Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Gattuso”

Gattuso, meriti e colpe della sua ultima stagione al Milan

La valutazione di un giocatore, nella singola partita o nel complesso di una stagione, si può fondare anche su dati numerico-statistici misurabili e perciò oggettivi: minuti giocati, chilometri percorsi, tiri effettuati, gol, assist, ecc. Per un allenatore ritengo si debbano tenere in considerazione anche altri elementi spesso non misurabili e perciò soggetti ad un tipo di valutazione estremamente soggettiva. Nel caso di Gattuso, ho inteso individuare alcuni aspetti che nel corso della stagione si sono ripetuti e che per la loro ricorsività hanno inevitabilmente caratterizzato la sua stagione. Ognuno può interpretarle come meglio crede, dando il peso maggiore a ciò che ritiene sia andato bene o a ciò che invece…

Quasi ufficiale: Gattuso si dimette

Adesso non è più soltanto un rumor. Oltre a Leonardo, le cui dimissioni dovrebbero arrivare in giornata, anche Gattuso non farà più parte del Milan. In un’intervista rilasciata a repubblica.it, l’ormai ex allenatore dei rossoneri precisa: “Decidere di lasciare la panchina del Milan non è semplice ma è una decisione che dovevo prendere. Non c’è stato un momento preciso in cui l’ho maturata: è stata la somma di questi diciotto mesi da allenatore di una squadra che per me non sarà mai come le altre. Mesi che ho vissuto con grande passione, mesi indimenticabili. La mia è una scelta sofferta, ma ponderata”. E in merito alle dimissioni, nonostante i due…

Gattuso, il vero condottiero rossonero!

Lo scorso 27 ottobre pubblicai un articolo in cui scrissi che il Milan si stava trasformando nell’Inter a causa di una nota tendenza, ossia l’avvicendamento continuo di un gran numero di allenatori sulla panchina rossonera. Gran parte dell’epopea Berlusconi è stata segnata da tecnici che sposavano un progetto agli albori e lo portavano avanti per più stagioni. Basti pensare a Sacchi, Capello, Ancelotti e Allegri. Con l’esonero però dell’allenatore livornese, si è rotta quella tradizione e, nel giro di pochi anni, un gran numero di tecnici ha allenato la squadra rossonera. Ciò che per anni era stata un’eccezione, sembrava si fosse trasformata in regola. Gattuso in più di un’occasione quest’anno…

I problemi di Gattuso, per uno che torna ce ne sono tre fuoriuso

Falcidiato dalle assenze e dagli acciacchi, il Milan va ad Udine per provare a rendere più credibile la propria candidatura ad arrivare fra le top 4 del campionato. Il problema numero uno di Gennaro Gattuso sarà trovare un degno sostituto di Lucas Biglia (out per almeno un mese): in lizza ci sono il discusso Bakayoko, il poco considerato Bertolacci, il giovane ed effimero Mauri e lo scongelato Montolivo. Sì, avete capito bene, nelle ultime ore l’ex viola è stato convocato dal tecnico rossonero e potrebbe perfino trovare impiego in campo. Sul conto di Montolivo se ne sono dette (e se ne dicono) tante parole, spesso non lusinghiere. In assenza di…

Milan – Genoa: partita “jolly” per acciuffare il quarto posto

Partita “jolly” questa sera per Milan e Genoa, valida per il recupero della prima giornata di campionato. Una gara fondamentale per i rossoneri, che vincendo aggancerebbero il quarto posto in coabitazione con la Lazio. Nonostante quindi l’aria di crisi post derby, il Milan è in piena linea con il suo obiettivo stagionale. Occhio però ai rossoblu: una clamorosa vittoria al San Siro li proietterebbe al quinto posto. Qui Milan – Gattuso orientato a riproporre il 4-4-2 sfoderato domenica con la Samp. In difesa Abate rileverà Calabria, infortunato, mentre lo sosta prolungata di Caldara consolida ancora di più Musacchio di fianco a Romagnoli. In mediana unico dubbio è tra Kessie e…

E il naufragar (non) m’è dolce in questo mare…

Consigli di amministrazione, hedge found, prestiti, interessi, aumenti di capitale, paradisi fiscali, scatole cinesi, bonifici, obbligazioni, equity: il milanista sono due anni che si barcamena tra questi termini da Sole24Ore. Nessun problema se il milanista di professione facesse l’economista; purtroppo, o per fortuna, invece fa il tifoso. Gli ultimi anni di Berlusconi erano stati uno stillicidio, il closing una tortura ma l’avvento dell’era del dragone sembrava aver portato ottimismo. Le crepe che si erano aperte durante la gestione del misterioso Yonghong Li però non hanno retto alle scosse della Uefa causando il crollo della proprietà e di conseguenza della società. Ancora una volta quindi, anziché parlare di calcio, siamo tornati…

Gattuso, sì

Gattuso che abbraccia i giocatori a fine partita, prima quelli che non fa giocare, sempre, Gattuso che vuole bene ai giocatori, Gattuso che manda i giocatori a ringraziare i tifosi, ci tiene tantissimo, Gattuso che manda a quel paese Kolarov per poi abbracciarlo a fine partita e dirgli “non mi conosci, scusami, ma sono un rompicoglioni”, Gattuso che da il “5” al quarto uomo dopo una vittoria sofferta, come abbracciare un giudice se la sentenza ti è favorevole, Gattuso che chiede quanto manca alla fine della partita al quarto uomo, “me lo dici o no?!”, Gattuso che manda a casa Kalinic perchè non si impegna in allenamento, Gattuso che non…

Mission News Theme by Compete Themes.