Press "Enter" to skip to content

Il finale tragico di un campionato horror

Il finale di uno dei peggiori campionati dell’era Berlusconi, anzi di certo il peggiore. Non paragonabile ai fallimenti del Milan di Kluivert e del bis di Capello, ora lo si sapeva ampiamente già a Settembre,

nonostante ridicoli e vergognosi proclami. E ora col Sassuolo ci troviamo a giocare una partita umiliante, su cui ci troveremo ben pochi riflettori. Una partita in cui il Milan, sì il Milan, si trova a dover vincere per forza e sperare in una serie di buone notizie dagli altri campi per accedere all’ultimo posto disponibile per l’Europa League.

A dire il vero la testa dei dirigenti, e forse anche dei tifosi, è già altrove: c’è il delicato nodo Seedorf da risolvere, i riscatti di Rami e Taarabt, e la ricerca affannosa di qualche spiccioletto o qualche parametro zero per racimolare un’altra ottima formazione. In questo marasma generale ci sembra quasi un delitto far esordire il povero Mastour, che magari ne sa ben poco di cosa stia succedendo ai piani alti. E se questo ragazzotto manterrà le promesse, non c’è problema: lo cederemo subito al miglior offerente in nome del famoso fair play finanziario.

Stasera quindi tutti col fiato sospeso per una partita epica: in ballo c’è il preliminare di Europa League da giocare a Luglio contro i metalmeccanici del Lussemburgo. E se per sfortuna dovessimo restare a casa il prossimo anno, fa nulla…è stato comunque un grandissimo campionato!

P.S.: Non ce ne vogliano i metalmeccanici lussemburghesi: è chiaro che le nostre parole non volevano offendere loro!


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.