Press "Enter" to skip to content

Italia – Azerbaijan: abbandonare le polemiche e riprendere il cammino

Probabilmente la Nazionale non poteva capitare in un momento migliore: dopo i veleni di Juve – Roma e gli strascichi a mezzo stampa e social, ecco di nuovo riaffiorare lo spirito di unione e compattezza in vista dei due match di qualificazione agli europei contro Azerbaijan e Malta. In teoria sei punti facili che oltre a mettere in cassaforte il girone dovrebbero farci dimenticare almeno per una settimana tutte le note stonate derivanti dal nostro campionato, sempre più triste, sempre più noioso, sempre più brutto.

Conte è riuscito invece in breve tempo a ridare a giocatori e tifosi quel sorriso e quell’entusiasmo che ormai da tempo non facevano più parte dei colori azzurri: ora l’importante è mantenere i piedi per terra perché ancora nulla è stato fatto e nulla si compirà dopo questa settimana. In tutta onestà inoltre il girone di qualificazione non è dei più difficili (solo la Croazia potrebbe leggermente infastidirci), per cui il vero valore di questi ragazzi lo scopriremo in futuro, quando dovremo misurarci con realtà di assoluto valore. Per ora godiamoci questo momento positivo perché non durerà a lungo: domenica prossima ritorna il campionato…

Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo stasera contro gli azeri a Palermo, ci saranno pochi dubbi da sciogliere: in porta Buffon alle spalle di Ranocchia, Bonucci e Chiellini. A centrocampo sulle fasce ballottaggio Darmian/Candreva da un lato con il primo favorito e Pasqual/De Sciglio dall’altro con il nostro Mattia che dovrebbe partire dalla panchina, completano il settore Florenzi, Marchisio e Pirlo, tornato solo per Conte (per sua stessa ammissione). In attacco la coppia “ignorante” Zaza – Immobile.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.