Press "Enter" to skip to content

Mondiali 2014: Francia e Germania avanzano ma che fatica!

Ai quarti come previsto ci sarà l’euroderby Francia – Germania, ma i risultati finali non sono stati così netti come i pronostici facevano intendere.

In Francia – Nigeria anzi sono gli africani a dominare nel primo tempo con un gol annullato per giusto fuorigioco e un rigore netto non visto. Il secondo tempo è di marca transalpina e dopo svariate occasioni, soprattutto con Benzema e Cabaye, arriva il gol dell’”italiano” Pogba che solo a dieci minuti dal termine dà il vantaggio ai galletti. All’ultimo secondo arriva poi anche l’autogol del capitano Yobo per chiudere definitivamente il tabellino.  Alla Nigeria non sono bastati grinta e velocità per avere ragione della Francia, con un tasso tecnico nettamente superiore.

Peggio è andata alla Germania che solo ai supplementari riesce a sbarazzarsi dell’Algeria, disegnata troppo presto come vittima sacrificale degli ottavi. Partita bellissima, ricca di emozioni e di occasioni da una parte e dall’altra, con un primo tempo completamente regalato agli africani che hanno svariate possibilità per passare in vantaggio. Nel secondo tempo la Germania si sveglia e solo i miracoli del portiere algerino M’Bohli contro un grande Muller evitano il ko ai tempi regolamentari. All’inizio del primo supplementare arriva il gol con un tocco di Schurrle che di fatto chiude l’incontro: gli africani non riescono a pareggiare, mentre la squadra di Loew raddoppia sul finire dei giochi con Ozil. C’è spazio anche per il meritatissimo gol dei verdi, che riescono così a dimezzare lo svantaggio.

Nigeria e Algeria escono a testa altissima da questo mondiale, ma purtroppo non regalano una compagine tra le migliori otto al continente nero, che anche in questa edizione perde tutte le pretendenti nei primi turni.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.