Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Seedorf”

Seedorf preso a pesci in faccia da una compagnia teatrale di attori mediocri

La fase più acuta della crisi del Milan deve ancora arrivare, di questo ne siamo praticamente certi. Lo diciamo con profonda amarezza perchè è quantomai evidente che mese dopo mese eventi sempre più sconcertanti si susseguono senza soluzione di continuità. Clarence Seedorf, chiamato a gennaio per salvare una squadra in crisi e riuscito in pochi mesi a portare il Milan fra le migliori quattro squadre del girone del ritorno (meglio di Fiorentina, Parma e Torino), viene ora sbattuto fuori di casa, a lavoro compiuto. Per cosa, poi? Per vedere sulla panchina l’incognita Filippo Inzaghi, allenatore sì della Primavera rossonera, ma mai di un club di serie A. Cosa ha sbagliato Seedorf? Probabilmente ha sbagliato nell’opporsi…

Inzaghi al Milan: altro salto nel buio

Probabilmente ieri sera si è consumato l’ultimo atto della telenovela mister. Già poco dopo l’annuncio dell’incontro Galliani – Berlusconi cominciava a circolare con sempre più insistenza il nome di Pippo Inzaghi per la panchina, dal momento che lo stesso Emery aveva annunciato la sua volontà di rinnovare con il Siviglia. A questo punto sarà rivalutata anche la posizione di Tassotti che insieme a Filippo Galli dovrebbero essere i vice di Inzaghi.  Si tratta, senza esagerare, di un altro salto nel buio per la panchina rossonera: fosse solo un problema economico, non sarebbe stato meglio proseguire con Seedorf e mandare Pippo a fare esperienza altrove? Perché solo di problemi economici si tratta, dal momento che quasi…

I 3 motivi per cui Seedorf deve rimanere

È notizia delle ultime ore che il Milan si sarebbe interessato ad Unai Emery, allenatore del Siviglia, ultima squadra vincitrice dell’Europa League. Nonostante le smentite di turno, la lista dei possibili successori del tecnico olandese si allunga. Ma siamo sicuri che la scelta migliore non sia quella di continuare con Seedorf? Secondo noi l’olandese deve rimanere sulla panchina del Milan e abbiamo individuato tre motivi su tutti che ci portano a pensarla così. – In primo luogo nel periodo più buio dell’era Berlusconi, la scelta della continuità sembra quella più azzeccata. Seedorf ha avuto già modo di tastare il terreno e vedere che aria tira dalla parti di Milanello. Conosce bene i problemi societari e…

Dopo Seedorf ? Jurgen Klopp!

Contro l’ottusità al potere a volte non si può far nulla. Allora se i vertici dirigenziali hanno deciso che Seedorf deve essere rimosso dall’incarico, beh devono stare bene attenti a sostituirlo con un top trainer, altrimenti la rivolta della piazza rossonera sarà rabbiosa ed incontenibile. Noi tifosi pretendiamo che a guidare il Milan ci sia gente che abbia adeguate competenze e una certa esperienza. Cioè che abbia quel qualcosa che forse Seedorf ancora non ha, nella sua appena iniziata carriera da tecnico. Allora vanno bene i nomi di Donadoni e Spalletti: il primo, che è stato un monumento del calcio italiano e una pietra miliare della storia del Milan, ha portato a termine una brillante…

Le 5 tappe che hanno reso ridicolo il Milan

Anche quest’anno siamo giunti alla fine del campionato, e anche quest’anno abbiamo dovuto subire brutte sconfitte e amare umiliazioni cavalcando sempre l’onda delle illusioni. Illusioni che la società ha vergognosamente prodotto nascondendo un declino ormai noto a tutti. Tale declino (societario e tecnico) non è iniziato però quest’anno, ma ha radici lontane. Ripercorriamo insieme le tappe principali che ci hanno portato ad oggi.   La trattativa Pato – Tevez  Galliani ha il sì di Tevez, e può così mettere il City con le spalle al muro. Intanto la voce Pato al Psg diviene sempre più realtà: con 25 mln si chiude. Galliani vola a Londra per concludere questo geniale intreccio e tutti contenti. All’improvviso arriva…

Dopo il rombo Seedorf proporrà la triglia

Clarence Seedorf le sta provando davvero tutte per restare anche la prossima stagione sulla panchina del Milan. L’esperimento rombo ha portato i suoi frutti, il derby è stato vinto, Berlusconi e Galliani hanno gradito, eppure a fine partita il dottor Galliani non è sembrato super entusiasta di una eventuale riconferma del tecnico olandese. Si è limitato a rimandare tutto a fine campionato, glissando la domanda dei giornalisti. Allora Seedorf, che fesso non è, nella prossima importante partita con l’Atalanta cercherà di attirarsi le simpatie di Adriano Galliani disegnando una formazione a forma di triglia, uno dei pesci preferiti dall’amministratore delegato. Se il rombo è stato buono, la triglia sarà deliziosa – confida Seedorf, che crede molto in questa nuova idea. Tutti i…

Milan, enigma formazione: Seedorf potrebbe anche non cambiare niente

Contro un Inter che fa sapere, tramite Mazzarri, di non aver paura di nessuno, Clarence Seedorf cercherà oggi di continuare per la sua strada, nella massima autonomia decisionale che pensa ancora di avere. Allora non aspettiamoci di sorprenderci troppo nel leggere la sua formazione. Improbabile la ventilata ipotesi delle due punte (Balotelli e Pazzini insieme), invece più probabile, ma non certo, il ritorno di De Sciglio fra i titolari; Bonera e Abate a contendersi una maglia sull’altro lato della difesa. Possibile anche l’impiego del giapponese Honda, che questioni legate al marketing spingerebbero in campo. Già, il marketing… Questo derby, prima sfida da allenatori fra Seedorf e Mazzarri, sarà arbitrato da Bergonzi e rappresenta, più per…

L’aperitivo misterioso di Galliani e Seedorf

In questi giorni la stampa ha puntato i riflettori su un incontro molto strano tenutosi tra Galliani e Seedorf al ristorante milanese di proprietà del tecnico olandese stesso. L’ad ha tenuto a precisare che si trattava solamente di un semplice aperitivo, senza secondi fini, anche se con ogni probabilità è stato “consigliato” a Seedorf di mettere in campo con più frequenza i possibili nazionali (in particolar modo Abate e De Sciglio) e Honda (per esigenze evidentemente commerciali), e affiancare un’altra punta a Balotelli, quindi Pazzini. Il saggio e onnipresente tutor, che ormai sta aspettando solo il momento giusto per sbolognarsi l’attuale tecnico, non avrebbe fatto altro che rendere più difficile la vita al nostro caro…

Seedorf condannato da una società colpevole e allo sbando

Cosa è accaduto negli ultimi giorni nella sempre più asfissiante atmosfera rossonera? In sostanza che la banalissima intervista rilasciata da Seedorf a Sky non era concordata con la società, per cui non in linea con il regolamento interno della stessa. Queste le parole di Galliani, polemiche ma non troppo dato che lui stesso ha voluto subito chiudere la questione, eppure queste situazioni fanno molto riflettere quanti in questo periodo seguono le vicende extra calcistiche dei rossoneri e soffrono nel veder cadere nel paradossale, se non nel ridicolo una società che ha dettato legge per decenni e che è stata per molti un modello di comportamento. A noi sembra indegno trattare in questo modo Seedorf (per…

Mission News Theme by Compete Themes.