Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Racconti rossoneri – Storie di puro milanismo

Vi proponiamo un libro presente nelle edicole da un paio d’anni, dal titolo: “Racconti Rossoneri”, di Sergio Taccone. Il volume è un’antologia di ventuno racconti che tratta vicende sviluppatesi quasi esclusivamente tra la metà degli anni ’70 e la metà degli anni ’80, compresa la descrizione delle due annate passate in serie B (’80/’81 e ’82/’83), con il racconto delle partite disputate dal Diavolo nei campi della provincia italiana. Per i più curiosi, sono presenti anche le batoste memorabili di Taranto (nel dicembre dell’80) e contro la Cavese (nel novembre dell’82).Taccone richiama, peró, anche momenti indelebilmente belli di quegli anni: i due gol salvezza di Rivera (col Cesena nel ’77),…

3 punti col Sassuolo ed il brodino è servito

La vittoria con il Sassuolo per fermare l’emorragia e prolungare l’agonia. E’ questo, in sintesi, il riepilogo del posticipo domenicale a tinte rossonere. Una partita scialba, avara di emozioni e centrata ancora una volta sulle giocate del funambolico Suso. Nonostante un avversario sotto tono e svantaggiato da due importanti assenze come Berardi e Adjapong, il Milan ha manifestato la solita lentezza nella manovra d’attacco, riuscendo sporadicamaente a farsi pericoloso in area avversaria. Proviamo a riassumere in pochi punti gli aspetti positivi e quelli negativi del match disputato al Mapei Stadium. UP 1) La Vittoria: banale dirlo ma i 3 punti erano fondamentali per tirare una piccola boccata d’aria, con il…

Si rivedono i 3 punti. Le pagelle del Milan

DONNARUMMA 6,5: è grande al minuto 14 su Falcinelli, poi si guarda attorno senza doversi molto preoccupare. Efficace nelle uscite alte a pugno. ZAPATA 7: riecco il Zapata insuperabile di Udine. Qualche intoppo con il campo scivoloso non frenano il suo tempismo e la sua fisicità. Dalle sue parti non si passa, né per terra né per aria. BONUCCI 6+: guardingo, molto sulle sue all’inizio, come a voler sembrare quasi invisibile. Si nota per uno spintone plateale a Falcinelli e per un grande intervento in chiusura nel recupero del primo tempo. Si ripete con una spaccata acrobatica ad inizio ripresa, nel corso della quale si prende qualche libertà in più. Nessuno lo dice,…

Una partita come tante altre negli ultimi anni rossoneri

Ci risiamo. Ancora una volta a parlare di panchina super traballante, di probabilissimo esonero in caso di sconfitta, di crisi, di ricerca di una svolta. Pane per i denti dei tifosi del Milan. Stasera, contro il Sassuolo che di problemi ne ha più di noi,  assisteremo ad una di quelle partite da dentro o fuori di cui abbiamo ormai perso il conto. Poi alla successiva ci sarà il Napoli. Spiace dirlo, ma ci sono tutti i presupposti per perdere ulteriore terreno, perchè Bucchi si gioca la panchina tanto quanto Montella.  Di certo i neroverdi avranno motivazioni a sufficienza per cercare di prendersi i 3 punti. Il Milan… non ci giureremmo.…

Rallegratevi gente, è tornato Berlusconi

Il Milan non se la passa bene, 5 sconfitte in 11 partite di campionato e ben 16 gol subiti, Montella corre sulla lama di un rasoio, Gattuso è stato preavvisato e la dirigenza deciderà il da farsi durante la sosta per i playoff delle Nazionali, in funzione dei risultati ottenuti. L’eventualità è quella di un cambio alla guida tecnica della squadra. Con l’inevitabile conseguenza di veder sfumare ancora prima di dicembre la possibilità di raggiungere il quarto posto in classifica, utile alla qualificazione alla prossima Champions. Come se ciò non bastasse, reduci da dolcetti e scherzetti vari, ecco saltar fuori l’ex presidente Berlusconi, euforico per la campagna elettorale in fermento:…

