Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Gattuso”

Gattuso conquista Roma per una sera. Le pagelle del Milan

DONNARUMMA Voto 6: attento al minuto 4 su Under e al minuto 8 su Perotti. Dribbla anche se stesso nel recupero del primo tempo, poi al minuto 62 esce a valanga nell’area piccola. Gioca bene con i piedi. Anche stasera osserva molto l’attacco avversario. CALABRIA Voto 8: dal suo lato si aggirano brutti clienti, ma lui non ha paura di tatuaggi e facce truci. Sempre al posto giusto al momento giusto, sale e scende che è un piacere. Va al gol muovendosi da ala di ruolo chiudendo un sublime triangolo da scuola calcio con Kalinic. BONUCCI Voto 6,5: alza un muro, insuperabile quasi quanto un famoso tonno. Al minuto 38 ferma Schick con un intervento…

Gattuso – Montella, la sfida continua

Stessa rosa a disposizione, stessa stagione. Due allenatori diversi. Due rendimenti… per il momento simili. Se andiamo ad analizzare le prime 9 gare in campionato di entrambi, viene fuori il seguente bilancio parziale: Montella: 12 gol fatti, 13 subiti, 13 punti ottenuti. Gattuso: 11 gol fatti, 12 subiti, 15 punti ottenuti. I numeri dicono, dunque, che Gattuso è leggermente più concreto in termini di punti ottenuti, ma solo leggermente. Per il resto, attacco e difesa si sono comportate più o meno allo stesso modo, con differenze davvero minime. Troppo presto per dire che Gattuso abbia trovato il bandolo della matassa, troppo presto per rimpiangere il tecnico campano, ora sulla panchina del Siviglia (dove qualche sonora…

Milan – Crotone, che il girone di ritorno sia la svolta

Il girone d’andata è andato come è andato. Sembra essere uno scioglilingua, un gioco di parole, ma purtroppo non è così. Riflette infatti questa prima parte di stagione del Milan, trascorsa tra gioie (veramente poche), delusioni (parecchie), sconforto, rassegnazione, pressapochismo, confusione e tanto altro ancora. Penso che a questo punto dell’annata sia inutile investigare sulle cose che hanno o non hanno funzionato perché per questo ci sarà tempo questa estate (e tempo ne avremo molto visto che l’Italia non disputerà nemmeno i mondiali). Ora serve fare quadrato, avere le idee chiare in testa, lavorare, impegnarsi e cercare di raddrizzare questa stagione fino a qui stregata. Incomincia oggi il girone di ritorno e a San Siro…

Un derby senza Donnarumma, ma con Yonghong Li

La notizia di oggi è che Gianluigi Donnarumma salterà il derby per un problema all’inguine. Occasione per Storari per disputare una partita importante. Di importante ci sarà anche la presenza del presidente rossonero Yonghong Li, che solo altre due volte aveva assistito a un match del diavolo nelle vesti di presidente. Per la cronaca, furono una vittoria e un pareggio.  Ma veniamo al rettangolo di gioco, perchè Donnarumma non sarà il solo a mancare, fra i soliti titolari di ambedue le squadre. Out saranno anche D’Ambrosio e Miranda, sempre per problemi fisici. Sarà Ranocchia ad affiancare l’intoccabile Skriniar al centro della difesa dell’Inter. Fra i rossoneri tornano Suso e Romagnoli, molto probabilmente anche Biglia partirà…

Milan – Atalanta: Gattuso ci crede, il Milan… vedremo

Si accendono le luci su San Siro, stasera alle 18 per Milan – Atalanta. Dopo la disfatta di Verona, i rossoneri ospitano i bergamaschi per il match valevole per la diciottesima giornata di campionato, penultima gara di andata e penultima di questo 2017. Mister Gattuso ha iniziato la sua conferenza stampa di ieri, a Milanello, parlando del ritiro. “Siamo stati assieme più di qualche ora, è stato bello vedere le mogli e i bambini. Abbiamo fatto una bella cena tra di noi e abbiamo lavorato. Abbiamo fatto qualche ora più in campo, ma non rinnego che questa squadra ha sempre lavorato. Ci serve più veleno: non significa spaccare le gambe agli avversari, ma dare qualcosa…

