Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Taarabt”

Il Milan a Genova ritrova vecchie conoscenze. Ritroverà anche il sorriso?

Dimenticare l’Europa League per il sogno Champions. Dopo la brutta prestazione di giovedì in Europa League, il Milan si riaffaccia in campionato, dopo due settimane di stop, con il solo obiettivo di vincere e cercare di recuperare punti in ottica qualificazione Champions League. L’avversario di oggi è il Genoa, una squadra che, con l’arrivo di Ballardini in panchina, ha decisamente cambiato passo rispetto alla gestione Juric. Non sarà affatto facile a causa di diversi aspetti come, ad esempio, le condizioni meteo che al Marassi si preannunciano “turbolente” e l’aspetto psicologico negativo a causa della sconfitta contro l’Arsenal, dopo un lungo filotto di risultati utili consecutivi. Compito di Gattuso sarà proprio…

Taarabt, forse c’è ancora l’Italia nel suo destino

Ricordate Adel Taarabt? Scommettiamo di sì, perche nella sua breve esperienza in un Milan semidisastrato, lasciò in tutti noi il ricordo di un talento cristallino, ottime giocate, assist e qualche  bel gol. Poi il destino lo mandò in Portogallo, al Benfica, dove non è mai riuscito ad entrare nel cuore dei tifosi, per usare un eufemismo. In estate Taarabt ricevette anche delle offerte dall’Italia, però disse: “Ho offerte in Italia, ma sono un numero 10: conosco la Serie A, andrei a difendere, non a brillare. In Italia, se non sei una delle prime cinque, le altre quindici soffrono. E poi, quando hai giocato nel Milan, dover tornare in Italia per un club…

Il Pagellone 2014: il centrocampo

Birsa 5.5 Lo sloveno ha stupito tutti con un paio di grandi partite, alle quali non ha saputo dare seguito, anche perchè la fiducia riposta in lui non è stata mai tanta. Piedi buoni che avrebbero potuto avere una carriera diversa. Bonaventura 7 Il centrocampista più positivo dell’anno è arrivato in rossonero all’ultimo minuto e quasi per caso. In campo ha dimostrato sicurezza, classe, piedi raffinati e capacità di andare in gol. Cosa chiedergli di più? Nulla. Cristante 6 Uno dei pochi rimpianti della stagione sta proprio nella sua cessione. Liberarsi di un giovane talento che era stato capace anche di andare in gol è davvero una mossa suicida e che…

Desideri: il primo regalo del 2015…

Sì, lo avete riconosciuto, è proprio lui: Adel Taarabt, l’unico barlume di luce nel deprimente buio della scorsa stagione. I tifosi del Milan, anche i più distratti, lo ricordano bene. Il talentuoso giocatore marocchino fu costretto a lasciare la squadra rossonera al termine di una stagione disastrosa per il Milan ma assai positiva a livello personale, mesi di ottime prestazioni che tutti pensavano potessero essere il preludio a una grande carriera nella più importante squadra di Milano. Invece no, Taarabt è poi tornato in Inghilterra, senza troppa voglia ma anzi a malincuore, come ha avuto modo di dire in più di una occasione. Intervistato recentemente da Sky, proprio Adel ha ribadito la sua…

Adel Taarabt, l’uomo sospeso fra Milano e l’Inghilterra

L’arrivo di Menez sembrava dovesse definitivamete chiudere la breve esperienza del marocchino Taarabt in rossonero, ma negli ultimi giorni pare ci sia invece qualche spiraglio per rivedere Adel a Milanello. Il prezzo del giocatore dovrebbe calare con l’avvicinarsi di fine agosto e c’è anche l’opzione di poter valutare un altro prestito. Il QPR non vuole a tutti i costi tenersi un giocatore che ha manifestato voglia di rimanere a Milano e un compromesso potrebbe essere raggiunto senza troppi problemi. Noi siamo sicuri che Inzaghi abbia bisogno di un giocatore come Taarabt: Menez, per quanto talentuoso, non ha mai offerto garanzie di continuità e il piccolo infortunio con il quale è attualmente…

Milan, la situazione Poli, Taarabt, Rami

Nell’attesa che si chiuda questo disastroso campionato, il fronte mercato è già bollente: a breve infatti il Milan dovrà risolvere le questioni riguardanti Rami, Taarabt e Poli, le cui situazioni non sono ancora ben definite. Prima del Mondiale di certo sapremo tutto con chiarezza, ma andiamo ad analizzare caso per caso gli ultimi aggiornamenti. Poli  La questione meno spinosa delle tre. Il prossimo mese Sampdoria e Milan si siederanno ad un tavolo per discutere la comproprietà del calciatore. La Samp spera che i rossoneri lo comprino a fine stagione, altrimenti, in caso di mancato accordo, servirà una terza sistemazione visto che un ritorno alla Samp  è praticamente impossibile. Ad ogni…

Adel Taarabt: da errore di mercato a nuova stella

Tutti storcevano il naso a Gennaio, per una campagna di riparazione a dir poco disastrosa, che non avrebbe mai potuto riparare l’irreparabile. Il giapponese Honda sarebbe servito solo per fare soldi, Rami sarebbe stato uno dei tanti centrali scarsi acquistati finora, per non parlare dello sconosciuto marocchino, questo Taarabt, buono solo a litigare con i mister di Fulham e Qpr. Flavio Briatore confermava sulla bontà di questo acquisto ed è bastato davvero poco per capire che l’unico ad aver ragione era proprio Briatore. All’esordio un gran gol al San Paolo contro un Napoli comunque vittorioso, poi partita dopo partita si è capito subito che era uno dei pochi in squadra…

Super Abbiati e terza vittoria di fila: Marassi espugnato fra mille difficoltà

Che sofferenza e che fatica! La terza vittoria consecutiva in campionato (mai accaduto in questa stagione) costa energie e tante difficoltà, al cospetto dei padroni di casa rossoblu, quantomai volenterosi, determinati e sfortunati. Non può rimproverarsi quasi niente la formazione di Gasperini, per lunghi tratti messa meglio in campo e più bella da vedere rispetto ai rossoneri. Il Milan deve ringraziare il suo tanto criticato portiere, le cui parate risultano, alla fine dei conti, veramente decisive per la vittoria. Seedorf comincia l’incontro con una difesa composta da Bonera, Mexes, Rami e Constant. Davanti a loro Montolivo ad affiancare De Jong, e qui saranno sofferenze, per via di un centrocampo rossoblu più…

Nel segno di Kakà e Taarabt

Sette gol in campionato in questa stagione, 300 presenze con la maglia del Milan e 104mo gol segnato in rossonero. Ecco i numeri di Ricardo Kakà, grandissimo protagonista della vittoria di ieri con il Chievo, quando ha realizzato una strepitosa doppietta infiammando San Siro e i suoi tifosi. Una ennesima risposta, la migliore possibile, nei confronti di chi storceva il naso nel momento in cui il brasiliano decise di tornare nella squadra che lo rese grande. Non solo Kakà, però. Un altro protagonista indiscusso di questa rinascita rossonera è senz’altro Taarabt, la cui presenza in campo è quasi sempre sinonimo di buon risultato (Madrid a parte, ovviamente). L’imprevedibilità del marocchino è un’arma ormai irrinunciabile…

Storia di un difficile riscatto

Un uomo dall’aria losca, capo chino a terra, visibilmente agitato si aggira per le strade di Milano. Alcuni giurano di averlo visto parlare tra sé, in preda a qualche delirio nascosto nei meandri della propria mente. Ma noi di Tempi Rossoneri in esclusiva abbiamo smascherato quella figura misteriosa: è Adriano Galliani. Seduti in un bar ci ha raccontato cosa terribilmente lo agita e perché ormai notti insonni lo accompagnano costantemente. Dopo le ultime uscite, stampa e tifosi all’unanimità hanno evidenziato il grande exploit di Taarabt e Rami, e come ormai risultino due pedine insostituibili nello scacchiere rossonero. Ma un’altra notizia è comparsa puntuale sui quotidiani e quindi sulle bocche di…

La forza dei nuovi: Rami e Taarabt i migliori pezzi del Milan di Seedorf

La forza dei nuovi arrivati. Il Milan sta andando avanti grazie a loro: Adil Rami e Adel Taarabt, due nomi simili, entrambi di origini marocchine (Taarabt è naturalizzato francese ma gioca nella nazionale marocchina, mentre Rami gioca in quella francese). Entrambi hanno realizzato 2 gol in queste prime partite da rossoneri. Flavio Briatore diceva di Taarabt:“Lo conosco bene. E’ stato proprio lui che ha fatto fare al mio Qpr il salto verso la Premier League. Un fenomeno. Il Milan ha fatto un grande acquisto. Ma è un talento che va gestito, protetto, coccolato. Fui io ad acquistarlo dal Tottenham. Sono sicuro che si troverà bene nel campionato italiano. Tira indifferentemente…

Milan, testa solo a domani sera

Parola d’ordine: non pensare all’Atletico. Domani sera ci aspetta un match importante per due motivi soprattutto: recuperare subito entusiasmo dopo la sonora batosta di Napoli, e rimanere aggrappati al gruppone che insegue l’Europa League. Seedorf in conferenza stampa ha assicurato che la gara non sarà sottovalutata dai suoi uomini, e che la partita di Napoli sia stata solo una sfortunata parentesi contro un avversario oggettivamente più pronto di noi al momento. Se tali parole si tramuteranno in realtà lo scopriremo solo domani sera. Per quanto riguarda la formazione titolare, assenti sicuri Emanuelson (per cui sulle fasce in difesa agiranno De Sciglio ed Abate, con il ritorno di Zapata al centro…

Napoli-Milan: probabile esordio di Essien e Taarabt

Clarence Seedorf sta pensando di mandare in campo nell’anticipo di stasera i due nuovi arrivati, Essien e Taarabt. L’assenza di Honda, causa gastroenterite, spiana in effetti la strada al nuovo acquisto marocchino. L’ex Chelsea, invece, dovrebbe agire davanti alla difesa, reparto che oggi vedrà una coppia centrale tutta francese, formata da Rami e Mexes (Bonera è squalificato). Contro la squadra terza in classifica tornerà dal primo minuto Balotelli, dunque Pazzini dovrebbe riaccomodarsi in panchina. Nella conferenza stampa della vigilia, Seedorf ha detto che la partita con il Napoli sarà un ottimo banco di prova per valutare i progressi fatti finora: “Sarà una buona occasione per capire a che punto siamo. Il…

Milan: bilancio di un mercato ricco di idee, ma povero di acquisti importanti

Malgrado fossero davvero tanti i nomi accostati al Milan (Paletta, Biabiany, Nainggolan, Jorginho, D’Ambrosio, Parolo, Agazzi), alla fine sono sfumati quasi tutti i possibili affari di cui si parlava. Con l’acquisto di Essien e dello sconosciuto marocchino Adel Taarabt si è concluso il mercato rossonero. Andiamo a riassumere velocemente la situazione: Arrivi : Adil Rami (Valencia), Keisuke Honda (CSKA Mosca), Andrea Petagna (Sampdoria), Michael Essien (Chelsea), Adel Taarabt (Fulham). Partenze : M’Baye Niang (Montpellier), Alessandro Matri (Fiorentina), Jherson Vergara (Parme), Antonio Nocerino (West Ham). Se le ultime partite hanno evidenziato un Rami sempre più in palla, non convince ancora il giapponese Honda, di cui ricordiamo solo il palo colpito contro…

Adel Taarabt, classe e arroganza

Briatore affermava che si tratta di un gran fenomeno: Adel Taarabt, trequartista marocchino preso nell’inverno del 2014 con un paio di caramelle ed una mela dal Fulham (ma di proprietà del Qpr). Di lui Neil Warnock (suo allenatore al Qpr) disse: “Devo ammettere che si tratta del tipo di giocatore che quando ero più giovane avrei estromesso subito. Un bravo ragazzo, ma inaffidabile: non combatteva e non tornava indietro, ma poteva inventare un passaggio dal nulla. Certe volte è frustrante, ma se dovessi pagare per vedere un giocatore pagheresti per vedere lui”. Cresciuto calcisticamente nel Lens, nel 2007 approda al Tottenham senza brillare troppo. Nel 2009 arriva al Qpr dove costruisce la sua fortuna.…

Mission News Theme by Compete Themes.