Press "Enter" to skip to content

Milan – Sassuolo: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6: Attento sull’unica conclusione del Sassuolo, poi si fa notare solo per qualche uscita negli angoli avversari.

Conti 6: Meno propositivo del solito in fase offensiva, dove avrebbe potuto dare un apporto importante. Per il resto partita ordinaria.

Musacchio 5,5: Fa più fatica del solito a contenere le folate offensive, soprattutto nella prima parte della gara. Sarebbe il caso di cominciare a prendere in considerazione la carta Caldara.

Romagnoli 6: Attento come al solito in fase difensiva e non disdegna qualche scorribanda nell’area del Sassuolo, soprattutto sui calci piazzati.

Hernandez 6,5: Sempre il solito stantuffo sulla fascia, impegna Pegolo senza fortuna nella ripresa. Nel primo tempo trova l’ennesimo gol, annullato dal Var. Sarà grave la sua assenza a Bergamo.

Kessie 4,5: Colpevole sul gol annullato di Hernandez per un fallo di mano, troppo arruffone in fase di interdizione. Esce tra i fischi, giustissimi. (Dal 55’ Paquetà 5,5: Sfiora due gol che potevano cambiare la gara, per il resto si fa vedere poco, se non per un’ammonizione).

Bennacer 5: Partita storta del giovane nordafricano. Si mangia un gol a porta vuota e dà il via a due contropiedi del Sassuolo a causa di due sanguinose palle perse.

Bonaventura 5,5: Anche lui partecipa alla sagra dei gol mangiati, e anche lui, come quasi tutti i compagni di squadra, sembra in giornata no, causa errori e approssimazioni gravi.

Suso 5: Classica partita negativa dello spagnolo, di quelle che ormai conosciamo a memoria. Lento e prevedibile, qualche buon cross, nessun uomo saltato e nulla più. (Dall’85’ Castillejo s.v.: Pochi scampoli di gara per lui).

Piatek 5,5: Si fa notare in positivo per la sua voglia di lottare su ogni pallone, ma ne riceve troppo pochi stavolta per incidere. Bello il tacco con cui mette in porta Paquetà nella ripresa. (Dal 78’ Leao 6,5: Sfortunato con due tiri che si stampano uno sulla traversa e uno sul palo).

Chalanoglu 6: Anche lui sbatte sul muro Pegolo, cerca di rendersi protagonista di qualche giocata. Nulla di trascendentale da segnalare.

Pioli 6: Continua il processo di crescita della squadra, che ora pare avere una sua identità precisa. Naturalmente sulle tante occasioni buttate al vento poco può fare.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.