Press "Enter" to skip to content

Le pagelle degli azzurri

Sirigu 6 Nessuna responsabilità sui due gol presi e nel complesso poco impegnato dagli attaccanti bulgari. Ma l’ex Palermo è spesso troppo frettoloso.

Barzagli 6 Dimostra maggiore lucidità rispetto ai compagni di reparto, proprio lui che è reduce da un lungo infortunio.

Bonucci 5 Dov’è la sicurezza che a volte ostenta nella Juventus? Ha le sue colpe in occasione del pareggio.

Chiellini 5 Come il suo collega e compagno di club, spesso in affanno e non all’altezza dei suoi giorni migliori. In parte responsabile del 2-1.

Darmian 5.5 Insufficiente sia a destra che a sinistra, anche se nel finale qualcosa di buono combina.

Candreva 5 La qualità sembrava ieri sparita dai suoi piedi. Nella Lazio è spesso incontenibile, in azzurro no, anche a causa della diversa posizione in campo.

Verratti 5 Da lui ci aspettiamo una maggiore personalità e una migliore capacità di entrare subito in clima partita. Male nel primo tempo, meglio nella ripresa, ma le giocate illuminanti quasi non le abbiamo mai viste.

Bertolacci 6 Fra gli azzurri più attivi e non è un caso che dal suo piedi sia generato l’autogol dei bulgari (dal 71′ Soriano 6: nel finale di partita Conte cambia schieramento e il suo ingresso aiuta i nostri ad assestarsi meglio in campo).

Antonelli 6 Unico rossonero in campo, non demerita particolarmente ma è evidente che gli avversari non gli consentano di muoversi in avanti come vorrebbe (dal 77′ Gabbiadini 5,5: nel finale ha una clamorosa occasione per farci vincere, ma la fallisce malamente).

Zaza 4.5 Queste sono per lui preziose occasioni per affermare il suo valore anche in nazionale, ma ieri l’occasione non è stata per niente sfruttata. Sbaglia tanto, troppo (dal 58′ Eder 7: debutto con gol, il massimo che un attaccante possa sognare. Senza i suoi piedi brasiliani l’Italia avrebbe perso.

Immobile 5.5 Un pò come Zaza, con meno disastri ma gli stessi erroracci (nel primo tempo gli capita anche una buona occasione, che non sfrutta).

Conte 5.5 Su questo campo da lui definito ostico, anche Malta era riuscita a non perdere.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.