Press "Enter" to skip to content

C’è modo e modo di andar via

Springtime

Tempi di prime allergie primaverili, pollini e pruriti. Ma se il meteo cambia continuamente, una costante invece c’è: anche nella nuova stagione, gossip e pettegolezzi la fanno da padrone. Infatti si vocifera di tutto e di più. Ma, dico io, ammesso e non concesso che a fine stagione la società decida davvero di svoltare, mandando via Gattuso per affidarsi a una guida differente, l’ex centrocampista rossonero è di certo consapevole di avere l’occasione di essere ricordato come l’allenatore in grado di riportare in Champions il Milan dopo anni di astinenza. Per questo motivo, si sforzi di evitare dichiarazioni inopportune. Si concentri sul lavoro, magari puntando sugli elementi che più sono in grado di dargli (e darsi) soddisfazioni, in questo sprint finale di campionato. Sono almeno due partite che si gioca male, è un dato oggettivo. Sarà pur colpa (più) di qualcuno anzichè (meno) di qualcun altro? In questo senso, non sembra casuale il cambio di modulo che dovrebbe essere attuato già stasera nella sfida con l’Udinese, cioè il 4-3-1-2 con Paquetà alle spalle di Cutrone e Piatek.

Keep Calm and forza Milan

Altra costante di questi anni sono le cose strane. Non ce le siamo mai fatte mancare, da Yonghong Li a Bonucci, passando per Higuain, Montolivo e Bertolacci, senza dimenticare la lunga telenovela Donnarumma, che ci ha tenuti coinvolti per mesi. Ultimamente è toccato a Biglia e Kessie. Ma davvero vogliamo rovinare quanto di buono fatto finora? Davvero non riusciamo a stare calmi un pò? Intanto vinciamo oggi e poi vediamo.

0
0
0
0
0
0

Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Mission News Theme by Compete Themes.