Tempi Rossoneri

Tutto sul MILAN: notizie, statistiche, pagelle, analisi tattiche, approfondimenti, opinioni e... previsioni

Milan-Napoli 1-0, Theo fuoco e fiamme, grande Maignan

DiMirko

Apr 13, 2023 #Theo Hernandez
Spread this article

Le pagelle della squadra di Stefano Pioli:

***

Maignan 8: In avvio di gara si mostra sempre sicuro su qualche conclusione comunque non velenosa. La parata su Di Lorenzo, invece, ci ricorda ancora una volta di che pasta è fatto il nostro Magic Mike.

Calabria 7: Bellissimo il duello con Kvaratskhelia, dal quale il georgiano non ne esce certamente vincitore. Grazie anche al raddoppio dei compagni, riesce a tenerlo a bada come nella gara di campionato. Giallo assolutamente incomprensibile a fine gara.

Kjaer 7: È tornato il solito vichingo che conosciamo, amministrando con tranquillità e solidità la difesa e dando una preziosa mano a Calabria per arginare Kvaratskhelia. Peccato per la traversa a fine primo tempo, che gli nega la gioia del gol e un risultato migliore per il Milan.

Tomori 6: Parte male con diverse sbavature, poi col passare dei minuti acquista sicurezza e porta a casa una prestazione sufficiente.

Hernandez 7,5: Una costante spina nel fianco per i difensori partenopei, che non sanno che pesci pigliare per arginarlo. Con la sua velocità provoca l’espulsione di Anguissa che, quindi, non ci sarà al ritorno.

Tonali 7: Preziosissimo il lavoro sporco che fa a centrocampo: va costantemente in pressione su Lobotka e Anguissa, non disdegnando qualche folata offensiva. Nelle serate di Champions sembra trasformarsi.

Krunic 6: La partenza è da brivido, con un erroraccio a due centimetri dalla porta, ma fa sempre il suo solito lavoro di corsa e filtro, risultando comunque prezioso per la squadra.

Diaz 7,5: Sotto i riflettori la giocata che ha fatto girare la testa a tre avversari in occasione del gol, ma tutta la gara è stata di grande livello, adeguata a queste notti Champions (Dall’80’ Rebic s.v.: pochi minuti in cui combina poco o nulla).

Bennacer 6,5: Brutta gara fino a quando non timbra il cartellino con un bel tiro che trova impreparato Meret. Il gol gli dà entusiasmo e sicurezza e, fino alla sostituzione, gioca una buona gara (Dal 66’ Saelemaekers 6: Entra con la voglia di spaccare il mondo. Tenta la super giocata già fatta a Napoli qualche giorno fa, ma stavolta senza fortuna).

Leao 7: Si accende ad intermittenza, ma quando lo fa illumina tutto San Siro. Progressione mostruosa nel primo tempo, con conclusione che termina di poco a lato. Suo però il bell’assist per il gol di Bennacer.

Giroud 6: Rahmani e soprattutto Kim sono due brutti clienti, ed infatti non crea tantissime occasioni da gol, ma il suo solito spirito di sacrificio non è mancato di certo.

Pioli 6,5: Il dato è che porta a casa due vittorie su due col Napoli, ma il rammarico per ieri sera è tanto per non aver infierito su una squadra in dieci e in evidente difficoltà. Il ritorno a Napoli sarà un inferno, grazie anche alla presenza di Osimhen.

About Author