Tempi Rossoneri

Tutto sul MILAN: notizie, statistiche, pagelle, analisi tattiche, approfondimenti, opinioni e… previsioni

Sassuolo-Milan 0-3, le pagelle della giornata-scudetto

Ditempirossoneri

Mag 23, 2022 , ,
tomori

Maignan 6,5 Bel riflesso su Frattesi, per il resto non impegnato. Leader vero, porta a casa un altro clean sheet: fenomenale.

Calabria 6 Non brilla particolarmente e non sfonda come saprebbe, ma non era proprio necessario. Quasi gol nel finale.

Kalulu 6,5 Si consacra ottimo difensore, peraltro dotato della calma dei forti, a una giovanissima età. Veramente bravo.

Tomori 6,5 Scamacca vede le streghe e gli altri non di meno. Imprescindibile.

Dall’ 80’ Romagnoli S.V. Forse la sua ultima apparizione in rossonero, nella giornata del grande trionfo. Non male Alessio, te la sei meritata.

Theo Hernandez 6,5 Ennesima prestazione positiva, condita da un gol. Sulla sua fascia detta legge insieme a Leao e quando parte è sempre un piacere.

Tonali 7 Il simbolo di questo scudetto a mio parere è lui. Prova ripetutamente a insidiare Consigli, recupera palloni in quantità industriale. Peccato solo per il giallo per proteste che ne determina la sostituzione anticipata.

Dal 46’ Bennacer 6 Come sempre fa il suo dovere quando chiamato in causa. Pedina molto importante del centrocampo rossonero, è stato sia un buon titolare che un validissimo cambio.

Kessié 7+ Va in gol alla sua ultima in maglia rossonera, quasi a voler sottolineare e ribadire la sua immensa utilità. Buena suerte Frank.

Saelemaekers 6 Il solito dinamico peperino, poco concreto in zona gol ma molto prezioso e onnipresente ovunque.

Dall 80’ Florenzi S.V.

Krunic 6,5 Molto concreto sebbene poco appariscente, ottimo in fase di pressing. Tatticamente molto maturo, è riuscito a ritagliarsi più spazio di quanto chiunque potesse aspettarsi. Bravo Rade.

Dal 71’ Diaz 6 Entra nella parte finale del match per dare brio ed energia alla manovra. Un pezzo di scudetto è anche suo, le sue ottime prestazioni non sono state molte ma ci sono state innegabilmente.

Leao 9 Tre assist già basterebbero a giustificare l’8. La continuità acquisita nell’ultima parte del torneo gli vale un voto in più. Quando va via sprigiona una forza devastante simile a quella che riescono a scatenare molti serpenti nel momento dell’attacco: una forza che può raggiungere i 30G: circa 30 volte superiore alla forza di gravità. Bravo lui e chi ha saputo/voluto credere in lui, noi compresi (vedi questo vecchio articolo).

Giroud 7+ Semplice ma grande intesa con Leao. Due gol pesantissimi, da bomber vero. Grande Oliviero.

Dal 71’ Ibrahimovic 6 Va in rete su (ennesimo) assist di Leao, però in fuorigioco. Determinante per la crescita nel tempo di questa squadra, che però è stata capace di rendersi autonoma.

All. Pioli 9 Voto (complessivo stagionale) che non poteva essere più basso, per la capacità di gestione del gruppo, per l’aver saputo credere nelle proprie idee senza troppe divagazioni, per l’empatia e la capacità di far attuare le sue volontà ai suoi giocatori. Una squadra, definita da qualcuno, di “scappati di casa”. Ora, finalmente, un trofeo importante. Complimenti.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone