Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Il nuovo step del professionismo. L’indifferenza

Il calcio del Duemila e venti (circa) è la naturale evoluzione di quello che lo ha preceduto. Questa se volete è un’ovvietà, tuttavia ritengo fondamentale sottolinearlo nel descrivere l’evoluzione di un mondo, di un movimento, di un popolo che è mutato, che non è più lo stesso. Il sistema calcio che oggi galleggia su grossi flussi monetari più o meno reali e più o meno autentici, si è intorbidito accogliendo personaggi inquietanti nelle moderne vesti di procuratori, consiglieri, esperti e agenti non meno inquinanti di quelli atmosferici. Al contempo si è impoverito di valori, di attrattiva, di fascino, di bellezza. In pochi decenni siamo passati dai campioni ben pagati ai coglioni superviziati (e super pagati).…

Riepilogando, come sono cambiate le carte in gioco

Sono giorni di cambiamenti rilevanti nell’organigramma del Milan. E non si tratta di un semplice rimescolamento. Paolo Maldini è stato ufficialmente promosso direttore tecnico, ciò significa che il ruolo di Direttore dello Sviluppo Strategico dell’Area Sportiva si trasforma in qualcosa di più importante, decisivo e operativo. Al suo fianco ci sarà una “nuova” figura, ennesimo cavallo di ritorno del glorioso club rossonero: Zvonimir Boban è stato infatti nominato nuovo Chief Football Officer. I due lavoreranno a stretto contatto, facendo da raccordo tra club e squadra. Per ovvi motivi Boban avrà un ruolo importante nei rapporti e nella comunicazione con le istituzioni sportive. Parole al miele nei confronti dell’ex capitano del Milan sono state spese dall’…

Gattuso, meriti e colpe della sua ultima stagione al Milan

La valutazione di un giocatore, nella singola partita o nel complesso di una stagione, si può fondare anche su dati numerico-statistici misurabili e perciò oggettivi: minuti giocati, chilometri percorsi, tiri effettuati, gol, assist, ecc. Per un allenatore ritengo si debbano tenere in considerazione anche altri elementi spesso non misurabili e perciò soggetti ad un tipo di valutazione estremamente soggettiva. Nel caso di Gattuso, ho inteso individuare alcuni aspetti che nel corso della stagione si sono ripetuti e che per la loro ricorsività hanno inevitabilmente caratterizzato la sua stagione. Ognuno può interpretarle come meglio crede, dando il peso maggiore a ciò che ritiene sia andato bene o a ciò che invece non è andato bene. COSA…

Pagelle stagionali 2018-2019: l’attacco del Milan

CALHANOGLU  5,81  A corrente (troppo) alternata. Quando sembra si stia destando dal torpore ricade improvvisamente in catalessi. Vorrei ma non posso, non ce la faccio. Basta guardarlo in volto durante la partita e ci si rende conto del disagio le cui cause sono ancora da esplorare. Probabilmente, quello buono non lo abbiamo mai visto a meno della trasferta di Bergamo. Punizioni calciate male, corner incomprensibili. E’ un trequartista, non è un esterno, forse è una mezzala. Tutto ciò premesso, ha delle qualità tecniche importanti e con un altro allenatore che lo impieghi stabilmente in altra zona del campo potrebbe risorgere. Parte se arriva un’offerta irrinunciabile. SUSO 5,87 Stagione caratterizzata (ma non è una novità) da un…

D.S. Milan: non è più tempo di suggestioni

Venerdì 7 Giugno con ogni probabilità sarà ufficializzato Paolo Maldini nel “nuovo” ruolo di Direttore Tecnico dell’A.C. Milan. In contemporanea la società potrebbe rendere noto lo staff che lo supporterà nelle scelte (per lo più di mercato), così come il Direttore Sportivo che prenderà il posto del dimissionario Leonardo. Soltanto a quel punto sarà lecito attendere l’annuncio del nuovo allenatore, che con ogni probabilità sarà Marco Giampaolo, attualmente alla Sampdoria. A oggi i nomi di cui si discute sono molteplici e variegati. I “sogni” restano Tare (Lazio) e Sartori (Atalanta), la cui permanenza nei rispettivi club di appartenenza non appare tuttavia in discussione. Ecco allora manifestarsi “suggestioni” e uomini di ritorno quali per esempio Zvonimir…

Pagelle stagionali 2018-2019: il centrocampo

GIOCATORE media voto GIUDIZIO COMPLESSIVO KESSIE 6,09 A corrente alternata. Cose buone e altre meno buone, tra le quali la lite nel corso del derby. Fa della corsa e della combattività le sue armi migliori, deve progredire nella fase di finalizzazione delle azioni che spesso contribuisce a costruire. Condivide con Bakayoko il peso di un reparto infortunato in alcuni e latitante in troppi altri accusando la fatica extra. Per l’età e i margini di miglioramento ove fosse affidato ad un allenatore che non si limiti al suo solo impiego, ma ne curi l’addestramento tecnico-tattico sarebbe giusto tenerlo. BONAVENTURA 6,00 Un brutto infortunio lo toglie di mezzo troppo presto. Ci sono mancati i suoi inserimenti, le…

Il Milan riparte dalle certezze

Un’ Europa League da protagonisti non è assolutamente una competizione da buttare. Dopo la delusione della passata stagione, il Milan potrà ripartire dall’Europa che meno conta ma che più può aiutare a riprendere gradualmente il volo per tornare in alto, una volta per tutte. I rossoneri, il cui finale di stagione 2018-19 è stato piuttosto altalenante e poco convincente, non potranno usufruire delle ingenti entrate economiche della Champions ma avranno l’obbligo di ripartire con fermezza e convinzione, oltre ovviamente a far fronte all’addio di Gennaro Gattuso, un tecnico che ha dato tutto per la società ed è andato via da vero signore dimettendosi dopo 18 mesi di alti e bassi. Mentre si inizia a sfogliare la…

Panchina Milan: braccio di ferro tra Inzaghi e Giampaolo

Giorni di attesa e riflessione in casa Milan: Elliott e Gazidis attendono che Paolo Maldini dia una risposta definitiva sulla proposta riguardante la figura di Direttore Tecnico e nel frattempo si diradano le incertezze sui candidati più papabili per il ruolo di allenatore, in sostituzione del dimissionario Gennaro Gattuso. L’indecisione di Maldini è motivata dalle forti pressioni che avrebbe vissuto in questa lunga e travagliata stagione, nonostante il suo ruolo di braccio destro del d.s. Leonardo fosse in realtà più di facciata che altro. L’ex terzino rossonero pretenderebbe dapprima garanzie sul budget a disposizione nella prossima stagione e in più vorrebbe carta bianca in sede di mercato, con l’eventuale collaborazione di uomini di fiducia (tra…

Mission News Theme by Compete Themes.