Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Statistiche tiri nello specchio: Milan fra le peggiori tre

Le statistiche di LegaSerieA.it offrono lo spunto per riflettere su un dato significativo: i tiri nello specchio della porta. Il Milan dopo due giornate di campionato ha tirato appena 6 volte. Solo Brescia e Spal hanno fatto peggio. Le altre 17 squadre del massimo campionato hanno tirato maggiormente in porta, compreso il Lecce che non ha ancora raccolto alcun punto. Non è ben chiaro se ciò dipenda dalla ancora non buona organizzazione offensiva messa a punto dal neoarrivato tecnico abruzzese Giampaolo o magari sia semplicemente dovuto alla scarsa qualità degli attaccanti, almeno dal punto di vista finalizzativo e della precisione.  La classifica dei tiri in porta è dominata dall’Atalanta di Gasperini, con 26 tentativi, a seguire…

Prima vittoria di Giampaolo in rossonero. Le pagelle

Milan-Brescia 1-0 (gol di Calhanoglu al 12′).  Le pagelle dei rossoneri: Donnarumma 6,5 L’insidia arriva al 36′ e lui risponde come un gatto, per il resto il Brescia si rivela essere poca cosa. Gigio deve stare attento alle uscite alte, alcuni palloni gli scappano di mano. Calabria 6 Spende un giallo intelligente – dicono, ma il giocatore del Brescia doveva farsi metà campo prima di arrivare in porta. Magari lo si poteva recuperare anche sulla corsa, chissà. Ottima chiusura su Dessena. Rodriguez 6- Qualche rischio, ma gli va sempre bene. Eppure siamo certi che prima o poi tornerà a combinarne una grossa. Musacchio e Romagnoli 6 Ordinaria amministrazione, Alfredo Donnarumma e compagni non è che si…

Il mistero dell’aldilà e il significato del cognome Paquetà

  Cosa c’è oltre la vita? La morte. E su questo non ci piove. Ma dopo..? Cosa c’è oltre il momento della morte? Boh, chi lo sa. Forse niente, il che non sarebbe nemmeno una sorpresona. Comunque, facciamo finta di non avere un briciolo di cinismo e diciamo che la questione resta un grande rebus, forse il rebus per antonomasia. Un enigma, un mistero profondo, la passione l’idea, l’immensa paura che tu non sia mia. lo so lo sai il tempo vola.. ma quanta strada per rivederti ancora – diceva Venditti in “Alta marea”, una canzone avvolgente, musicalmente sognante, nostalgica e un pò malinconica come il periodo che i tifosi del Milan stanno vivendo. Pazienza…

Indietro tutta: analisi dell’involuzione di un (non) fenomeno

Da tempo attraverso le pagine di Tempi Rossoneri ho rivolto la mia attenzione sulle prestazioni di Suso. Per chi vuole basta andarsi a rileggere (di seguito) le pagelle di fine stagione degli ultimi tre campionati da cui emergono, a mio avviso, dei punti di criticità che definiscono i contorni di un vero e proprio equivoco tecnico-tattico nel quale il Milan è caduto e che rischia anche quest’anno di essere un vulnus alla crescita dell’intera squadra. 2016-2017: Protagonista di un avvio di stagione fenomenale, corre, ricama, segna e fa segnare crossando. Fa sempre la stessa finta ma la fa tanto bene che non lo fermano. Incubo peggiore dei difensori di fascia sinistra che arretrano spaventati reclamando…

Patatrac rossonero all’esordio, l’Udinese vince alla Dacia Arena

Udinese – Milan 1-0 (gol di Becao al 27′ del secondo tempo) LE PAGELLE ROSSONERE: DONNARUMMA Voto 7: incolpevole sul gol. Trascorre una prima frazione quasi da spettatore a meno di qualche sporadica sofferenza su palloni alti e da fermo. Nella ripresa invece ha molto da fare: para su Mandragora (minuto 48), Fofana (minuto 50), Jajalo (minuti 58 e 62), per poi essere strepitoso su Lasagna al minuto 74. CALABRIA Voto 4: le partite si possono vincere o perdere, si sa, così come le prestazioni individuali possono essere più o meno positive. Tra il giocare male ed essere irritanti però la differenza è tanta. Ebbene oggi il “nostro” ha colmato tale differenza. Nemmeno al Torneo…

Le 100 rose più preziose al mondo: Milan 18°

Abbastanza interessanti i dati pubblicati dal sito https://www.transfermarkt.it/ specializzato in trasferimenti di calciomercato. Attraverso i valori di mercato di TM, viene fuori la seguente classifica dei valori, con il Milan al 18° posto, e una tendenza al miglioramento. Ecco le prime venti squadre più preziose:   1  Manchester City 2  Barcellona 3  Real Madrid 4  Liverpool 5  Tottenham 6  PSG 7  Juventus 8  Chelsea 9  Atletico Madrid 10 Bayern Monaco 11 Manchester Utd 12 Arsenal 13 Borussia Dortmund 14 Napoli 15 Inter 16 Everton 17 Lipsia 18 Milan 19 Valencia 20 Bayer Leverkusen 1,27 miliardi di euro 1,26 1,18 1,07 984,50 984 869 837,75 829,40 790,40 782,25  674,75 642,10 620,00 601,90 524,00 522,10 507,50 474,20…

Mercato inglese agli sgoccioli ma c’è ancora tempo per i grossi affari. Intanto Praet va verso l’Inghilterra

Dybala, Lukaku, Milinkovic Savic, Eriksen ma anche giocatori non di primissimo piano come Kessie, Praet e Suso. Il mercato inglese chiuderà l’8 agosto, fra meno di due giorni e il margine per concludere alcune importanti trattative si fa sempre più ridotto. La data è quindi di quelle importanti, poichè molto ruota intorno al campionato più rilevante d’Europa, alla disponibilità e ai giocatori dei club di Londra e dintorni. Nuove porte si apriranno forse altrove (Francia, Spagna, Germania e Italia in primis) qualora non si dovessero concretizzare gli affari di cui si vocifera ormai da tempo. Fra i trasferimenti caldi di queste ore, quello di Praet che starebbe per passare al Leicester. Niente Milan dunque per…

Quei maledetti bravi ragazzi

In un vecchio articolo dedicato a Giovanni Lodetti sottolineavamo l’importanza, nel calcio, del fattore umano –> il fattore emotivo, psicologico, è di primaria importanza nello sport come nella vita. Difatti le caratteristiche individuali di una persona determinano in molti casi il destino della stessa o quantomeno incidono in maniera notevole sullo sviluppo della vita dell’individuo. Questo è innegabile, non ci sono discussioni. Ricordo le parole di Gennaro Gattuso a fine novembre 2018. L’ormai ex allenatore rossonero aveva detto, per la precisione, che nel gruppo rossonero “Ci sono bravi ragazzi, anzi forse troppo bravi.” Un mese prima sulla stessa lunghezza d’onda lo aveva anticipato Lucas Biglia: «Il nostro gruppo è composto da bravi ragazzi, forse troppo…

Mercato Milan: molti acquisti, poche cessioni. In barba al FPF

In casa Milan la calda estate 2019 procede a suon di colpi di mercato. Diversamente dal previsto si tratta non di uscite ma per lo più di entrate: la sola cessione di una certa rilevanza è quella di Cutrone, appena passato alla squadra inglese del Wolverhampton. Dopo aver ufficializzato e presentato Krunic, Bennacer e Hernandez (per un totale di circa 44 Milioni, secondo www.calcioefinanza.it) la società rossonera sta ultimando le trattative che porteranno a Milano anche Leao Duarte, difensore centrale del Flamengo, e Rafael Leao, giovane attaccante del Lille, che già si trova in Italia per gli ultimi dettagli. Due operazioni che complessivamente costeranno al club di via Aldo Rossi un ulteriore esborso di circa…

Mission News Theme by Compete Themes.