Press "Enter" to skip to content

Posts published in “Perfect Days”

Ottobre 1970: Juventus – Milan 0-2

Era l’epoca di Riva, Rivera, Gimondi, Cassius Clay, i giornali costavano 70 lire e non potevi scaricarli in pdf. Lo stipendio medio di un operaio si aggirava intorno alle 120.000 lire e la benzina costava 160 lire al litro. 25 ottobre 1970, quarta giornata di campionato. Nel suo stadio, la giovane Juventus, priva di Fabio Capello, ospitava il Milan di Nereo Rocco. Partita vibrante e molto spettacolare, che vedeva fra i migliori protagonisti il portiere rossonero Cudicini, autore di tre ottimi interventi a difesa della sua porta. Il Milan, con esperienza e trascinato da un Rivera in buona vena, passava in vantaggio al 40′ con un tiro al volo di…

Spal – Milan 2-4, era il 31 maggio del 1964

Campionato 1963-64. Era il Milan del presidente Felice Riva, Giuseppe Viani ricopriva la carica di direttore tecnico, in campo Rivera illuminava la scena. L’allenatore era l’argentino Luis Antonio Carniglia, a cui, i primi giorni di marzo, subentrò Nils Liedholm, che aiutò il Diavolo a concludere il torneo in crescendo. Proprio agli sgoccioli di quel campionato, all’ultima giornata, la 34ma, il Milan giocò a Ferrara con la Spal. Finì 4-2 per i rossoneri: le marcature furono aperte e chiuse dal rossonero Paolo “Ciapina” Ferrario. Nel mezzo il gol di Altafini, l’autogol di un giocatore della Spal e le reti di Matassini e Novelli per i ferraresi (fra i quali c’era un…

23 maggio 2007: l’ultima Champions a tinte rossonere

E’ difficile che nello sport il destino offra l’occasione perfetta per riscattare pienamente una sconfitta cocente o una delusione clamorosa. Eppure a volte succede. Come accadde al Milan il 23 Maggio del 2007 quando, nello stadio Olimpico di Atene, sotto gli occhi di un pubblico delle grandi occasioni che annoverava il presidente Berlusconi, accompagnato da diverse stelle del passato (Savicevic, Boban e Donadoni, tanto per ricordarne qualcuno), riuscì a battere per 2-1 il Liverpool nella finale di Champions League. Quello stesso Liverpool che 2 anni prima, ad Istanbul, aveva sconfitto i rossoneri ai rigori dopo aver ribaltato incredibilmente un parziale di 3-0 a favore del Milan, che alla fine del…

Milan – Fiorentina 6-0

12 dicembre 2004: davanti al pubblico di casa, il Milan ospitava la Fiorentina in una partita che prometteva spettacolo. In effetti così fu, anche se totalmente a senso unico. La partita, arbitrata da Rodomonti, comincia con ritmi tranquilli, ma il Milan gioca bene ed è illuminato dal talento di Ricardo Kakà. Dopo una dozzina di minuti il brasiliano apre per il connazionale Cafu, che crossa da destra: Crespo viene trattenuto in area e per l’arbitro è calcio di rigore. Va a batterlo Andrea Pirlo, il cui tiro risulta però troppo morbido. Nessun problema, sulla ribattuta del portiere ci pensa Seedorf a far gol di testa. Uno a zero per i…

Milan – Roma 1-0, 02/05/2004

Nei cuori rossoneri Milan-Roma rievoca alcuni ricordi dolcissimi. Dobbiamo tornare indietro nel tempo di oltre dieci anni, precisamente al 2 Maggio 2004. I giocatori di Carlo Ancelotti sono lanciati verso il 17esimo Tricolore, e alla terzultima giornata affrontano la Roma di Fabio Capello e Totti, secondi in classifica. Il San Siro è pieno in ogni ordine di posto e la tensione è alta. Alle 15 il fischio di avvio, Ancelotti mischia le carte mettendo in soffitta il suo amato “albero di natale” e inserendo Tomasson a far coppia con Andriy Shevchenko, e alle loro spalle Kakà. L’inizio del Milan è veemente, i rossoneri spingono subito sull’ acceleratore e dopo appena…

Milan – Juve 4-0, marzo 1989

Correva l’anno 1989, precisamente la ventunesima giornata di campionato: era il 12 marzo 1989 quando il Milan del maestro Arrigo Sacchi, nell’immenso stadio di San Siro in fase di ristrutturazione (stava per essere realizzato il terzo anello) asfaltò la Juventus di Dino Zoff con un secco 4-0. Rossoneri campioni d’Italia in carica, ancora ignari di ciò che a breve sarebbero riusciti a conquistare ancora una volta dopo ben 20 anni, salendo sul tetto d’Europa per la terza volta. Quella contro la vecchia signora era una partita fondamentale in un campionato mostratosi fin da subito difficile con troppi punti persi per strada. Per questo il vate di Fusignano decise di mandare in campo i migliori, nonostante l’impegno successivo contro il…

Milan – Lazio 2-1, era il 06 febbraio 2005…

Un Milan con lo scudetto cucito sulla maglia tenta una rincorsa alla Juve capolista, mentre la Lazio ha un disperato bisogno di punti per rimettere a posto una classifica veramente difficile. Alla fine dei giochi la Juve la spunterà, ma che Milan quei tempi… Mister Papadopulo imbastisce una squadra votata alla difesa, cercando di imbrigliare le tante stelle rossonere, e il gioco effettivamente riesce. Gli uomini di Ancelotti non riescono in nessun modo a trovare il varco giusto: il risultato, un primo tempo avaro di emozioni e di bel gioco, tanti errori e qualche fallo di troppo. Nella ripresa il copione sembra lo stesso, ma per i rossoneri le cose…

Le tante volte che il Milan ha ridicolizzato il Napoli

La sera di San Siro dell’autunno 2015 entrò nella storia del Napoli: mai i partenopei erano riusciti a battere così nettamente il Milan. Complimenti come se piovesse e giustamente immensa la soddisfazione dei tifosi del Napoli, ma se è vero che quell’episodio parla chiaramente a loro favore, è anche vero che i rossoneri hanno annientato gli azzurri più e più volte nella storia, talmente tante volte che i tifosi rossoneri nemmeno se le ricordano tutte. Ma il problema si può risolvere facilmente perchè basta scavare un pò nel tempo andato per recuperare la memoria. Il 5-0 del 5 gennaio 1992, per esempio, o se preferite il 5-1 del novembre dello stesso anno.…

Quel derby vinto 3-0, nel segno di Pato

02 aprile 2011: uno dei nostri tanti derby vinti, anzi stravinti. Il Milan se lo aggiudicò realizzanto tre reti tutte nella seconda frazione, grazie a una doppietta di un Pato realmente incontenibile e con il suggello finale di Antonio Cassano al 90′. L’arbitro del match era Rizzoli, mentre gli sconfitti erano allenati da Leonardo. Fra le loro fila c’erano molti giocatori del tanto osannato Triplete, da Eto’o a Milito, da capitan Zanetti a Julio Cesar… tutti qui impietosamente maltrattati dalla squadra di Allegri. Una curiosità: in quella partita giocarono tre rossoneri ancora presenti nella rosa del Milan di oggi: Abbiati, Abate e Boateng. Il tabellino di quel’incontro: Milan – Inter…

L’uomo che segnò 5 gol alla Juve in 75 minuti

Dite quello che volete. Erano altri tempi, c’erano altri odori, altri sapori, altri colori. Sì, ok, tutto vero, ma il pallone era rotondo, anzi approssimativamente sferico anche allora. Pure lo sport era lo stesso. E queste due costanti bastano e avanzano. Nella lontanissima domenica 14 gennaio 1912, il Milan giocava in casa. Gli avversari di quel giorno erano proprio i bianconeri della Juventus, che scesero in campo con soli dieci uomini. Nils Liedholm diceva che a calcio si gioca meglio in 10 anzichè in 11, dunque per loro non c’è nessuna scusante valida. L’incontro terminò con la sonante vittoria dei rossoneri, che si imposero con il punteggio di 8-1, con il…

Qualche anno fa: Milan – Juventus 3-0

Facciamo un tuffo indietro nel tempo, ma non di tanto. 15 maggio 2010, era una serata di addii e di emozioni per i rossoneri. Il Milan voleva blindare il terzo posto, l’avversario si chiamava Juventus e avrebbe poi concluso il torneo in 7a posizione. Erano tempi duri per i bianconeri, l'”era Conte” sarebbe arrivata solo un paio di anni dopo. San Siro vuole salutare Leonardo, ai tempi amato (e successivamente odiato), alla sua ultima panchina con l’ex club di Via Turati. Il tecnico brasiliano risponde mettendo in campo il suo 4-2-fantasia: Seedorf dietro il tridente Pato-Borriello-Ronaldinho. I mattatori del match saranno proprio quest’ultimo, che siglerà una doppietta, e Luca Antonini,…

Milan – Napoli 4-1, 03/01/1988

…Ed eccolo, uno di quei match che definire epici non rappresenta un vuoto luogo comune. In campo tantissimi campioni, di quelli che rimarranno per sempre nella memoria dei tifosi, due squadre che dominavano la scena del panorama italiano, colme di quel talento che difficilmente rivedremo più (almeno per i prossimi anni) nella nostra mediocre Serie A. Parliamo del campionato 1987/88, vinto alla fine dai rossoneri dopo un avvincente testa a testa con i partenopei. Il Milan si presenta alla sfida con cinque punti di svantaggio, reduce da una sconfitta a tavolino contro la Roma (un petardo colpì Tancredi) e un derby natalizio vinto con un’autorete di Ferri, il tutto mentre…

Milan – Genoa 5-2

6 Gennaio 2010, siamo ai tempi del Milan di Leonardo. I rossoneri ospitano il Genoa di Gasperini, arbitra Orsato di Schio. Milan in campo con la coppia di centrali Thiago Silva – Nesta (ah, che nostalgia…), le chiavi del centrocampo a Pirlo, con Borriello, Dinho e Beckham in avanti. Si parte e sembra subito che possa essere un giorno favorevole al Genoa: Amelia al 12′ neutralizza un penalty di Ronaldinho. Poi al 25′ rossoblu in vantaggio con Sculli. La gioia degli ospiti, però, durerà molto poco perchè già 7 minuti dopo arriva il pareggio di Ronaldinho, su calcio di rigore. Dopo di che, solo Milan: al 38′ Thiago Silva, poi si…

Milan – Barcellona 4-0, 18/05/1994

Una di quelle serate epiche, storiche, di quelle che si tramandano con giornali e racconti alle future generazioni. Di quelle che rimangono scolpite nella mente per chi invece ha avuto, per motivi anagrafici, la fortuna di viverle. Una di quelle serate rese ancora più belle dal fatto che non te l’aspettavi: un risultato così netto ed eclatante contro una squadra davvero forte, più che favorita, quasi destinata ad una passeggiata di salute contro un Milan avviatosi alla fine di un ciclo vincente. Cruyff la pensava proprio in questo modo: “Non sbagliamo da 23 partite, perché dovremmo farlo ad Atene? Il nostro attacco è davvero devastante. Capisco le preoccupazioni di Capello…

Juventus – Milan 2 – 3 d.c.r., 28/05/2003

Il 28 maggio del 2003 a Manchester era di scena la prima finale tutta italiana della storia della massima competizione continentale: il Milan arriva all’appuntamento dopo due derby epici in semifinale, la Juve dopo la sfida col Real Madrid, quella della famosa espulsione di Nedved. Partita brutta, tesa, estremamente equilibrata, condita solo da un gol annullato al nostro Sheva (fuorigioco di Rui Costa) e da una traversa di Conte nella seconda frazione di gioco: lo sviluppo naturale degli eventi dice rigori e rigori saranno. Sbagliano Trezeguet, Zalayeta e Montero, per il Milan Seedorf e Kaladze. L’ultimo rigore, quello di Sheva, consegna alla storia le immagini della tensione dell’ucraino che guarda…

Mission News Theme by Compete Themes.