Press "Enter" to skip to content

Lazio – Milan: le pagelle dei rossoneri

 Diego Lopez 6.5 E’ un ottimo portiere, su questo ormai non ci piove, Nemmeno una squadra allo sbando gli fa perdere sicurezza e lui è bravo a limitare i danni, evitando una serata ancor più vergognosa.

Abate 5.5 Fra i terzini rossoneri è senza dubbio il più positivo della stagione, ma i biancocelesti ieri correvano a ritmi diversi e a questi livelli la volontà e l’impegno non bastano.

Mexes 3.5 Il suo raptus nel recupero non sorprende nessuno, lo conosciamo bene. Non merita questa maglia e non merita l’ingaggio che ha.

Alex 5 Ha perso la strada da un bel pò di partite e anche ieri, con quei compagni di reparto, non poteva evitare l’affondamento della nave.

Armero 5 Candreva lo mette subito alle corde e lo “picchia” dall’inizio alla fine. Non riesce mai a contenere la velocità del centrocampista azzurro.

Montolivo 5 Prestazione da dimenticare condita da un errore gravissimo che regala il gol a Miroslav Klose.

Poli 5.5 Parolo gli fa perdere la bussola e lui è sempre in affanno (Dall’83’ Muntari S.V.)

Van Ginkel 4.5 A volte ci si dimentca della sua presenza in campo e questo non depone a suo favore. Certo, è difficile stupire giocando una partita ogni 4 mesi (dal 55′ Pazzini 5.5 I suoi sprazzi di vivacità durano poco e non cambiano l’orientamento del match).

Bonaventura 6 Esce lui e si spegne completamente la luce, finisce il Milan (dal 52′ Cerci 5.5 Un paio di spunti interessanti, ma che sia pieno di doti lo sappiamo: il problema è rendersi concreto).

Menez 6.5 Contropiede da maestro trasformato in gol, su regalo di Basta. Insieme a Bonaventura sembra essere l’unico vero talento di questa squadra, ma chiaramente non può fare miracoli.

El Shaarawy 5 Non ci siamo ancora. La gamba forse ce l’ha, ma ha perso convinzione dei propri mezzi e quel lampo di follia che Menez invece possiede.

Inzaghi 4.5 Costretto dalle assenze a schierare quel tipo di formazione, riesce a far disputare un primo tempo di contenimento, ma alla fine tutti i nodi vengono al pettine. Non erano questi i sogni dei tifosi rossoneri.

Be First to Comment

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Mission News Theme by Compete Themes.