Aek Atene – Milan, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6: L’Aek è poca cosa, e si fa vedere solo per qualche conclusione da lontano che Gigio controlla agevolmente. Musacchio 5: Uno dei peggiori. Si fa sistematicamente saltare e sbaglia tutto ciò che c’è da sbagliare. Nella ripresa, almeno il suo compitino lo fa senza sbavature. Bonucci 6: Le due gare di squalifica ci restituiscono un Bonucci sufficiente, che si propone spesso nella costruzione dell’azione. Non una gara eccelsa, ma di certo meglio rispetto alle ultime disastrose gare. Romagnoli 6,5: Buonissima la gara di Alessio, che in difesa non concede nulla e si propone anche nei calci piazzati, sfiorando un gol che sarebbe valso a tanto. Borini 5,5: L’impegno…

Aek – Milan: si riparte dall’Olimpico, ma oggi è un’altra storia

Si riparte dall’Olimpico di Atene, uno stadio che evoca dolci ricordi al tifo rossonero. Uno stadio che ha sempre fatto rima con Champions League, almeno in passato. Ora in gioco c’è invece una dura sfida contro l’Aek Atene e la qualificazione ai sedicesimi di Europa League: era un altro Milan quello che alzava trofei e primeggiava nel continente, ora c’è da battagliare in cerca di una rinascita che appare sempre più lontana. Stasera sarà fondamentale centrare i tre punti per vivere qualche giorno di tranquillità, almeno fino alla prossima gara. Vediamo le squadre come si presenteranno in campo alle 19. Doppia punta – Causa qualche infortunio e un marginale turnover,…

Atene, il fascino di una storia irripetibile

Eterna, duplice, sofferente, ricca di contrasti, indimenticabile. Atene è tutto questo e molto di più. Combattuta tra l’enorme peso di un passato immane e la crudele violenza di una modernizzazione che tutto copre col cemento, Atene riesce ancora a far risaltare la sua bellezza classica, forse proprio grazie al contrasto fra la grande concentrazione di edifici moderni e la solenne, imperante immortalità delle costruzioni antiche. Parlare della sua storia, dei suoi miti, della sua leggenda è sfida impossibile perchè gigantesca è la mole delle cose da sintetizzare in un breve articolo. Perciò scegliamo di procedere per cenni veloci, tanto qui dove tocchi tocchi bene. Il quartiere Plaka: il cuore di Atene,…

E se puntassimo tutto sull’Europa League?

Analizzando quanto emerso da queste ultime giornate abbiamo capito diverse cose e tratto le logiche conseguenze. Juventus, Napoli e Roma ci sono superiori, ma questo lo si sapeva anche ad inizio anno. Allo stato attuale però, anche Inter, Lazio e Sampdoria ne hanno più di noi e i punti di divario iniziano ad essere tanti. Niente di irrecuperabile, però o ci si dà una svegliata, oppure sul treno Champions non si riesce più a salire. Fassone è poi stato chiaro “Senza Champions il prossimo anno via due top player”, e, di conseguenza, campagna acquisti low profile. Qualificarsi per la prossima Champions League diventa quindi fondamentale. Ma, se invece che scegliere la…

I top e i flop del mese di Ottobre

Suso: l’asso spagnolo al momento è l’unico in grado di apportare pericoli costanti alle difese avversarie, l’unico imprevedibile e in grado di saltare l’uomo. Imprescindibile pedina che Montella ha rimesso al posto giusto dopo un mese piazzato come seconda punta. Borini: se il nostro Fabio ogni volta risulta il migliore dei suoi, non è un buon segno per il Milan. Polmone instancabile su entrambe le fasce, umiltà e sacrificio al servizio della squadra. Pur non avendo piedi buoni, è un uomo di cui non si può fare a meno. Cutrone: il ragazzo pare sempre di più il migliore dei tre attaccanti a disposizione. Impiegato col contagocce da Montella, ma si…

Halloween 2017: sconti da paura!

Sconti spaventosi, fino al 70%, nel giorno di Halloween 2017! Occasioni da cogliere al volo, perchè valide solo per poche ore, fino ad esaurimento dei quantitativi disponibili. Stiamo parlando delle offerte a tempo di Amazon: per esempio lo Smartwatch MallTEK Android, in vendita con il 59% di sconto a soli 17,99 euro, oppure il giradischi Lauson CL145 USB con conversione da Vinile a MP3 a 41,99 euro (l’offerta scade intorno alle ore 19.00 di questa sera). Se invece siete alla ricerca di una fantastica lampada da parete dovete approfittare del 64% di sconto sulla lampada a Led Unimall [Classe di efficienza energetica A+] in vendita a 14,44 euro, ma solo per poche ore. Per una più…

Il mondo parallelo del Milan

Che frequentare il mondo dei “social media” sia un modo di partecipare, un tentativo di lasciare una traccia della propria vita, a volte difficile, piccola e mediocre, è un fatto noto. Lasciare un’opinione, un’idea o invettiva che sia, innescare un dibattito, è “rendersi visibili”, è allontanare, anche per un solo momento, il fantasma dell’inesistenza che in tutti noi, in maggiore o minore misura, affonda nell’inconscio e determina i nostri comportamenti. Tutto ciò premesso, ho constatato nei miei quotidiani, coatti, mediocri contatti su twitter (unico mezzo social a cui sono iscritto) che il tifoso del Milan, da un paio d’anni a questa parte, ha dovuto acquisire una profonda conoscenza in un…

Juve in trasferta: ha preso gol da tutti tranne che dal Milan

Difficile far gol alla Juventus? Beh, diciamo che non è la cosa più facile del mondo, non lo è mai stato. Tuttavia in questa stagione la squadra di Max Allegri ha evidenziato qualche limite inatteso, proprio per quanto riguarda la retroguardia. I bianconeri come al solito hanno denotato un andamento eccellente in casa. Nelle partite esterne, invece, pur avendone vinte tre su cinque, hanno quasi sempre preso almeno un gol dagli avversari. Quasi sempre, perchè in una sola occasione, a San Siro con il Milan, la Vecchia Signora è riuscita a far rimanere la sua rete inviolata. C’è da chiedersi perchè solo l’attacco rossonero non sia riuscito a bucare una difesa che…

Higuain ne fa 2, il Milan zero. Le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6 Si fa notare solo per il taglio dei capelli, non compie interventi di particolare rilievo e nulla può sui due gol del Pipita. Zapata 6 Non sfigura per niente al cospetto di giocatori di livello europeo. Forse fa sentire troppo il fisico, ma non è certo un difensore da interventi chirurgici. Romagnoli 5.5 Finiti gli strafalcioni di inizio stagione, ogni tanto prendiamo atto della sua crescita, ogni tanto ci ri-imbattiamo in un errore. Ma contro un Higuain in serata possiamo quasi perdonarlo. R.Rodriguez 5.5 Personalmente i suoi cross sempre troppo scolastici – telefonati – prevedibili ma nel complesso abbastanza ben realizzati (nel senso che non fanno scaturire fischi di…

Milan – Juve, vincere per svoltare!

Montella è stato chiaro, “Battere la Juve sarebbe la svolta”. Noi siamo d’accordo con quest’affermazione dell’aeroplanino perché, dopo la vittoria ottenuta mercoledì al Bentegodi, un successo oggi darebbe continuità, ma soprattutto sarebbe una grande iniezione di fiducia per tutta la squadra e l’ambiente rossonero. Certo l’avversario è di caratura, è la Juventus sei volte campione d’Italia che si presenta a San Siro non esente da critiche e, soprattutto, non da capolista. Arriverà, quindi, una squadra senza più tutte le sicurezze di un tempo, ma al tempo stesso affamata e desiderosa di ritornare a dominare il campionato soffocando le (fragili) ambizioni rossonere. Massimilano Allegri ritorna a schierare dal 1′ Buffon, Chiellini,…

Mission News Theme by Compete Themes.