Press "Enter" to skip to content

Le parole di Galliani e la gioia di De Jong

Una vittoria a dir poco paradossale quella di ieri, che non fa altro che mettere in risalto il momento di crisi  e instabilità che sta vivendo la società Milan. Una vittoria nel derby, che tra l’altro mancava da tre anni, sofferta e importante in chiave volata per l’Europa, in condizioni normali avrebbe portato entusiasmo e un notevole rafforzamento dei rapporti panchina-società. Ma Galliani come al solito dopo il match ha riportato subito tutti con i piedi per terra ammettendo che non è il momento di parlare dell’allenatore del prossimo anno, ma tocca concentrarci su queste ultime partite. Tradotto: pochissime speranze, forse più una sottile illusione, di vedere Seedorf ancora mister. Il tecnico olandese, d’altro canto, da persona matura e intelligente tira dritto per la sua strada, senza troppe polemiche, con qualche errore tecnico dovuto all’inesperienza, ma di certo regalando all’ambiente tanto entusiasmo e tanta compattezza. Onestamente, arrivare in Europa quest’anno, sarebbe un autentico miracolo sportivo, forse ancora più grande e incredibile di quello che ci ha regalato il terzo posto lo scorso anno.

Fortuna che noi tifosi abbiamo anche altro a cui pensare. E’ stato bello vedere la squadra lottare, correre e cercare di riportare in tutti i modi a casa il derby dopo troppo tempo. Uomo-match proprio De Jong, il nostro indomito gladiatore, non a caso uno dei pochi risparmiati dalle contestazioni di Milan – Parma. È stato davvero bello vederlo decidere il derby e per di più segnare sotto la Sud.

Noi tifosi conosciamo abbastanza bene la crisi della società, ma riusciamo ancora ad emozionarci per serate del genere.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.