Press "Enter" to skip to content

Posts published in “Varie”

Star Sixes Casinò: il torneo delle leggende del calcio

Immortali stelle del calcio si sfidano nel torneo “Star Sixes”. Su Fox Sport dal 13 al 16 luglio Sul palcoscenico della prestigiosa O2 Arena di Londra stanno per scendere in campo tante fantastiche squadre che si sfideranno nel torneo “Star Sixes”. Si tratta della prima edizione di un torneo di calcio a 6 che vedrà 12 squadre contendersi la vittoria finale. Sponsor della manifestazione è StarCasinò, casinò numero 1 in Italia. Le dodici Nazionali (Italia, Spagna, Brasile, Germania, Francia, Inghilterra, Portogallo, Nigeria, Scozia, Messico, Cina, Danimarca) saranno composte da grandi campioni del calcio internazionale. Del Piero, Rivaldo, Puyol, Ballack, Roberto Carlos, Gerrard, Morientes, Rio Ferdinand, Pirès, Desailly, Ravanelli, questi alcuni dei grandi nomi che potrete ammirare di nuovo in azione sui rettangoli di gioco. Il capitano degli azzurri sarà Alex Del Piero, che…

CONFEDERATIONS CUP: risultati e punto della situazione

Se ne parla poco, ma in questo periodo per gli amanti del calcio e del verde rettangolo di gioco, occasione da non perdere è la Confederations Cup 2017. La manifestazione ha avuto inizio il 17 giugno scorso in Russia e andrà avanti fino ai primi di luglio (la finale si disputerà il 2 luglio a San Pietroburgo). Non ci sono gli Azzurri, ma partecipano Nazionali d’alto calibro come Germania, Portogallo e Cile. Le 8 Nazionali sono state spartite in due gruppi: nel primo girone ci sono Russia, Nuova Zelanda, Portogallo e Messico, mentre nell’altro Germania, Cile, Australia e Camerun. Competizione, questa, che è stata considerata da molti come una “maledizione”, in quanto la Nazionale che…

Da Erasmo da Rotterdam a Mino da Haarlem

Siamo lieti di ospitare questo articolo di Fabio Fernicola Avrà di certo nutrito anch’egli l’angoscia e il timore per il suo precario futuro il Nostro come quando, appena diciottenne, Ottaviano Augusto fu raggiunto in Asia Minore dalla notizia della imminente congiura allo zio Cesare. E certamente fu pervaso dall’idea del fallimento il Nostro come il ventenne Ramses II nella epica battaglia di Quadesh. Per fortuna non ha vissuto le sciagure di Michelangelo, il quale a diciassette anni si ritrovò senza lavoro e dimora dopo la morte improvvisa del Magnifico. Costoro, poveri fessi, hanno sacrificato la loro giovinezza ad un ideale: deriva dal latino, significa “rendere sacro”. E il tempo ne è sempre riconoscente, perché galantuomo.…

Donnarumma: Bandiera? Un venduto come Giuda

Tutti si ricordano di Giuda Iscariota, passato alla storia per aver dato il famoso bacio che tradì Gesù Cristo condannando quest’ultimo alla croce. Fortunatamente quel che stiamo vivendo in queste ore non è nulla di così drammatico perché riguarda semplicemente un giocatore che, dopo mille proclami e dichiarazioni d’amore, ha deciso di non rinnovare il contratto con la squadra che lo ha lanciato. Tutti si ricorderanno il famoso bacio dato alla maglia rossonera alla fine della partita contro la Juventus persa al ’97 dopo il rigore beffa di Dybala, un’altra persona che dovrebbe riflettere prima di fare certe dichiarazioni. A distanza di qualche mese possiamo ritenere quel bacio un gesto falso, ipocrita, sconsiderato. Mi accorgo…

Philipp Lahm, quando la completezza è un’arte

Un grandissimo calciatore dei nostri tempi, un terzino come ce ne sono pochi. In realtà definirlo terzino è assai riduttivo, perchè questo giocatore ha sempre avuto la rara qualità di comportarsi benissimo ovunque lo si mettesse in campo. Un tuttocampista, si potrebbe ben dire. Philipp Lahm nasce nel novembre 1983, a 11 anni entra nelle giovanili del Bayern Monaco, squadra con la quale poi farà la storia. Fino a questa stagione, l’ultima. Perchè Lahm si ritira, e lo aveva annunciato in anticipo, il 7 febbraio 2017. Chiude in bellezza salutando tutti con un trofeo, l’ennesimo di una lunga serie. Tempismo eccezionale, grande capacità di leggere l’azione avversaria, tecnicamente impeccabile, pulito, preciso, essenziale, tatticamente perfetto. Il sogno…

Cagliari, arresti nell’azienda del presidente

Il Cagliari, come sappiamo dal calendario, sarà l’ultima avversaria del Milan in questo campionato. Una squadra, quella sarda, che naviga da tempo in acque tranquille, avendo conquistato agevolmente la salvezza grazie a un attacco più che discreto (51 gol segnati, il Milan ne ha segnati solo due in più) e pazienza se durante il torneo la difesa rossoblu ha fatto un pò acqua da tutte le parti, con ben 69 reti al passivo (solo Pescara e Palermo hanno fatto peggio). Situazione dicevamo di tranquillità, ma solo dentro al rettangolo di gioco, perchè alcune vicende accadute nelle ultime ore hanno scombussolato l’ambiente del Cagliari, o per meglio dire la sua proprietà: sette persone legate all’azienda del…

Maldini: “Non tornerò al Milan, la decisione è presa. Le bandiere sono ingombranti in società”

L’ex capitano rossonero Paolo Maldini è tornato a parlare ai microfoni di Sky Sport a margine di un evento Nike. “Sto bene dai, non sono in grado di fare neanche una parte della maratona ma sto bene. Sinceramente le corse lunghe non mi sono mai piaciute, per le mie caratteristiche sono più vicino ai velocisti, diciamo che per chi ha problemi alle cartilagini le corse lunghe non sono il massimo”. Sulla possibilità di tornare al Milan: “Assolutamente no, ho preso la decisone tempo fa e sincerante credo sia stata giusta e ponderata. Io ho parlato ad ottobre, il closing si è fatto un mese fa, i miei dubbi sono rimasti. Resta sempre l’amore per questa squadra,…

Il rapporto controverso tra governi e gambling: il modello vincente della Svizzera

Il gioco d’azzardo ha da sempre evocato l’idea di un’attività proibita, ostacolata dai governi di diversi Paesi sin da epoche lontane. Eppure, anche nel santo Stato pontificio, si era ben consapevoli del fatto che “i giochi proibiti” potessero essere una fonte di introiti, e neppure di esigua rilevanza. La legalizzazione del gioco d’azzardo è così diventata un compromesso sia per aumentare le entrate economiche degli Stati sia per controllare le modalità con cui si svolge questo fenomeno sociale sempre più diffuso. La Svizzera ha da tempo una sua legislazione sul gambling: con 21 case da gioco su tutto il suo territorio (contro le 4 in Italia); imposte annuali per svariati milioni di franchi; un sistema…

Il miliardario che vince sempre (e non si muove mai a caso)

Cinico businessman, spietato finanziere d’assalto, abile investitore, avvoltoio, uomo senza scrupoli, generoso benefattore. Di definizioni ne ha avute diverse, mister Paul Elliott Singer, il creatore del colosso statunitense US Elliot management Corporation, il nuovo soggetto entrato in gioco nell’affair Closing Milan. Definizioni controverse, contraddittorie, ambigue, insomma una persona non facilmente decifrabile, ma di sicuro un vincente, pragmaticamente parlando, di soldi ovviamente. Uno che ha 2,6 miliardi di dollari di patrimonio e un’azienda valutata in borsa per oltre 30 miliardi di dollari. Uno che sa scegliere sempre il momento giusto per muoversi. Anche nell’affare che vede coinvolto il Milan, Singer è entrato nel momento più importante, quello decisivo, come un ago, con la silenziosità di una macchina da…

Mission News Theme by Compete Themes.