Chiome mondiali: Raul Meireles

 Il Portogallo non ha disputato un ottimo mondiale, tutt’altro, venendo eliminato al primo turno e passando tra le critiche e l’indifferenza. Di certo però in squadra il look del centrocampista Raul Meireles non è passato inosservato: in Brasile con cresta e barba lunga, un aspetto per nulla banale insomma. Peccato che il giocatore del Fenerbahce non sia balzato agli onori della cronaca solo per barba e capelli, ma anche per un presunto “vaffa” all’arbitro in Germania – Portogallo (persa tra l’altro per 4 a 0). La federcalcio portoghese ha immediatamente preso le difese di Raul Meireles dichiarando che le immagini dell’episodio si riferiscono a delle indicazioni che il giocatore dà ad un compagno di squadra. E non dimentichiamoci le 11 giornate di squalifica subite in Turchia per uno sputo all’arbitro nel derby contro il Galatasaray (ridotte poi a 4 in quanto pare non ci sia stato sputo ma solo insulti). Insomma, un giocatore per nulla banale, in campo e non solo.

0
0
0
0
0
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *