Tempi Rossoneri

Tutto sul MILAN: notizie, statistiche, pagelle, analisi tattiche, approfondimenti, opinioni e… previsioni

Milan-Inter 0-0, le pagelle di Leao e compagni

DiEgidio

Mar 2, 2022
votirossoneripagelle
Milan-Inter 0-0, Coppa Italia, semifinale di andata.

Le pagelle dei rossoneri:

***

MAIGNAN Voto 6,5: il pericolo maggiore sono i tacchetti di Lautaro. Para su Bastoni al minuto 20 e, appena ne ha la possibilità, tenta i suoi consueti lanci a ribaltare il gioco. Quando davanti hai gente che difende bene la fatica è dimezzata.

FLORENZI Voto 6,5: “bello de nonna” è giocatore esperto. Parte prudente ma poi col passare dei minuti acquista fiducia e si sporge spesso dal balcone per guardare nella metà campo avversaria. Chiude su Perisic al minuto 32 e al minuto 34. Va poi al tiro subito dopo. Attento come nelle migliori serate.

TOMORI Voto 7,0: torna e come per incanto la difesa riacquista la solidità smarrita. Accompagna Dzeko (che chiude bene al minuto 20 e poi al minuto 43), poi Sanchez, poi Correa alla porta, insalutati ospiti, col tempismo e la precisione dei grandi difensori di un tempo.

ROMAGNOLI Voto 6,0: fa in tempo a concedere a Dzeko qualcosa di piede per poi togliergliela subito dopo di testa. Su quest’ultima azione è costretto ad alzare bandiera bianca.

THEO HERNANDEZ Voto 6,0: sua al minuto 10 la seconda occasione della partita a seguito di penetrazione centrale. Nella ripresa si placa limitandosi a fronteggiare Dumfries con il quale non deve scorrere buon sangue.

BENNACER Voto 7,0: parte silente, quasi invisibile, poi cresce e arriva ad importanti livelli di prestazione. Novello Arsenio Lupin sbuca qua e là a rubar palloni con uno dei quali serve Leao al minuto 43. Molto bene.

KESSIE Voto 6,5: non è il Presidente straripante che conosciamo ma gioca per la squadra accoppiandosi alla perfezione con Bennacer.

SAELEMAEKERS Voto 5,5: due palle gol le ha ma non ne sfrutta mezza e per questo forse non portiamo a casa l’intera posta. Per il resto consueto contributo di gambe e corsa.

Annunci

KRUNIC Voto 6,5: il grigio, come detto, non passa mai di moda e lui, che spesso grigio appare, stasera assolve al compito di pedinare Brozovic per tutto il campo, costringerlo a giocare sotto pressione per accelerarne l’errore. Peccato che Rade si dimostri un po’ rude nella conclusione a rete.

LEAO Voto 6,5: ha il merito di impegnare Handanovic nella ripresa. Prova e riprova le sue accelerazioni. Tira a lato al minuto 26 e poi al minuto 27. Costringe Brozovic al giallo al minuto 32.

GIROUD Voto 6,0: si sacrifica in un oscuro lavoro di sponda ma non trova adeguati riscontri, specie in Saelemaekers. Su di lui il fattaccio di serata.

PIOLI Voto 6,5: partita di spessore sotto l’aspetto complessivo e altrettanto complessivamente dominata. Strategia azzeccata, col prode Rade a stalkerare Brozovic, precisione sottoporta un po’ meno. È mancato l’istinto del killer, perché sotto nel punteggio gli Intertristi avrebbero avuto grosse difficoltà a riemergere. Serve buttarla dentro, è la dura legge del gol, 883 docet. Buone sensazioni per il prosieguo della stagione, resta da affinare la precisione in fase di realizzazione.

KALULU Voto 6,5: entra che nemmeno lui lo sa. Si confonde con Tomori avendo di questo la medesima pigmentazione. La differenza non si sente perché Pierino francobolla Lautaro che viene declassato da toro a mucca Carolina.

DIAZ Voto 6,0: porta la solita vivacità nella metà campo avversaria non trovando (specie in Rebic) sponda adeguata.

MESSIAS Voto 5,5: meno risolutivo e preciso di altre occasioni, però ha il merito di tenere in ansia gli Intertristi dalla sua parte.

REBIC S.V.: per valutarne la prestazione dovrei ricorrere ai numeri relativi, perciò senza voto basta ed avanza. È sparito, non si sa dove sia andato ma soprattutto non si sa se e quando tornerà. Sbaglia persino i passaggi che io azzeccherei con le infradito.

CALABRIA S.V.: il ragazzo si farà, intanto l’esordio in un derby è sempre una gran bella soddisfazione. Ah, no, scusate. La partita di “bello de nonna” ne fa passare in sordina l’assenza.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone