Press "Enter" to skip to content

Milan – Bodø/Glimt 3-2, missione compiuta ma non senza attimi di paura

Marcatori: 15′ Junker, 16′, 50′ Calhanoglu, 32′ Colombo, 55′ Hauge.

Le pagelle dei rossoneri:

***

Donnarumma 7 La bella parata nel finale sul perfido colpo di testa norvegese salva il Milan da grosse grane. Per il resto contempla gli spalti vuoti di San Siro.

Calabria 6 Spesso (ma non sempre) attento, al cospetto di un avversario non facile. Hauge alla fine gli fa girare la testa ma tutto è bene quel che finisce bene.

Kjaer 6 L’esperienza che ha gli consentirebbe di passeggiare con sicurezza anche sulle lune di Saturno, ma il tosto danese deve faticare un pò contro i nordici più nordici (e giovani) di lui.

Gabbia 6- Junker gli gioca un brutto scherzo e nel complesso la prestazione del giovane difensore rossonero non è buona. Tuttavia è anche grazie a lui, a un paio di sue spazzate e chiusure tempestive, se il Milan è ancora in corsa per accedere all’Europa League.

Theo Hernandez 6 Solo sufficiente la prova del francese, molto bravo nella parte centrale del match, nelle sue solite incursioni, ma poco attento in fase difensiva negli ultimi 25 minuti, quando concede francamente troppo agli avversari.

Kessie 6+ Non bene in occasione del vantaggio norvegese, ma per tutto il resto della gara fornisce un apporto adeguato ed utile alla causa rossonera.

Bennacer 6 Malgrado qualche palla persa, fortunatamente non mortale, fino a quando rimane in campo l’affanno del Milan è contenuto.

Tonali 5 Dieci minuti finali nei quali entra male in partita o ci entra troppo morbidamente. Poteva costar cara.

Castillejo 5,5 Lo smilzo centrocampista spagnolo sembra uscito da un film western, nel quale vestiva i panni di una comparsa. Risulta utile più in fase di interdizione che altro. Ma non dovrebbe esser così.

Krunic 6+ Diversamente dall’ex bresciano, lui in partita ci entra in maniera adeguata e in una occasione riesce a spaccare la difesa norvegese regalando anche un assist che meritava miglior destino.

Calhanoglu 7,5 In linea con il suo superbo momento di karma, segna personalmente il gol che cancella ogni paura nel primo tempo ed il gol (bello) che consente al Milan di rilassarsi almeno per un pò. Suo anche l’assist di tacco per Colombo. Sua pure la grande mole di costruzione continua e sacrificio.

Saelemaekers 6,5 Molto dinamico come sua abitudine, segna quasi un gol e dialoga bene con Theo e Calhanoglu. Oltre a raccogliere tanti palloni rimettendoli velocemente a disposizione della squadra, sempre con atteggiamento positivo e propositivo.

Colombo 6,5 Esordio dal primo minuto con gol. Difficile chiedere di più. Da segnalare anche un buon assist a Castillejo e un tiro che impegna il portiere norvegese. Tocca pochi palloni ma cerca di farne buon uso. Si intravede una tecnica non banale.

Maldini 5,5 In tutta sincerità il suo ingresso non è molto diverso da un qualsiasi ingresso di Paquetà. Certo non è facile essere catapaltati improvvisamente dove infuria una battaglia.

Pioli 6 Non rinuncerebbe alle sue granitiche certezze in nessun caso e la partita col B.Glimt non fa eccezione. Forse era meglio tenere in campo Colombo fino alla fine. Avanti con speranza malgrado la rosa troppo corta.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.