Tempi Rossoneri

Tutto sul MILAN: notizie, statistiche, pagelle, analisi tattiche, approfondimenti, opinioni e… previsioni

Milan-Empoli 1-0, Kalulu super, bene Florenzi

DiEgidio

Mar 13, 2022 , , ,

tempirossoneri.com

 

    Maignan 6,5: nel primo tempo viene conteggiato come parte di quel 75% di capienza massima. Viene visto più volte sghignazzare con lo smartphone tra le mani. Intervistato sull’argomento, ammette di aver rivisto spesso su YouTube la papera di Donnarumma a Madrid. Nella ripresa, al minuto 48 non è incerto, su Luperto, e al minuto 50 non rischia, risolvendo una mischia.
   Calabria 6,5: copre le spalle a Messias senza particolari patemi se non quelli che gli causa il compagno di fascia che non supera mai l’avversario diretto. Si appiccica a Cutrone causandogli forte lacrimazione e chiudendo in bellezza al minuto 94 con un intervento degno del miglior Kalulu.
  Kalulu 7,5: Pierino prosegue nel suo percorso di crescita aggiungendoci stavolta anche la rasoiata del minuto 18 che vale la rete del vantaggio. Si muove nella savana della sua metà campo con l’agilità di un felino e la sicurezza di un veterano. Si dice che si è allenato in settimana nel tirare freccette alla sagoma di Botman. Pigmentato a quel modo è già difficilmente distinguibile da Tomori considerato che occupa la stessa zona del campo, inoltre è rasato come Kessie. Mettetegli un fiocco bianco che così è difficile da individuare.
  Tomori 6: gestisce palla e Pinamonti in collaborazione con l’eroe di serata. Altre volte è toccato a lui salire alla ribalta della cronaca, stasera basta così.
   Florenzi 7,0: sua la prima palla gol al minuto 8 per saggiare le qualità di Vicario. Sale e scende cum grano salis nel primo tempo, va al cross al minuto 25 e ancora al tiro al minuto 35. Nella ripresa occupa a dovere la zona di competenza e per vederlo a terra servono i crampi.
  Tonali 6,5: al minuto 10 un rimpallo facciale per poco non beffa Vicario. Gran movimento ad aprire spazi per i compagni e dare opportunità di scarico della palla. Efficace frangiflutti. Ci dovrebbe spiegare come ha fatto a prendere il giallo nei minuti di recupero.

   Bennacer 7,0: cosparge il collo del piede sinistro di Super Attack e poi va in giro per il campo ad arpionare palloni che poi regala a destra e a sinistra. Esce stremato dopo aver fatto pressing senza risparmio.
  Messias 5,5: tenta il duello offensivo più volte con poca fortuna ed altrettanta lucidità. Va al tiro al minuto 55 e, in fotocopia, al minuto 66. Non si risparmia in copertura per poi uscire per scelta tecnica.
  Kessie 6,0: nel primo tempo non si nota molto ma c’è, fa più il centrocampista che il trequartista, contrasta e recupera palla. È pericoloso al minuto 45 in mischia. Nella ripresa parte male e Pioli lo toglie saggiamente prima che i loggionisti di San Siro mettano mani ai pomodori.
  Leao 6+: parte che sembra voglia spaccare il Mondo. Taccheggia per servire Florenzi al tiro. Finte e controfinte sebbene talvolta ecceda in personalismi. È straripante al minuto 43. Nella ripresa invece traccheggia per 20 minuti per poi destarsi in tempo per uscire.
  Giroud 6,5: esegue una bella rovesciata acrobatica al minuto 27. La squadra predilige le vie esterne e lui ne prende atto, sbuffa ma non molla. Colpisce di testa al minuto 42, al minuto 44 impegna ancora Vicario e al minuto 76 mette ancora fuori di testa. Esce comunque esausto.
  Pioli 6,5: primo tempo bene, anche se non benissimo, ripresa di pura gestione delle forze e del risultato. Oltre ai tre punti portiamo a casa i miei valori alterati di pressione arteriosa. Vittoria preziosa. Adesso vincere a Cagliari e dopo la sosta della Nazionale, un crocevia importante: Milan-Bologna, Atalanta-Napoli e Juve-Inter. Buona cosa aver già incontrato la Juve cinica e fortunata di questo periodo.

Subentrati:

Ibrahimovic S.V.: entra per spaventare gli ospiti e verificare le condizioni fisiche.

 

Saelemaekers 6,0: al minuto 77 esegue una perfetta diagonale difensiva a chiudere nell’area piccola poi non rifinisce come potrebbe una bella ripartenza al minuto 82. Mette fiato e corsa nella gestione del finale di partita ma conferma di non essere nel suo momento migliore.

 

Brahim Diaz 6,0: consueta verve da zanzara fastidiosa. Immette energia, freschezza movimento, rapidità.

 

Rebic S.V.: conquista una utile punizione nei minuti finali interrompendo l’assalto disperato degli ospiti.

 

Krunic S.V.: l’Empoli tenta di sfondare sul nostro lato sinistro e lui corre soprattutto da quella parte.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone