Un obiettivo da centrare assolutamente

 Dopo il quarto di finale fra Lazio e Fiorentina giocatosi ieri sera e vinto 1-0 dai biancocelesti, oggi a San Siro è tempo di derby. Milan ed Inter si affronteranno per la seconda volta in questa stagione (in campionato finì 3-2 per i nerazzurri). Il Milan, nonostante il cambio di allenatore, non ha invertito il suo trend negativo. A nove punti dalla zona retrocessione, e mai così male dal lontano 1981/’82 (anno, appunto, della retrocessione), La Coppa Italia e la coppa internazionale, dove il Milan si incrocerà con il Ludogorets nei sedicesimi di finale, rappresentano dunque gli unici obbiettivi da provare a centrare, e che potrebbero quantomeno mitigare la delusione di un campionato che ha evidenziato limiti enormi, sia tecnici che societari. Gattuso, che dovrà fare a meno del solito Conti e di Donnarumma (problema all’inguine per lui),  schiererà un 4-3-3 con Borini, Suso e Kalinic in attacco.

Sul fronte Inter, la situazione sembra esser peggiorata solo negli ultimi dieci giorni, con le due  sconfitte contro l’Udinese e Sassuolo. I ko sono coincisi con l’infortunio di Miranda (giocatore fondamentale per la retroguardia nerazzurra). Questa sera toccherà di nuovo a Ranocchia stare al centro della difesa. Possibili dall’inizio anche Cancelo e Joao Mario.

MILAN (4-3-3): Storari; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Locatelli; Suso, Kalinic, Bonaventura. A disposizione: Soncin, A. Donnarumma, Abate, Antonelli, Musacchio, Zapata, Paletta, Montolivo, Çalhanoglu, Borini, André Silva, Cutrone
INTER (4-2-3-1): Padelli; Cancelo, Skriniar, Ranocchia, Nagatomo; Vecino, Gagliardini; Candreva, Joao Mario, Perisic, Icardi. A disposizione: Handanovic, Berni, Santon, Lombardoni, Dalbert, Borja Valero, Brozovic, Eder, Karamoh, Pinamonti
0
0
0
0
0
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *