando può, si allena con Nilson Damacena, maestro brasiliano 4 volte campione sudamericano di Taekwondo. Steven Seagal, come tutti sanno anche grazie ai suoi action movie a base di arti marziali, è una leggenda…

Mission News Theme by Compete Themes.