La vittoria torna con… Bonaventura. Le pagelle

DONNARUMMA Voto 6,5: vola al minuto 20 su azione d’angolo, poi ancora al minuto 44 e para al minuto 77, soffre l’agitazione della squadra che segue i due vantaggi. ABATE Voto 6-: insidioso tiro cross al minuto 2, spinge appena può, sebbene sia la sua fascia il punto debole dal quale arrivano le insidie per la porta rossonera. MUSACCHIO Voto 5,5: Destro gli scappa sull’azione del pari. BONUCCI Voto 6+: sta meglio e si vede, chiude, sostiene, lancia. Conferma di essere in costante risalita. Sfiora il gol di testa al minuto 41. Attualmente non sembra più essere lui il problema. RICARDO RODRIGUEZ Voto 6: ordinato, poco incisivo, fa molto il difensore e non pecca di precisione. KESSIE Voto 6+ : appare…

Gattuso, occhio alla trappola dell’esordio apparentemente facile

Chi non vorrebbe esordire da allenatore contro l’ultima in classifica che dopo 14 giornate si ritrova ancora con 0 punti? La risposta sarebbe immediata con un corale “tutti”. Se non fosse che proprio perché si trova ancora senza punti, le possibilità di un risultato utile, siano sempre più alte, anche per questioni meramente statistiche. Inoltre, non dimentichiamo che “Ringhio” Gattuso è all’esordio in Serie A, con il suo Milan. Una squadra ancora parzialmente incredula nel vedere esonerato il proprio allenatore Vincenzo Montella all’indomani dell’ennesimo risultato negativo col Torino. Quei 236 milioni pesano ogni giorno di più progressivamente su tutto il Mondo Milan: a iniziare da giocatori e dirigenti, fino all’ultimo dei magazzinieri. I rossoneri non…

Gattuso, passione da vendere

Più o meno due anni fa, mentre Gattuso (Gennaro Ivan Gattuso, Corigliano Calabro 9/1/1978) allenava il Pisa in Lega Pro, portato alla fine del campionato in B, guardavo una trasmissione su un canale tematico del Milan dove veniva indetto fra i tifosi un “concorso” per designare “il giocatore del Milan di tutti i tempi”. Partendo da Rivera, si passava a Baresi, Ancelotti Gullit, Van Basten, Rjkaard, Savicevic, Donadoni, Maldini, Boban, Pirlo, Seedorf e poi ancora Weah, Ronaldinho, Ibra, Sheva, Kakà, salvo altri dimenticati, e fra questi anche Gattuso, tutti schierati in una sorta di tabellone tennistico ad eliminazione diretta, con tanto di teste dei serie. Pensai subito ad una “finale” Baresi/Van Basten o Maldini/Kakà invece…

Appello per Gattuso: ridacci il vero Milan

La notizia è ufficiale da oltre un giorno: Gennaro Gattuso è il nuovo allenatore del Milan e prende il posto di un ormai esautorato Montella, incapace persino di sorprendersi per un esonero che verosimilmente accarezzava da tempo. Le tempistiche sono strane e fanno capire quanto la società non credesse più nel suo allenatore. E’ lecito quindi ammettere che sarebbe stato opportuno anticipare l’esonero, magari in coincidenza della sosta per il playoff di Russia 2018, quando il nuovo allenatore avrebbe avuto il tempo per trasmettere le proprie idee alla squadra e recuperare una stagione non ancora del tutto compromessa. Le cose sono andate diversamente. Il pareggio contro il Torino e quello che ne è conseguito, anche…

Mission News Theme by Compete Themes.