Tempi Rossoneri

Tutto sul MILAN: notizie, statistiche, pagelle, analisi tattiche, approfondimenti, opinioni e previsioni sul mondo rossonero (e anche sul calcio in generale)

Ecco i (pochi) nomi del Milan di Inzaghi

DiMirko

Mag 31, 2014

Ormai si attende solo la fine della guerra fredda con Seedorf (ma che comunque andrà per le lunghe) per dare il via al mercato rossonero e a definire il Milan che sarà. Pare che lo schema che Inzaghi adotterà sarà il 4-3-3, da qui si spiega la richiesta di Cerci o, dato il prezzo elevato dell’attaccante torinista, Biabiany.
In difesa sulle fasce prende sempre più corpo l’ipotesi Santon e la cessione di Constant al Newcastle, dato per certo l’addio di Emanuelson. C’è invece solo la speranza di non perdere De Sciglio per fare cassa, dal momento che è uno dei pochi in rosa a fare gola alle big europee. Tra i centrali si lavora ancora sul fronte Rami, in caso di addio del francese pronto Alex da Parigi; dovrebbero salutarci Silvestre e Zaccardo, per il resto tutto dovrebbe restare immutato.
Nemmeno dalla cintola in su vedremo grandi stravolgimenti: detto di Cerci, ancora incerta la permanenza di Taarabt, mentre si continua a vociferare di una cessione di Balotelli direzione Premier League. Anche Robinho finalmente dovrebbe salutarci per approdare in Brasile o in Turchia, mentre dovrebbe essere la volta buona per il ritorno di Paloschi dal Chievo, in cambio del giovane Petagna, che vedrà come compagni di reparto Pazzini e Matri, (quest’ultimo non si muoverà causa ingaggio elevato).
Insomma, non possiamo in nessun caso pensare a botti di mercato neanche quest’estate, in cui la solita parola d’ordine sarà “bilancio”. L’importante che la dirigenza non ci prenda in giro come sempre parlando di squadra da scudetto e “ultracompetitiva”…


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone