Tempi Rossoneri

Tutto sul MILAN: notizie, statistiche, pagelle, analisi tattiche, approfondimenti, opinioni e... previsioni

Atalanta-Milan 3-2, Calabria da incubo, Reijnders spento

DiNils

Dic 10, 2023 #Florenzi, #Giroud
Spread this article

rossonerofall.foglieautunno.

Maignan 6,5: Due-tre parate importanti che permettono al Milan di limitare il passivo. Incolpevole sui gol subiti.

Calabria 5-: Soffre terribilmente De Keteleare, che pure dovrebbe conoscere bene. A causa del suo fallo su Miranchuk i rossoneri concludono la partita in inferiorità numerica, soffrendo e pagando ancora di più. 

Tomori 6: Uno degli ultimi ad arrendersi, mette pezze di qua e di là finchè può e cerca anche la via del gol senza trovarla.

Theo Hernandez 5: Colpevole sul primo gol di Lookman, si vede che la marcatura stretta non rientra nelle sue corde. A volte prova a partire ma non arriva mai a pungere.

Florenzi 5,5: Si accentra spesso a dare una mano in mezzo, ma senza risultare particolarmente prezioso. Comunque suo l’assist per il gol di Giroud.

Loftus-Cheek 5,5: Un pò lento, non devastante come nelle sue migliori apparizioni (dal 27’ st Jovic 6,5: Secondo gol di fila, che stia trovando finalmente fiducia?).

Musah 5,5: Correre corre, talvolta disperatamente. Fa il possibile, ma non possiede la qualità necessaria a poter incidere personalmente sul risultato.

Reijnders 5: Come Loftus, ha perso lo smalto e la brillantezza di inizio stagione. Troppi passaggi banali e poca intraprendenza (dal 42’ st Adli S.V.

Chukwueze 5: I difensori atalantini lo disinnescano fin troppo facilmente, per il momento il gol contro il B.Dortmund è stato un fuoco di paglia  (dal 13’ st Bennacer 6: Nessuno può chiedergli miracoli, diciamo che con il suo ingresso le cose non vanno meglio).

Giroud 6,5: Ottavo gol in campionato, anche stavolta trova il modo di mettere la firma. Alla sua età è già tanto. 

Pulisic 6: Suo l’assist per il gol di Jovic. Fa fatica a trovare spazio, ma riesce comunque a creare qualche minaccia.

All. Pioli 5: Continua a riproporre più o meno sempre le stesse cose, gli stessi accorgimenti e gli stessi rattoppi, a volte gli va bene, più spesso gli va male. Non sembra avere materiale umano in grado di soddisfarlo. Di certo ha qualche alibi dovuto alle tante assenze, ma fino a quando saranno validi?

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *