Press "Enter" to skip to content
Simone Satra

Posts published by “Simone Satra”

Simone, mass-mediologo appassionato di calcio, teatro, cinema e politica. Milanista da sempre per proseguire la tradizione famigliare. Cresciuto a Tele+ e Andriy Shevchenko, ricorda come se fosse ieri capitan Maldini che, durante la notte di Manchester del 28 maggio 2003, alza la prima Champions League. Oggi si accontenta di vedere Riccardo Montolivo capitano. simone.satragno@hotmail.it

Milan – Crotone, il giovane ex

Oggi andrà in scena Milan – Crotone, partita importante per entrambe le compagini per diversi motivi di classifica. In occasione della sfida di San Siro c’è un solo ex tra le due formazioni: stiamo parlando di Simic. I romantici potrebbero pensare a Dario, il croato dei tempi d’oro Ancelottiani, ma si sbagliano. Stefan Simic, difensore centrale e terzino destro, ceco di origine serbo-croata, è infatti in prestito con diritto di riscatto e controriscatto (in favore del Milan) alla squadra di Walter Zenga. Molti non lo sanno, ma Stefan venne acquistato nel 2013 dal Genoa, in uno dei tanti affari targati Preziosi-Galliani. All’epoca il ragazzo venne aggregato alla primavera, nella quale…

Gattuso, occhio alla trappola dell’esordio apparentemente facile

Chi non vorrebbe esordire da allenatore contro l’ultima in classifica che dopo 14 giornate si ritrova ancora con 0 punti? La risposta sarebbe immediata con un corale “tutti”. Se non fosse che proprio perché si trova ancora senza punti, le possibilità di un risultato utile, siano sempre più alte, anche per questioni meramente statistiche. Inoltre, non dimentichiamo che “Ringhio” Gattuso è all’esordio in Serie A, con il suo Milan. Una squadra ancora parzialmente incredula nel vedere esonerato il proprio allenatore Vincenzo Montella all’indomani dell’ennesimo risultato negativo col Torino. Quei 236 milioni pesano ogni giorno di più progressivamente su tutto il Mondo Milan: a iniziare da giocatori e dirigenti, fino all’ultimo…

Chievo – Milan, le probabili formazioni al Bentegodi

La sfida tra Chievo e Milan è in programma allo stadio Bentegodi di Verona mercoledì 25 ottobre 2017. Il calcio d’inizio è previsto alle ore 20.45. Dopo l’ennesimo passo falso di domenica con il Genoa, il Milan si rituffa subito in campo per preparare la delicatissima sfida contro un Chievo in ottima salute, reduce dal successo nel derby clivense firmato Sergio Pellissier. La squadra di Maran ha fin qui disputato un signor campionato, tanto che ha 2 punti in più dei rossoneri. I pericoli sono principalmente due: Roberto Inglese e Lucas Castro. È proprio grazie allora che finora i gialloblù hanno ottenuto le maggiori soddisfazioni. Il Chievo però, forse più di…

Vienna: arte, storia e … cucina

Vienna, una città romantica, intrisa di storia e particolarmene ricca di bellezze artistiche. Capitale dell’Austria, è sede di importanti organizzazioni internazionali, tra le quali l’OPEC, l’AIEA e l’ONU. L’esuberanza decorativa dello stile barocco fa da cornice ad una delle città più vivibili del mondo, rappresentata per oltre la metà da spazi verdi, tra parchi, giardini e boschi, che diventano luoghi di svago e di aggregazione sociale. Dopo i gravissimi danni subiti durante la seconda guerra mondiale, il patrimonio edilizio e monumentale della città è stato ottimamente ricostruito e potenziato: il centro storico della città è stato riconosciuto come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Numerosi ed interessanti i musei, nei quali sono custoditi opere…

99 pugnalate al cuore

Può un giocatore essere in grado di far andare di traverso 100 milioni di euro e 4 ottimi acquisti? La risposta è sì se ti chiami Gigio Donnarumma, se sei stato il più giovane a esordire ed essere poi titolare in serie A, il più giovane titolare ed esordiente in Nazionale maggiore, il portiere capace di riportare i tifosi milanisti a urlare un coro personalizzato dopo anni di poco affetto e tante critiche, il giocatore che a 18 anni è in grado di far vendere più magliette di tutti i suoi compagni di squadra ai Milan Store. Per questi e per 99 altri motivi, oggi muore una parte di ogni…

Maggio 2017: i top del Milan

Il mese di maggio è stato davvero avaro di belle prestazioni per quanto riguarda la squadra allenata da Vincenzo Montella. Tuttavia qualche lumicino in una stanza buia possiamo trovarlo: Riccardo Montolivo: è stato fermo 7 mesi, ed è tornato titolare contro un’Atalanta formidabile. Si è ripetuto la settimana seguente nella vittoria decisiva col Bologna. Nella mediocrità del centrocampo rossonero ha subito ricominciato a dettare i tempi e a farsi sentire. Bentornato. Gianluca Lapadula: le sue prestazione non state esaltanti, ma di fatto è diventato il centravanti titolare scalzando definitivamente Bacca. La dimostrazione è che la testa e il cuore contano di più del nome e dei milioni di euro che…

A Bergamo una finale con sorpresa (nel modulo)

Vincenzo Montella l’ha definita una finale. Se non è un’ultima spiaggia, poco ci manca. Una partita che vedrà dopo anni la fine del dogma della difesa a quattro: eccola la novità più importante della sfida alla dea dei miracoli. Sia che Alessio Romagnoli recuperasse o meno, ormai il cambio di modulo è servito. Dovrebbero essere dunque Zapata, il rispolverato Gustavo Gomez e Alessio Romagnoli a comporre il terzetto difensivo (qualora quest’ultimo non recuperasse, verrà adattato De Sciglio). Paletta e Ocampos squalificati, che si vanno a sommare ai lungodegenti Bonaventura e Abate. Recuperati Calabria e Poli, che però si accomoderanno in panchina. L’altra notizia da segnalare è che ritrova posto nel…

Milan-Empoli: le ultime

Siamo arrivati quasi alla fine del campionato e ogni partita diventa sempre più importante. Stavolta è il turno di Milan-Empoli. Una partita da vincere, per distanziare i cugini (che ieri ci hanno dato una mano) e per non perdere terreno da Atalanta e Lazio. Torna Pasalic, probabilmente al posto di un Kucka apparso spaesato al derby della Madonnina, cerca conferma in difesa il nuovo idolo rossonero Zapata. Gli altri dubbi riguardano Calabria e Vangioni (con le quotazioni dell’argentino in risalita), oltre al consueto ballottaggio tra Bacca e Lapadula (con il colombiano che nei giorni scorsi sembrava favorito, ma le cui quotazioni sono in oggi ribasso). Il resto della formazione appare…

L’uomo derby più imprevedibile che potesse esserci

L’uomo derby è stato Cristian Zapata. Immaginarlo prima di ieri avrebbe probabilmente fatto ridere anche i fan più sfegatati del difensore colombiano. Sono passate ormai 5 stagioni e 100 partite da quando Zapata è arrivato dal Villareal. Tanto tempo (e diversi strafalcioni duri da digerire) prima di diventare finalmente idolo dei tifosi rossoneri. Quello di ieri è un goal che rimarrà fisso nella mente dei tifosi, per molto tempo. Una rete al cardiopalma alla prima della nuova presidenza dopo 31 anni targati Berlusconi. Il tiro col piede debole non è banale e nemmeno facile! Trovare la coordinazione e la lucidità dopo 97’ intensi di derby non era per nulla semplice.…

De Sciglio e Mati Fernandez, parole di gioia

La vittoria di ieri sera rilancia ampiamente le ambizioni dei rossoneri. Ecco le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti. Il match winner Mati Fernandez, ha parlato ai microfoni di Milan TV: “È un gol molto importante, ma molto più importante è la vittoria per mantenerci in alto. Uno si allena sempre pensando che possa giocare. Tutti noi dobbiamo continuare a essere professionisti e continuare a lavorare dando il meglio. Gol? Ho pensato subito di fare lo scavino, tutto sempre grazie a Dio. Europa? Abbiamo tanta voglia di continuare a migliorare e pensiamo alla prossima partita. La sosta sarà importante per riposare per chi ha giocato di più e per lavorare al…

La rinascita di Bacca, la conferma di Vangioni e Sosa

Possiamo finalmente dirlo, il Milan è definitivamente uscito dalla crisi di gennaio. Nelle ultime 5 partite infatti, i rossoneri hanno ottenuto 4 vittorie e un pareggio (tra l’altro un ottimo e insperato 1 a 1 a Roma contro la Lazio). La notizia più bella ha sicuramente un nome e un cognome: Carlos Bacca. Il colombiano, contro il Chievo, è infatti tornato al gol su azione, e soprattutto è riuscito a segnare più di una rete in una partita, il che mancava addirittura dalla prima giornata contro il Toro (dove realizzò una splendida tripletta). I gol del sudamericano potevano essere addirittura tre, se non fosse che a fine primo tempo, il…

Gennaio mese horribilis: i top e flop del Milan

Il mese di gennaio è stato senza dubbio quello più difficile della gestione Montella, ma questo non ha fermato quei giocatori che da inizio stagione stanno tenendo una media voto importante. Purtroppo, però, è stato anche confermato il trend negativo di altri. Ecco i top: Suso: rimane sempre quasi l’unica fonte di gioco. Dribbling, fantasia e cross al bacio (chiedere a Bonaventura) sono il top del suo repertorio. Se solo ci fosse un vero centravanti in attacco… Bonaventura: di top ha anche la sfortuna purtroppo. Lo rivedremo probabilmente la prossima stagione. Ma il mese di gennaio è stato positivo, come sempre del resto. A centrocampo o in attacco non fa la…

All’ultimo respiro

L’anno nuovo inizia esattamente come era finito il precedente, ovvero con un sorriso all’ultimo respiro. Nel posticipo domenicale delle ore 18.00 il Milan non ha portato a casa una coppa stavolta, ma sicuramente 3 punti fondamentali per la corsa all’Europa. In luogo dei risultati delle altre squadre di alta classifica, la vittoria era l’unico risultato utile possibile. Ci sono tanti motivi per essere contenti: innanzitutto il ritorno al goal di Carlos Bacca, il quale grazie ad un assist dell’ormai idolo di San Siro Gianluca “Braveheart” Lapadula, è riuscito ad interrompere il digiuno realizzativo che iniziava a diventare molto scomodo. Un’altra grande bella notizia è rappresentata dalla prestazione di Manuel Locatelli, che…

CR7, ennesima corona d’alloro: il suo quarto pallone d’oro

Trenta candidati per un solo vincitore. Anche per quest’anno è stata una lotta a due, la solita a dire il vero, e a trionfare è stato Cristiano Ronaldo. Il campione portoghese ha vinto il Pallone d’Oro per la quarta volta dopo le edizioni del 2008, del 2013 e del 2014: superati dunque Cruyff, Van Basten e Platini a quota 3. L’altro che gli tiene sempre compagnia nel podio è Lionel Messi – piazzatosi secondo – che è invece a quota cinque ed è ormai a un passo. Decisive per CR7 sono state le vittorie della Champions League con il Real Madrid e soprattutto dell’Europeo con il suo Portogallo. Terzo posto…

Superare l’Empoli per mantenere vivo il sogno Champions

Questa sera alle ore 20:45, di scena  Empoli – Milan. Una vittoria garantirebbe ai rossoneri di andare a meno 4 dalla Juventus ed essere secondi in solitaria, almeno per una notte. Questo è l’obiettivo principale della sfida del Castellani. L’anno scorso la gara terminò per 2 a 2, e lasciò tante amarezze per un doppio vantaggio rimontato. Quattro sono gli ex della partita: Maccarone, Saponara, Josè Mauri e Gilardino. Ricky quest’estate, prima dell’arrivo di Montella, sembrava vicino al ritorno in rossonero, mentre Josè Mauri è ancora di proprietà del Milan, e sta cercando di mettersi in mostra in questa difficile stagione dei toscani. Stasera però dovrebbe partire dalla panchina a…

Mission News Theme by Compete Themes.