Press "Enter" to skip to content

Posts published in “Perfect Days”

Le tante volte che il Milan ha ridicolizzato il Napoli

La sera di San Siro dell’autunno 2015 entrò nella storia del Napoli: mai i partenopei erano riusciti a battere così nettamente il Milan. Complimenti come se piovesse e giustamente immensa la soddisfazione dei tifosi del Napoli, ma se è vero che quell’episodio parla chiaramente a loro favore, è anche vero che i rossoneri hanno annientato gli azzurri più e più volte nella storia, talmente tante volte che i tifosi rossoneri nemmeno se le ricordano tutte. Ma il problema si può risolvere facilmente perchè basta scavare un pò nel tempo andato per recuperare la memoria. Il 5-0 del 5 gennaio 1992, per esempio, o se preferite il 5-1 del novembre dello stesso anno.…

Quel derby vinto 3-0, nel segno di Pato

02 aprile 2011: uno dei nostri tanti derby vinti, anzi stravinti. Il Milan se lo aggiudicò realizzanto tre reti tutte nella seconda frazione, grazie a una doppietta di un Pato realmente incontenibile e con il suggello finale di Antonio Cassano al 90′. L’arbitro del match era Rizzoli, mentre gli sconfitti erano allenati da Leonardo. Fra le loro fila c’erano molti giocatori del tanto osannato Triplete, da Eto’o a Milito, da capitan Zanetti a Julio Cesar… tutti qui impietosamente maltrattati dalla squadra di Allegri. Una curiosità: in quella partita giocarono tre rossoneri ancora presenti nella rosa del Milan di oggi: Abbiati, Abate e Boateng. Il tabellino di quel’incontro: Milan – Inter…

L’uomo che segnò 5 gol alla Juve in 75 minuti

Dite quello che volete. Erano altri tempi, c’erano altri odori, altri sapori, altri colori. Sì, ok, tutto vero, ma il pallone era rotondo, anzi approssimativamente sferico anche allora. Pure lo sport era lo stesso. E queste due costanti bastano e avanzano. Nella lontanissima domenica 14 gennaio 1912, il Milan giocava in casa. Gli avversari di quel giorno erano proprio i bianconeri della Juventus, che scesero in campo con soli dieci uomini. Nils Liedholm diceva che a calcio si gioca meglio in 10 anzichè in 11, dunque per loro non c’è nessuna scusante valida. L’incontro terminò con la sonante vittoria dei rossoneri, che si imposero con il punteggio di 8-1, con il…

Qualche anno fa: Milan – Juventus 3-0

Facciamo un tuffo indietro nel tempo, ma non di tanto. 15 maggio 2010, era una serata di addii e di emozioni per i rossoneri. Il Milan voleva blindare il terzo posto, l’avversario si chiamava Juventus e avrebbe poi concluso il torneo in 7a posizione. Erano tempi duri per i bianconeri, l'”era Conte” sarebbe arrivata solo un paio di anni dopo. San Siro vuole salutare Leonardo, ai tempi amato (e successivamente odiato), alla sua ultima panchina con l’ex club di Via Turati. Il tecnico brasiliano risponde mettendo in campo il suo 4-2-fantasia: Seedorf dietro il tridente Pato-Borriello-Ronaldinho. I mattatori del match saranno proprio quest’ultimo, che siglerà una doppietta, e Luca Antonini,…

Milan – Napoli 4-1, 03/01/1988

…Ed eccolo, uno di quei match che definire epici non rappresenta un vuoto luogo comune. In campo tantissimi campioni, di quelli che rimarranno per sempre nella memoria dei tifosi, due squadre che dominavano la scena del panorama italiano, colme di quel talento che difficilmente rivedremo più (almeno per i prossimi anni) nella nostra mediocre Serie A. Parliamo del campionato 1987/88, vinto alla fine dai rossoneri dopo un avvincente testa a testa con i partenopei. Il Milan si presenta alla sfida con cinque punti di svantaggio, reduce da una sconfitta a tavolino contro la Roma (un petardo colpì Tancredi) e un derby natalizio vinto con un’autorete di Ferri, il tutto mentre…

Milan – Genoa 5-2

6 Gennaio 2010, siamo ai tempi del Milan di Leonardo. I rossoneri ospitano il Genoa di Gasperini, arbitra Orsato di Schio. Milan in campo con la coppia di centrali Thiago Silva – Nesta (ah, che nostalgia…), le chiavi del centrocampo a Pirlo, con Borriello, Dinho e Beckham in avanti. Si parte e sembra subito che possa essere un giorno favorevole al Genoa: Amelia al 12′ neutralizza un penalty di Ronaldinho. Poi al 25′ rossoblu in vantaggio con Sculli. La gioia degli ospiti, però, durerà molto poco perchè già 7 minuti dopo arriva il pareggio di Ronaldinho, su calcio di rigore. Dopo di che, solo Milan: al 38′ Thiago Silva, poi si…

Milan – Barcellona 4-0, 18/05/1994

Una di quelle serate epiche, storiche, di quelle che si tramandano con giornali e racconti alle future generazioni. Di quelle che rimangono scolpite nella mente per chi invece ha avuto, per motivi anagrafici, la fortuna di viverle. Una di quelle serate rese ancora più belle dal fatto che non te l’aspettavi: un risultato così netto ed eclatante contro una squadra davvero forte, più che favorita, quasi destinata ad una passeggiata di salute contro un Milan avviatosi alla fine di un ciclo vincente. Cruyff la pensava proprio in questo modo: “Non sbagliamo da 23 partite, perché dovremmo farlo ad Atene? Il nostro attacco è davvero devastante. Capisco le preoccupazioni di Capello…

Mission News Theme by Compete Themes.