Press "Enter" to skip to content

Reagire subito senza perdere tempo

Ed eccoci qua, 7^ giornata alle porte: il campionato è ancora agli albori, ma la partita che ci aspetta domani sera é giá un momento chiave per la stagione. La speranza di tutti é quella di non osservare la squadra vista a Marassi, contro il Genoa. È parso, e credo un po’ a tutti, di rivedere lo stesso Milan di Filippo Inzaghi, vuoto, senza idee, senza uno schema di gioco. Mastro Sinisa non puó permettersi di fare lo stesso errore, non ora, nessun passo falso è concesso, sgarrare è vietato. Il Milan di questo anno presenta una rosa certamente più competitiva di quella 2014/2015 (a parer mio però ancora incompleta, l’ho detto e sempre lo ripeterò fino a quando forse questa benedetta società si degnerá di fare un mercato decente e sfarzoso come ci aveva abituati anni fa or sono)  ció nonostante qualcosa ancora non sta andando per il verso giusto, e l’atteggiamento che ha contraddistinto lo scorso nostro campionato si ripresenta in molteplici occasioni. Mihajlovic sembra però avere una dote rispetto ad Inzaghi, e cioè riesce a capire i suoi errori con una velocitá sfuggente, basti pensare al caso De Jong, sostituito da Riccardo Montolivo in cabina di regia, oppure al semplice fatto che si sia reso conto che sulla trequarti, né Honda, né Suso siano in grado di poter ricoprire quel ruolo che sta diventando un problema che ci trasciniamo da fine agosto. Sinisa se la vedrá dura domani sera contro il Napoli di Maurizio Sarri, soprattutto con il nodo difensivo da risolvere, data l’espulsione di Romagnoli la scorsa giornata e per l’appunto con un centrocampo da ridisegnare. Ci auguriamo che il mister abbia capito che Balotelli deve essere inserito a partita in corso, e sappiamo tutti che il ragazzo potrebbe fare la differenza negli ultimi 30/40 minuti di gioco, a seconda del suo umore, sia in negativo che in positivo (il Derby é un esempio lampante). La coppia Luiz Adriano – Bacca ha invece più possibilità di far male alla retroguardia partenopea dall’inizio. Ci aspettiamo comunque un diverso Diavolo domani sera, un po’ “incacchiato” per cosí dire; in un match così importante ci vuole una bella prestazione, per scacciare anche i malumori trascinati dalla partita contro il Genoa, e fare finalmente risultato, magari ridando fiducia ad un ambiente sconsolato e sovrastato dai tanti pregiudizi.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.