Press "Enter" to skip to content

Milan-Juve 1-1, le pagelle di Calabria e compagni

Donnarumma 6,5 Il primo ed unico impegno della serata al 36′ su un tiro dalla distanza di Quadrado. Per il resto la Juventus non tira mai in porta.

Calabria 6,5 Buona partita, ottima la contrapposizione nei confronti di Ronaldo, Matuidi e Alex Sandro, addirittura riesce a indirizzare verso la porta il tiro più pericoloso del primo tempo, sul quale Buffon è bravo. Valeri gli fischia un fallo da rigore che non doveva essere fischiato, secondo la casistica spiegata da Rizzoli.

Kjaer e Romagnoli 6,5 Solidi e soliti baluardi difensivi, riescono a rendere quasi inoffensivi CR7 & company.

Hernandez 5,5 A volte un pò irruento e punitivo, ma non raggiunge le vette di Valeri.

Castillejo 7 Vispo e peperino, svaria molto correndo ovunque ce ne sia bisogno. Suo l’assist vincente per Rebic. Ammonito da Valeri, come diversi suoi compagni di squadra, salterà la gara di ritorno (dall’80’ Saelemaekers S.V.).

Kessie 6,5 Bella e robusta prestazione, tosto nei contrasti e meno apatico del solito.

Bennacer 6,5 Ruvido come sempre, a volte rischia qualcosa ma gli va spesso bene. E’ il motore del Milan, nessuno riesce a fermarlo.

Calhanoglu 6 Gregario di non eccelsa qualità, calcia male l’ennesima punizione da quando è in rossonero, senza l’aiuto, stavolta, di nessuna deviazione amica. Da’ il meglio di sè dopo la partita su Instagram, pubblicando una Stories in cui mette a confronto il braccio largo di Alex Sandro, su suo cross, in Juventus-Milan dell’anno scorso (rigore non concesso ai rossoneri) e l’intervento di Calabria invece sanzionato con la massima punizione. Il suo commento: “No comment” (dall’86’ Paquetà S.V.).

Rebic 7 Mette sotto De Sciglio dall’inizio alla fine, segna il gol del vantaggio e fa vedere una buona intesa con Ibrahimovic. Si e ci concede anche qualche bella giocata, che nella partita in questione proprio non abbiamo visto fare ai suoi più famosi avversari in maglia bianconera.

Ibrahimovic 6 Spondinaria amministrazione e niente più. Con saggezza perfino eccessiva evita ogni giocata rischiosa smistando la palla di qua e di là. E’ lui il faro che tutto illumina, peccato che non possa esserci a Torino a inizio marzo.

Pioli 7 Cosa deve fare di più quest’uomo oltre a mettere in campo una squadra che rimane sul pezzo per 90 minuti e passa, che va in vantaggio sulla Juventus e che tira in porta molto più dell’avversario senza quasi nulla rischiare in difesa? Ha la sfortuna di imbattersi in un arbitro che non punisce un lampante fallo di Dybala e nemmeno quello ai danni di Ibrahimovic: da entrambi gli episodi scaturiscono subito dopo danni enormi per i rossoneri (ammonizioni multiple, squalifiche e rigore contro).

Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook, Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove! --> Social Zone
Sei un appassionato di scommesse? Scopri il bonus di benvenuto Sisal!
Mission News Theme by Compete Themes.