Vittoria di sofferenza. Le pagelle di Calabria e compagni

Sassuolo battuto di misura davanti ad oltre 60.000 spettatori. Decisiva un’autorete di Lirola. Le pagelle dei rossoneri:

DONNARUMMA Voto 7,0: monumentale al minuto 20 sul piatto sinistro di Djuricic. Pronto al minuto 47 sulla punizione di Berardi e al minuto 77 su Matri. Altra serata da ricordare.

Voto 6,5: fronteggia lo sgusciante Boga stasera in versione George Best, prova anche a spingerecercando fondo campo e cross. Conferma del buon momento complessivo.

MUSACCHIO Voto 6+: solito lottatore indomito. Al minuto 34 mette testa, spalla, ed ogni altra cosa lecita sul pallone di Suso nell’area piccola, costringendo Lirola all’autorete.

ROMAGNOLI Voto 6+: in ritardo al minuto 20 sull’incursione di Djuricic, per il resto sempre attento nelle chiusure e nei rilanci.

RODRIGUEZ Voto 6: partenza un po’ incerta, poi col passare dei minuti lievita pur senza fare cose strabilianti. Ammonito, si riposerà contro il Chievo.

KESSIE Voto 6-: lento e un po’ molle nei contrasti e nella gestione della palla. Si spinge spesso in avanti. Al minuto 76 e al minuto 84 ha due buone occasioni in ripartenza per chiudere la partita, e nella seconda occasione molto bella la giocata individuale.

BAKAYOKO Voto 6-: circondato va in difficoltà e perde la sfera. Il posizionamento non corretto e la evidente mancanza di lucidità causano un eccesso di fallosità che poteva costare cara. lo toglie per evitare guai peggiori.

PAQUETA’ Voto 6-: partita un po’ in ombra, forse anche per lui affiora un po’ di (comprensibile) stanchezza.Sapendo di non essere in giornata di grazia, gioca semplice.

SUSO Voto 6-: più o meno come contro la Lazio, senza però la latitanza di Coppa. Pennella l’angolo dal quale nasce la rete del vantaggio. Speriamo rinasca con la primavera.

PIATEK Voto 6,0: la squadra si fida di lui e lo cerca con assiduità. Va al tiro al minuto 9, debolmente. Segna a suo modo un gol facendo espellere Consigli.

CALHANOGLU Voto 6-: va al cross al minuto 33 in maniera pericolosa. Anche lui un po’ molle nei contrasti e nella gestione della palla. Va al tiro al minuto 76. Molto impegno, poca sostanza.

CASTILLEJO S.V.: presidia la fascia sinistra insieme a Rodríguez senza sudare più di tanto.

CUTRONE S.V.: corre di qua e di là.

BIGLIA S.V.: rileva Bakayoko per congelare palla e partita.

Voto 6: vittoria di pura sofferenza, che per questo vale doppio. Squadra non lucida, molto bassa,che riparte poco e non bene. Paquetà, Bakayoko, Kessie, in evidente debito di fiato, Suso ancora convalescente. Serve gente fresca, penso a Conti, Castillejo, Biglia. Bene la difesa, Donnarumma su tutti. Adesso a Verona per vincere e presentarsi al derby da protagonisti.

Egidio

Sono nato all'epoca delle Olimpiadi di Roma, nella vita non faccio lo scrittore, né il giornalista, ma tutt’altra cosa che adesso non è utile descrivere né spiegare. Mi piace scrivere. Nel corso della mia vita, sin dall’epoca del liceo, credo di aver sviluppato una discreta capacità nel raccontare ed esprimere idee, concetti, ma soprattutto sentimenti e sensazioni. Tuttora, nella vita di tutti i giorni scrivo molto per lavoro. Sono innamorato del Milan dall’età di 8 anni e questo per merito di mio padre buon’anima, ahimè, volato in cielo pochi mesi prima della Stella del 10°. Mi firmerò con lo pseudonimo di Egidio. Come molti altri di voi, ho giocato a pallone (badate bene, “a pallone”, e non “a calcio”) a livello dilettantistico-amatoriale. Giocavo centravanti (adesso sarei “una prima punta”), la maglia rigorosamente era la numero 9 ed Egidio era il soprannome che i miei amici mi affibbiarono all’epoca dei fatti, ma vi assicuro che ho segnato più reti di quante ne abbia sbagliate lo Sciagurato. Ringrazio sin d’ora chi mi leggerà, chi mi apprezzerà, chi no, ma soprattutto chi, con educazione, mi contesterà : il peggior disprezzo è l’indifferenza. Ricordate che il Milan si discute, ma si ama. Ed io lo amo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *