Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Shevchenko”

Dall’esordio di Pato al deserto degli attaccanti

Il 13 gennaio 2008 faceva il suo esordio, in un Milan – Napoli, Alexandre Pato. Brasiliano di belle speranze, acquistato per prendere l’eredità di Shevchenko, al fianco di Kakà e Ronaldo quella sera fece brillare gli occhi dei tifosi e illuminò lo stadio con un gol e giocate straordinarie. Un nuovo Crack sembrava essere sbocciato, purtroppo tutti noi sappiamo come poi è andata finire. Nonostante la sua carriera non abbia rispettato le premesse, dieci anni dopo possiamo dire che il Papero è stato l’ultimo attaccante fuoriclasse e di prospettiva acquistato dal Milan. Se escludiamo la breve parentesi Ibrahimovic, giocatore già affermato, non vediamo esplodere a San Siro alcun talento da…

Milan – Roma 1-0, 02/05/2004

Nei cuori rossoneri Milan-Roma rievoca alcuni ricordi dolcissimi. Dobbiamo tornare indietro nel tempo di oltre dieci anni, precisamente al 2 Maggio 2004. I giocatori di Carlo Ancelotti sono lanciati verso il 17esimo Tricolore, e alla terzultima giornata affrontano la Roma di Fabio Capello e Totti, secondi in classifica. Il San Siro è pieno in ogni ordine di posto e la tensione è alta. Alle 15 il fischio di avvio, Ancelotti mischia le carte mettendo in soffitta il suo amato “albero di natale” e inserendo Tomasson a far coppia con Andriy Shevchenko, e alle loro spalle Kakà. L’inizio del Milan è veemente, i rossoneri spingono subito sull’ acceleratore e dopo appena…

Champions League: i 100 migliori giocatori della storia

Il quotidiano francese “L’Equipe” ha stilato la classifica dei 100 migliori giocatori della storia della Champions League. Nell’elenco, da sottolineare è la preponderante presenza di tanti campioni rossoneri (18 per l’esattezza). Giocatori indelebili, che hanno lasciato il segno a livello internazionale, e che hanno consacrato la loro prodigiosa carriera vestendo la maglia del Milan. Di seguito, l’elenco completo dei giocatori rossoneri e la relativa posizione in questa graduatoria: Paolo Maldini (3^ posizione) Alessandro Costacurta (11^ posizione) Clarence Seedorf (13^ posizione) Franco Baresi (33^ posizione) Andriy Shevchenko (37^ posizione) Marcel Desailly (38^ posizione) Mauro Tassotti (39^ posizione) Filippo Inzaghi (42^ posizione) Frank Rijkaard (46^ posizione) Andrea Pirlo (48^ posizione) Marco Van…

30 anni di Silvio

30 anni di Silvio Berlusconi: era proprio il 10 febbraio 1986 quando l’imprenditore italiano per eccellenza, allora 49enne e già proprietario delle reti Fininvest, acquistò e soprattutto salvò il Milan di Giussy Farina dal fallimento. Da quel giorno, la squadra rossonera iniziò quel cammino ben noto, che, in pochi anni, portò i rossoneri sul tetto d’Europa e del mondo. In realtà le date da ricordare a febbraio sarebbero due: il 10, quando Paolo Berlusconi firmò, nello studio dell’avvocato Vittorio Dotti e con i legali di Gianni Nardi, l’accordo per rilevare il 52% della società e il 20, data da sempre ricordata in casa rossonera, quando avvenne la ratifica ufficiale dell’acquisto…

Shevchenko: “Il Milan supererà questo momento di transizione”

L’ex bomber rossonero Andriy Shevchenko, mai dimenticato dai tifosi milanisti parla al Corriere dello Sport. Sul momento del Milan: “Le ultime 5 stagioni per noi milanisti sono state molto difficili. Il club sta attraversando un periodo di transizione e i dirigenti stanno cercando l’allenatore e i giocatori giusti per il loro progetto. Ho notato che il presidente Berlusconi ha ripreso a investire molto e che nelle ultime settimane è stato due o tre volte nello spogliatoio. La sua presenza porta entusiasmo a tutto l’ambiente. Nel calcio non è facile tornare al top dopo un momento di difficoltà: ci vogliono tempo e lavoro. Negli ultimi 25-26 anni, però, il Milan è una…

Andrij Shevchenko

In questo momento storico in cui il Milan risulta essere una squadra qualitativamente piuttosto mediocre, è un piacere ricordare il nostro Sheva, protagonista assoluto di un passato ben diverso e più vivace, in grado di farci emozionare ad ogni partita, ad ogni gol. Ogni sua azione, ogni trofeo vinto per noi rimane un ricordo indelebile, così vivo e chiaro che a volte ci sembra sia ancora il nostro presente. Un presente che vogliamo pensare immobile, fermo in quegli attimi di gloria, perché ciò che stiamo vivendo ora è troppo brutto per essere vero. E farà dunque sempre parte del nostro presente lo sguardo dell’ucraino che posa nervoso sull’arbitro e poi…

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano

Così cantava Venditti nel suo album “Da San Siro a Samarcanda” nel 1992. Le stesse parole che riecheggiano nel pensiero di molti tifosi rossoneri in queste settimane. Di chi stiamo parlando? Naturalmente di lui, Zlatan Ibrahimovic. Il grande gigante svedese, attualmente militante nel PSG dello sceicco Al Thani, è in orbita Milan da settimane ormai. La possibile svolta chiave? 16 giugno, Zlatan e l’agente Raiola decidono di recarsi a Doha per avere un confronto diretto con il presidente, per capire o meno se vi potesse essere un’eventuale possibilità di liberazione dal club parigino del giocatore. Quella giornata finì con un nulla di fatto, non vennero assecondate le pretese dell’attaccante (Ibra…

Mission News Theme by Compete Themes.