Press "Enter" to skip to content

Milan-Parma 3-1. Le pagelle del Milan

Milan – Parma 3-1, 15 luglio 2020

Marcatori: Kurtic al 44′, Kessie al 55′, Romagnoli al 59′, Calhanoglu al 77′.

***

DONNARUMMA Voto 6,5: sul finire di un primo tempo che lo ha visto del tutto inoperoso arriva il fendente di Kurtic (minuto 44) che si insacca sul primo palo. Poteva fare di più? Quien sabe, dicono a Città del Messico. Si riscatta su Inglese al minuto 75 dando il via all’azione della terza rete e poi devia su cross di Darmian (munito 85).

CONTI Voto 5,5: prova a superare la linea di metà campo sin dall’inizio. Pioli lo richiama all’ordine, ma lui insiste quando Gervinho si sposta in altra zona del campo e riprende a mulinare le gambe e a spingere. Al minuto 33 perde palla banalmente e nel tentativo di recuperarla prende il giallo che causa la sua sostituzione all’intervallo.

KJAER Voto 6,0: cambia avversario dopo l’uscita di Corneliusson e perciò si trova fuori area a seguire Gervinho nell’azione del gol. Piccolo errore di gestione della palla al minuto 52. Deviazione decisiva sul tiro di Kulusesvky al minuto 72.

ROMAGNOLI Voto 6,0: il voto è la media tra il ritardo sul gol di Kurtic (fotocopia del gol di Mertens di domenica sera) e lo stacco di testa vincente (minuto 58) sulla punizione di Calhanoglu. A premessa, dico che era già stato pericoloso, sempre di testa, su azione d’angolo al minuto 19 spaventando Sepe. Degna di nota una estirada con ottima scelta di tempo su Kulusesvky al minuto 36.

HERNANDEZ Voto 6,0: Al minuto 8 e al minuto 16 si fa pericoloso su palla d’angolo. Spreca nel recupero del primo tempo sparacchiando su Sepe. Nella ripresa gli spazi si aprono e lui riprende a correre.

BIGLIA Voto 5,5: per caratteristiche è più statico di Bennacer e per questo è in ritardo sul cross di Grassi per il gol di Kurtic. Va al tiro al minuto 25. Esce senza demerito particolare, gli abbiamo visto fare di peggio.

KESSIE Voto 8,0: mai visto giocare così bene. Stasera ha ricordato quello dei tempi dell’Atalanta. Rara (da quando è al Milan) prestazione per corsa, lucidità, razionalità, presenza costante in ogni zona del campo con l’aggiunta di un gran gol al minuto 55 con un tiro da circa 25 metri che lascia di sasso Sepe. Già al minuto 22 era stato pericolo con un colpo di testa a lato di un soffio. Errori? Zero. E non è un problema di avversario, perché anche contro compagini di scarsoni il buon Frank spesso e volentieri ci ha fatto dannare l’anima. Ci siamo sbagliati prima? Oppure è sempre e solo stata una questione di convinzione? Anche lui sta sfruttando al meglio l’assenza del pubblico?

LEAO Voto 5,5: Inizia largo sull’out destro che sembra Jairzinho, votato alla ricerca della linea di fondo e del cross. Sembra motivato ed i suoi scatti da fermo sono efficaci. Tira al minuto 28 da dentro l’area. Poi piano piano si spegne sino alla sostituzione. Alti e bassi di un ragazzo di 20 anni, ci sta.

BONAVENTURA Voto 6+: il buon Jack è quello che chiama il pressing trovandosi spesso come il più avanzato dietro a Ibrahimovic. Da quella posizione potrebbe fare di più se evitasse qualche errore nella gestione della palla. Va al tiro al minuto 50. È suo il pallone per il terzo gol di Calhanoglu. Non eccelle nel ritmo non essendo più un giovincello ma tiene bene il campo sino al termine.

CALHANOGLU Voto 7,5: altro risorto all’epoca delle partite a porte chiuse. Parte bene e prosegue meglio, trovandosi sempre nella giusta posizione tra le linee di difesa e centrocampo del Parma nella “terra di nessuno”. Moto perpetuo, gioca a tutto capo e tutta gamba. Va al tiro al minuto 51, di poco alto. Segna dal limite al minuto 77 chiudendo la partita.

IBRAHIMOVIC Voto 6,5: gli è mancato solo il gol. Si aggira nei pressi del limite dell’area di rigore per fare da sponda per chi arriva a rimorchio. Al minuto 3 va a tiro (deviato), al minuto 34 ci riprova da lontano. Al minuto 42 tira alto di poco. Al minuto 84 di testa la mette fuori di poco. Mette Rebic davanti al portiere al minuto 87. Fa valere fisico ed esperienza. Ho il dubbio che si gestisca da solo anche sotto l’aspetto tattico.

PIOLI Voto 7,0: parte con Bonaventura e Calhanoglu che si stringono dietro ad Ibrahimovic alla ricerca del pallone di scarico. Nel primo tempo manca solo il gol, che arriva invece nella ripresa. Prosegue il ritmo del dopo Covid-19, con 5 vittorie e due pareggi. Squadra coesa e convinta delle proprie possibilità anzi a volte troppo narcisa. Gestisce bene anche i cambi, opportuni (specie quello di Conti in odore di rosso) e mirati.

BENNACER Voto 6: entra e a al Parma non fa piacere. Lui e Kessie, attenti a quei due.

CALABRIA Voto 6+: entra nella ripresa e trova subito e facilmente la linea di fondo campo per il cross. Non si capisce perché non abbia giocato sempre così, con la stessa grinta, la stessa determinazione, la stessa voglia.

REBIC S.V.: potrebbe timbrare il cartellino al minuto 87 ma tira su Sepe.

KRUNIC S.V.: atto di presenza, atto di valore.

LAXALT S.V.: eccitato dall’atmosfera, stranamente corre pure lui.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.