Press "Enter" to skip to content

ITALIA – SPAGNA: facciamo diventare azzurre queste furie!

E così è arrivato anche il giorno in cui l’Italia deve affrontare le furie rosse, è giunto il momento di sfidare quella che un tempo era considerata “l’invincibile armata” (o per dirla in spagnolo “l’armada invencible”), è ora di giocarsela contro la Spagna. La nazionale giallorossa è un avversario di tutto rispetto, considerando che gli ultimi due europei sono stati vinti proprio dai sudditi del re Filippo VI, ma, forse, non è più quella squadra che quattro anni fa ci stracciò con un netto 4 a 0 proprio nella finale dell’ultimo Europeo. Gli spagnoli ci temono e, nelle tre partite del girone, non hanno impressionato, mentre l’Italia, eccezion fatta per l’ultima partita contro l’Irlanda, è parsa una squadra quadrata, ordinata e ben disposta in campo.

Conte schiererà in campo la stessa formazione vista in campo la prima partita contro il Belgio, quella meglio giocata, eccezion fatta per una o, al massimo, due pedine. Sicura sembra essere l’assenza di Candreva che dovrà dare forfait per il noto infortunio muscolare, al suo posto Florenzi. L’unico ballottaggio è, sempre sulle fasce, tra Darmian e De Sciglio. Solo all’ultimo saranno dissipati i dubbi circa l’esterno sinistro. Per il resto tutto confermato, sia il blocco difensivo di matrice bianconera che l’attacco composto dalla “strana coppia” Eder – Pellè. Sarà principalmente compito loro cercare di scardinare la difesa spagnola.

Del Bosque, in questo europeo, non ha mai fatto troppi cambi affidandosi agli stessi interpreti che, di conseguenza, saranno un “po’” più stanchi degli azzurri. Ma questo non deve essere un motivo da tenere in considerazione poichè la Spagna può sopperire facilmente a questo “handicap” potendo contare su grandi qualità sia singole che corali. Il reparto difensivo, specie nella parte centrale, può contare su due “colossi” come Sergio Ramos (Real Madrid) e Piquè (Barcelona). In mezzo al campo Del Bosque schiera tre paladini che rispondono al nome di Iniesta, Fabregas e Busquets. L’attacco sarà tutto sulle spalle dell’ormai ex bianconero Alvaro Morata, supportato sulle ali da Silva e Nolito.

Sia chiaro, la partita è difficile, molto difficile, ma vogliamo che questa Italia cambi colore alle cosiddette “Furie”, portandole dal tradizionale rosso all’azzurro. La missione, per quanto complicata, non è affatto impossibile.

Il fischio d’inizio è previsto alle ore 18.00 di questa sera, presso lo stadio “de la Mosson di Montpellier”. La partita sarà arbitrata dal turco Cakir.

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Florenzi, Parolo, De Rossi, Giaccherini, Darmian; Pellè, Éder. C.t.: Conte

SPAGNA (4-3-3) : De Gea, Juanfran, Piquè, Ramos, Alba, Iniesta, Fabregas, Busquets, Silva, Nolito, Morata. C.t.: Del Bosque


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.