Tempi Rossoneri

Tutto sul MILAN: notizie, statistiche, pagelle, analisi tattiche, approfondimenti, opinioni e... previsioni

Male Giroud, molto bene Maignan. Le pagelle rossonere (Milan-Sassuolo 1-0)

DiEgidio

Dic 31, 2023 #Giroud
Spread this article

MAIGNAN Voto 7,0: para da par suo al minuto 32 deviando con la punta delle unghie il sinistro di Berardi. Attento e sicuro al minuto 39 su Bajrami, al minuto 50 su Toljan e al minuto 72 su Laurientè. Prova ad innescare Leao spesso e volentieri ma senza successo (e non per colpa sua).

CALABRIA Voto 6,5: come tutti quelli veloci Laurientè lo preoccupa un po’. Primo tempo guardingo, ripresa più arrembante.

KJAER Voto 6+: già di suo non è stato mai un fulmine di guerra, adesso tra acciacchi ed età che avanza, figuriamoci. Si limita a trotterellare per farsi trovare sempre pronto a ricevere e/o a spazzare a protezione. Salva di testa al minuto 10 e si proietta in attacco al minuto 68 spedendo al lato. Finisce la partita al minuto 80 complice il WWF che lo ha inserito tra le specie protette.

THEO HERNANDEZ Voto 6+: non può sgassare come vorrebbe e si limita a sventagliare. Pulito negli interventi e nei gesti tecnici.

FLORENZI Voto 6+: seguire Berardi con ogni mezzo di locomozione possibile concedendogli il minimo sindacale di pericolosità. Va al tiro insidiando Consigli al minuto 78. Affidabile e sicuro come un usato garantito.

LOFTUS CHEEK Voto 6-: al minuto 6 recupera palla e va al tiro, così come al minuto 28. Cerca spazio vitale davanti al pullman ospite sulla trequarti. Non una serata da ricordare, è sembrato non brillante. Esce sfatto prima del termine.

BENNACER Voto 6+: suo lo slalom con tiro finale al minuto 23. Cresce nella ripresa e serve per il vantaggio di Pulisic. Preghiamo che la Coppa d’Africa ce lo restituisca sano e magari più allenato.

REIJNDERS Voto 6-: al minuto 7 impegna Consigli e al minuto 9 va tra i paletti dello speciale per poi tirare. Al minuto 52 però cicca una ottima palla che sembrava fatta apposta per il gol. Meno veloce ed incisivo che in passato, spesso con un tocco di palla in eccesso.

PULISIC Voto 6,5: scatta a ripetizione per cercare di cogliere l’attimo fuggente rispetto alla linea difensiva che fa l’elastico. Tira alto al minuto 33 e poi al minuto 57 trova l’imbucata centrale per il vantaggio. Si spreme sino alla fine anche sul alto opposto.

GIROUD Voto 5,0: purtroppo dobbiamo dirlo non abbiamo, al momento, un centravanti. Sebbene il suo contributo sia cospicuo in termini di generosità, il nostro amico Oly in fase offensiva si vede poco o nulla. Molto appannato atleticamente, esce anzitempo.

LEAO Voto 5,5: spreca più di un 1 vs 1 (specie ai minuti 57 e 61), roba che non è da lui. Da ascrivere a tabellino un pericoloso cross e un tiro deviato in angolo al minuto 25. Casca troppo facilmente nella trappola del fuorigioco.

PIOLI Voto 6,5: 11 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte. Pesano non tanto le sconfitte ma le rimonte di Napoli e Lecce che avrebbero dato alla classifica un altro significato. Per il momento possiamo solo guardare e aspettare se succede qualcosa. Finiamo la partita con due liceali in campo e questo, magari tra qualche anno potrebbe avere un peso importante nel valutare il passato. Il cammino è da qualificazione in Champions tranquilla, e spero che si possa dare la giusta importanza alle Coppe, soprattutto quella Italia che non si vince dal 2003.

SIMIC S.V.: entra al posto del distrutto Kjaer.

ZEROLI S.V.: altro esordio prima degli esami.

ADLI Voto 5,0: tiene molto palla, forse troppo e ci fa imbestialire per un erroraccio al minuto 80.

JOVIC S.V.: non ha modo di incidere ma si vede che è un altro giocatore rispetto a due mesi orsono.

CHUKWUEZE S.V.: mette di poco a lato al minuto 89 di sinistro la palla del possibile raddoppio.

 

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *