Roma violenta (non il film del ’75)

 Secondo voi è normale che in una partita di serie A la Roma faccia 15 falli (quelli fischiati…) e riceva solo 3 cartellini, mentre il Milan, colpevole di 9 falli, riceva ben 4 cartellini (con alcuni dei falli in questione letteralmente inventati)?

Se scegli di giocare a calci anziché a calcio, è normale. Non solo: questo modo di agire può darti un grande vantaggio, in particolar modo se trovi un arbitro accondiscendente. Per vari motivi tutti ugualmente importanti:

 

1- Innanzitutto perchè gli avversari sono fisicamente indeboliti dal male che gli fai in maniera sistematica nell’arco dei 90 minuti. Se tu li meni, loro ne soffrono.

2- facendoti largo con spinte e falli, arrivi a creare maggiori occasioni di far gol, arrivando a sembrare perfino più forte. In realtà sei solo più violento e scorretto.

3- chi subisce le scorrettezze si innervosisce (e non poco) nel vedere spesso impuniti gli avversari e comincia a protestare, magari beccandosi anche la beffa del cartellino giallo, come successo a Paquetà in occasione del CLAMOROSO rigore non dato per il fallo di Kolarov su .

 

Il sistema comunque in genere funziona, specialmente se in campo ci sono gli arbitri giusti, gli interpreti (i calciatori) giusti e specialmente nelle categorie più basse, fra i dilettanti per intenderci. Ma funziona fino a un certo punto, perchè a volte, nonostante i molteplici falli e nonostante l’amichevole complicità dell’arbitro può succedere che non riesci nemmeno a vincere la partita, magari perchè il portiere avversario è troppo bravo. E qui c’è la sorpresa! Sei stato cattivo come volevi, hai spinto, dato nelle gambe, ma questo fattore non lo avevi proprio considerato. Sarà per la prossima, peccato!

Nils

Non possiedo preziosi monili, non colleziono vinili e non difendo diritti civili. Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). Considero normale, anzi indispensabile, un certo livello di faziosità, specialmente quando si parla di calcio, l'importante (per me, tu fai pure quello che vvvuoi) è non esagerare con la dose. Notate bene: a volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *