Tempi Rossoneri

Tutto sul MILAN: notizie, statistiche, pagelle, analisi tattiche, approfondimenti, opinioni e previsioni sul mondo rossonero (e anche sul calcio in generale)

Napoli-Milan 0-1, decide Giroud, ma che bravo Tomori

DiSkip

Mar 6, 2022 ,

MAIGNAN 6: Attenzione, sicurezza, rapidità nel rimettere in gioco la palla e carisma ai massimi livelli. Comunque poco impegnato dal Napoli.

CALABRIA 6,5: suo il tiro – assist per Giroud. Calmo ed equilibrato (dall’80′ FLORENZI S.V.)

TOMORI 7,5: riduce Osimhen ai minimi termini. Implacabile come l’agenzia delle Entrate: le sue sono tutte decise ma non eccessive, al contrario delle tasse.

KALULU 7: Anche lui praticamente perfetto e spavaldo come Arnold, ricordate il telefilm? Bella coppia lui e Tomori, non c’è che dire.

THEO HERNANDEZ 7: a tratti straripante, spinge senza risparmiarsi e sul finire di partita serve la palla del raddoppio a Saelemaekers, che non trasforma.

TONALI 6,5: con successo, vigila arretrato sui tentativi di infiltrazioni nemica. Bene coi piedi, come di consueto (dal 68′ KRUNIC 6: entra bene anche se a guardarlo in faccia parrebbe un po’ assonnato, ma l’apparenza inganna).

BENNACER 7: prezioso in fase di raccattamento di palloni, talvolta si propone pure in avanti arrivando ad impegnare Ospina. Per poco non si procura un rigore.

MESSIAS 6,5: molto bene nell’aiutare Calabria in fase difensiva; alcune buone iniziative sulla fascia, potrebbe forse essere più letale, comunque è in crescita (dall’80′ SAELEMAEKERS 5,5: spreca molto malamente il gol del raddoppio nei minuti di recupero e non è la prima volta che si esibisce in questi errori).

KESSIÉ 6,5: gioca molto avanzato, come una sorta di trequartista ma dà una mano a Tonali e Bennacer quando serve. Assolutamente fondamentale, sebbene in passato abbia fornito prestazioni ancora superiori. Vogliamo credere che sia in crescita anche lui.

LEÃO 7+: continuo come non mai, addirittura stratosferico in certe sue iniziative palla al piede. Non possiede la potenza di Mbappè, ma ha la sfrontatezza di Pelè, la sinuosità di Belen e la morbidezza del pancarrè (dall’89′ IBRAHIMOVIC S.V.)

GIROUD 7: Koulibaly gli provoca un 20% di invalidità permanente ma lui non molla e appena ne ha la possibilità, punisce. Fa sempre penare il suo marcatore. Esce per noie muscolari a metà del secondo tempo (dal 68’ REBIC 6-: un po’ come le sue ultime apparizioni, entra come un bambino scocciato per essere stato poco considerato dai suoi amichetti).

PIOLI 7: tolti i primi dieci minuti di sofferenza, poi la squadra sale di livello e con grande consapevolezza supera l’ennesima prova di maturità . I rossoneri hanno voglia di vincere un trofeo, questo è evidente.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone