Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Huawei Week, ghiotte offerte dal 20 al 26 maggio 2019

Gli appassionati di telefonia drizzino le antenne, perchè è cominciata la Huawei Week, che comprende una serie di super offerte Amazon interamente dedicate ai prodotti della casa cinese. Dal 20 al 26 maggio i protagonisti assoluti saranno gli smartphone Huawei, in maniera particolare quelli della serie Mate 20, che sarà possibile acquistare con rilevanti sconti sui prezzi di listino e sorprese in omaggio. Per esempio il Huawei Mate 20 da 4/128 GB , in vendita a soli 399€, mentre il Huawei Mate 20 Pro da 128 GB più cover originale (in omaggio) a 579€ . Molte altre offerte sono disponibili sui modelli Huawei P20 Lite, P Smart 2019, P Smart+ 2019, per citarne solo alcuni. Senza…

Milan-Frosinone 2 a 0, le pagelle di Abate e compagni

DONNARUMMA Voto 7,5: dopo un primo tempo inoperoso nel quale suda solo per raccogliere palloni a fondocampo, sale in cattedra nella ripresa, prima parando il penalty di Ciano al minuto 48, poi respingendo a mano aperta su Valzanìa al minuto 87. ABATE Voto 7: alla carriera. Nella sua ultima a san Siro, macina la fascia di competenza come ai bei tempi. A parte le facili battute sui suoi cross, va via un professionista serio ed inappuntabile, stimato da tutti. Si immola su Paganini nell’azione del rigore. MUSACCHIO Voto 6,0: attento e tignoso in fase di marcatura, partecipa anche all’impostazione. Sia Trotta che Ciano girano prudentemente al largo. ROMAGNOLI Voto 6,0:…

Probabili formazioni e quote di Milan – Frosinone

Il campionato è agli sgoccioli, la giornata in programma è la trentasettesima, cioè la penultima. Il Milan di Gattuso ospita alle ore 18.00 il Frosinone, squadra già retrocessa. Mentre i rossoneri ancora sperano di poter arrivare quarti (molto dipende dal risultato del match di Torino), i laziali non hanno nulla da voler raggiungere se non l’estate, quanto prima possibile. Da parte rossonera, sarà interessante vedere se Piatek saprà riprendersi dal momento un po’ buio: contro il Frosinone ha già segnato 2 volte quando indossava la maglia del Genoa, l’occasione sembra dunque propizia. L’attesa maggiore, in ogni caso, è quella riguardante il risultato di Juve – Atalanta: senza una vittoria dei…

Piatek poco considerato e scarsamente assistito dai compagni (che forse sono proprio incapaci di crossare bene se non sporadicamente)

Mentre noti opinionisti tv come Adani evidenziano i limiti di Piatek (Sa fare solo gol e basta), altri personaggi del mondo del calcio fanno invece notare come siano pochi i palloni buoni a pervenire nelle vicinanze del polacco, che è a secco da 5 partite. E’ il caso di Zibì Boniek, connazionale di Krzysztof ed ex attaccante di assoluto valore, ovviamente di un’epoca molto diversa da quella attuale. A “Radio Anch’io Sport” l’ex juventino si è così espresso poche ore fa: “Piatek in crisi? No, il fatto è che prima segnava davvero troppo. Ora gioca nel Milan ed è troppo isolato. Non solo lui, lo sarebbe chiunque giocasse ora lì . Arrivano…

Di misura a Firenze, le pagelle di Romagnoli & company

Donnarumma 6,5 Bene su Muriel, Mirallas e Kessie. Abate 6 Ne ha giocate molte di queste partite e ciò gli consente di mantenere sempre il sangue freddo, anche davanti ad attaccanti atleticamente più freschi di lui. Musacchio 6 Mestiere ed esperienza da scaricatore di porto. Tiene botta senza patemi. Romagnoli 6 Gara di rientro molto tranquilla, contro i fenomeni di un futuro forse molto lontano. Rodriguez 5,5 Mirallas lo beffa nel primo tempo, ma non sfrutta l’occasione, per il resto se la cava a volte egregiamente, a volte no. Kessie 6 Pressa sovente molto alto, senza fare altro di particolare, se non cedere la palla ai compagni e tentare un…

Accadono cose strane (ma da tempo ci siamo abituati)

Cominciamo dai fatti più recenti: Lucas Paquetà squalificato per 3 giornate. La vicenda è già stata commentata da tutti, ma merita di essere risottolineata, perchè è veramente ai limiti dell’assurdo. Si è voluto punire una normale reazione dopo un’entrata killer (da dietro) dell’ avversario. Una stangata di quelle ormai ricorrenti, in primavera, per il Milan. Come quella che vide coinvolto Ibrahimovic nell’aprile 2011 (3 giornate di squalifica). L’anno successivo, in febbraio, lo stesso Ibrahimovic fu nuovamente squalificato per altre 3 giornate. Aprile 2013: Balotelli squalificato 3 turni. Maggio 2015: Menez squalificato 4 turni. E possiamo arrivare ai giorni nostri passando per le espulsioni di Paletta (ben 2 solo nel maggio 2017) e…

Milan-Bologna 2-1, Suso torna al gol, ottimo Donnarumma

Donnarumma 7 Nonostante i piedi per nulla affidabili, risulta decisivo in almeno un paio di occasioni, come su Orsolini al 14′. Musacchio e Zapata 6 Non bene, ma non malissimo. Ci sono momenti che i rossoblu gli sfuggono via troppo facilmente, la loro fortuna è avere Donnarumma. Rodriguez 5,5 Un tiro alle stelle; perde Orsolini al 14′ (anche lui ringrazi Donnarumma). Stranamente avanzato, ma come al solito poco o nulla produttivo. Abate 6,5 La vecchia guardia non tradisce neanche stavolta, Ignazio è fra i più vispi, attenti e decisi. Questo nonostante il mancato rinnovo del contratto. A dimostrazione che il cuore conta qualcosa, almeno per alcuni. Kessie 6,5 Presente in…

35a giornata: le probabili formazioni di Milan e Bologna

Posticipo del lunedì sera di un campionato ormai agli sgoccioli. La 35a giornata di Serie A vede di fronte Milan e Bologna, cioè una squadra aggrappata a non troppe speranze di raggiungere la Champions League e una squadra che quasi vede la salvezza. Bastano infatti una manciata di punti per far star tranquilli Mihajlovic e compagni. Proprio il grande ex della partita proverà oggi a fare un dispetto agli uomini di Gattuso. I rossoneri, in crisi conclamata (appena 1 vittoria nelle ultime 7 partite di Serie A) si presentano senza Romagnoli squalificato e con una serie di assenze pesanti causa infortunio. Per giunta, i recenti comportamenti poco professionali di Bakayoko…

Aguzza la vista: Fabiana Britto, bellezza milanista

Bellezza di origine brasiliana, a inizio 2018 è comparsa sulla copertina di Playboy, per motivi piuttosto chiari a tutti. E’ stato il miglior trampolino di lancio che potesse avere. Fabiana Britto, 171 centimetri di curve sinuose per 65 chilogrammi di peso, è una modella e showgirl dalle forme prorompenti, arrivata in Italia poco più di 7 anni fa.  La sua infanzia non è stata delle più facili, come lei stessa ha dichiarato in un’intervista concessa a VoceSpettacolo.com , ha dovuto rimboccarsi le maniche fin da piccola, facendo molti lavori diversi. Qui in Italia ha poi trovato un ideale sbocco professionale nel mondo dello spettacolo. Sorridente, socievole, esplosiva, Fabiana ama andare…

Milan, perchè non Ballardini?

E’ un periodo in cui gli allenatori, almeno a chiacchiere, volano nell’aria come i pollini, eppure nell’incessante valzer immaginario delle panchine i nomi accostabili al Milan sono più o meno sempre gli stessi: Conte, Sarri, Di Francesco, Pochettino,.. praticamente i soliti che da mesi virtualmente assediano la panchina di Rino Gattuso. Il tecnico calabrese, secondo quasi tutta la stampa, è ormai spacciato e i risultati non fanno che avvalorare questa tesi. Zero sarebbero le sue possibilità di permanenza a Milanello. Noi però non la pensiamo esattamente così: un eventuale quarto posto gli animi un pò li calmerebbe e muterebbe anche lo scenario ineluttabile che adesso molti si divertono a prefigurare.…

Top e flop del mese di Aprile 2019

↑ Reina: uno dei pochi a salvarsi in questo periodo tragico. Mette in campo esperienza e personalità in gare non semplici, soprattutto nella semifinale con la Lazio salva il salvabile e risulta il migliore in una serata da dimenticare. ↑ Bakayoko: in leggero calo anche lui rispetto alle belle prove dei mesi precedenti, ma nel marasma generale sembra di un altro livello, sia fisico che tecnico. Nella brutta trasferta di Torino è anche l’unico che crea qualche grattacapo a Sirigu. ↑Leonardo: in mezzo alla negatività generale, il ds rossonero ha almeno il merito di farsi sentire con parole forti e di denuncia dopo i fatti di Milan Lazio. Parole naturalmente…

Torino-Milan 2-0, il Milan perde partita e testa (ma alcuni non ce l’hanno mai avuta)

DONNARUMMA Voto 6-: primo tempo inoperoso sino alla parata su Belotti al minuto 38. Sfarfalla qualche volta in uscita alta. Causa un giallo a Paquetà al quale cede la palla ma con il quale non si intende, poi non può nulla su Berenguer. Ancora una volta sembra distratto (da cosa?). CONTI Voto 5: conferma di non saper (o non voler?) difendere, perciò commette falli che potrebbe evitare. Quando invece recupera palla oltre la linea mediana del campo lo fa con la faccia del bambino che sta andando al Luna Park. Ansaldi gli fa venire il mal di testa. MUSACCHIO Voto 5,5: fa a sportellate con Belotti, un po’ le dà…

Top 11 minutaggio Milan: la formazione sarebbe questa

Se prendiamo in considerazione il minutaggio del giocatori del Milan in campionato, la formazione ideale di Gennaro Gattuso sarebbe la seguente (schierandola con un 4-3-3): G.DonnarummaCalabriaMusacchioRomagnoliRodriguezBakayokoBigliaKessieCalhanogluCutroneSuso Da notare che volutamente non abbiamo considerato i cospicui minuti giocati da Gonzalo Higuain, ora al Chelsea. Se fosse ancora in rossonero, fra i titolari ci sarebbe anche lui (che per minutaggio scavalcherebbe Biglia): il Pipita ha infatti giocato poco più di 1000 minuti, quanto basta per rientrare fra gli 11 più utilizzati in campionato. Il polacco Piatek ha giocato solo poche decine di minuti meno di Higuain, probabilmente sarà sufficiente la partita odierna per metterli più o meno in parità a livello di…

Il moralismo da divano del calcio italiano

Parole forti quelle di Leonardo alla Gazzetta dello Sport, in merito a quanto successo nella doppia sfida con la Lazio. Parole che arrivano senza dubbio al momento giusto, dopo una bordata di polemiche sul gesto di Bakayoko e Kessie, ma soprattutto dopo una surreale indifferenza di fronte al grave comportamento dei tifosi laziali. Mancanza di personalità – In primo luogo il ds ha sottolineato come la Lazio abbia meritato la qualificazione alla finale di Coppa Italia. Pur tuttavia, a rigor di regolamento, la gara di mercoledi sera doveva almeno essere sospesa dopo gli ululati razzisti dei laziali, ma invece, a quanto pare, Mazzoleni è stato l’unico a non sentire (!)…

Milan triste e mediocre, ognuno ha fatto quel poco che ha potuto

Milan – Lazio 0-1. Le pagelle dei rossoneri: Reina 7 Grazie ai suoi ottimi interventi viene evitato un passivo che sarebbe stato più che umiliante, in casa e davanti a tanti spettatori. Caldara 6 Ottimo primo tempo, poi quando gli attacchi laziali si fanno più pressanti chiaramente non può fare miracoli proprio lui che non giocava da mesi. Esce a metà della ripresa per lasciare spazio a Cutrone. Musacchio e Romagnoli 5,5 Correa e Immobile spesso gli vanno via. Entrambi meno bene del solito, al cospetto di avversari veloci e determinati. Calabria 6 Non malvagio il suo apporto nella prima frazione, prima di uscire causa infortunio. Arriva anche al tiro,…

Mission News Theme by Compete Themes.