Press "Enter" to skip to content

Posts published in “L’opinione”

La rinascita della Milano calcistica

La Milano rossonera e quella nerazzurra. La Milano reduce da due vittorie, entrambe per 3 a 0 sui rispettivi rivali: Crotone per il Milan e Fiorentina per l’Inter. La Milano dei (presunti) cinesi poveri e dei (presunti) cinesi ricchi e potenti. La Milano delle sorprese: quelle sorprese che, senza neppure darti il tempo di capire, trasformano i ricchi in poveri ed i poveri in ricchi. A seguito delle parole e delle promesse di Sabatini e di mister Zhang, nel mese di giugno, secondo le quali il mercato interista sarebbe stato roboante e di alto livello (Vidal, Nainggolan, James e Di Maria alcuni dei nomi fatti) sono stati acquistati Borja Valero, 32enne in rotta di collisione con…

Ok il calcio d’agosto ma godiamoci l’estate!

La sconfitta subita nell’ultima amichevole contro il Betis di Siviglia, formazione arrivata nelle ultime posizioni della Liga la scorsa stagione, ha scatenato diverse reazioni nell’ambiente milanista (e soprattutto non milanista). Subito si sono scatenati avvoltoi e gufi accusando la squadra di Montella di scarso carattere, di essere ancora una mezza squadra, di non avere veri top player… insomma tutte cose in realtà già dette e ridette. Dall’altra parte della barricata sono arrivati commenti tranquilli e distensivi che hanno predicato calma essendo quella solo un’amichevole di metà agosto che lascia un pò il tempo che trova. Le squadre dopotutto si giudicano a maggio/giugno e non certo ad inizio agosto. C’è stata poi la VAR protagonista del…

Afa, affari e affetti

Probabilmente ricorderemo questa prima parte di agosto più per le torride e insopportabili ondate di calore che per altro. Non so voi, ma io mi sveglio di notte sudato e non penso certo al calciomercato, a Kalinic o Aubameyang. Mi interessa solo raggiungere il frigorifero, l’acqua, il sollievo. Del resto il Milan ha già fatto i fuochi d’artificio nei mesi scorsi, con la ciliegina sulla torta della vittoria per 4-0 sul Bayern Monaco in amichevole (l’altra ciliegina arriverà verso ferragosto o poco dopo, quando verrà reso noto il nuovo attaccante rossonero). In mezzo il piacevole intermezzo di Cracovia, ops.. Craiova prima e San Siro poi, con la festa degli oltre 60.000 tifosi del Milan riuniti…

Una campagna mediatica basata su voci infondate

La scorsa settimana il presidente della Roma, James Pallotta, ha rilasciato alcune dichiarazioni molto pesanti nei confronti del Milan e della nuova proprietà. Il numero uno giallorosso se ne è uscito con frasi come “non hanno i soldi”, “mercato senza senso” o ancora “hanno preso in prestito i soldi ad un interesse molto alto” e “i cinesi hanno i debiti”. La risposta di Fassone è stata immediata, convincente ed esaustiva, tanto da costringere Pallotta alle scuse. Il caso sembrava chiuso lì ma, in realtà, rilasciando quelle frasi sibilline, il presidente romanista non ha fatto altro che gettare benzina sul fuoco alimentando, non tanto le fiamme che stanno divorando i boschi italiani, quanto i dubbi e…

Promossi, bocciati e rimandati nel ritorno con il Craiova

Stadio stracolmo come nelle grandi occasioni ormai dimenticate. Più di 60000 spettatori, per un incasso che supera i 2 Milioni. Cifre da record per un preliminare di Europa League, disputato a temperature da centrale siderurgica. Ecco quindi i promossi e bocciati del vittorioso match di ritorno contro il Craiova di Devis Mangia. Secondo una prospettiva semiseria, critica e disillusa. Promossi: – Donnarumma: sventa almeno due grossi pericoli grazie ad una buona dose di riflessi… e di fortuna. Totem. – Musacchio: elegante, preciso, intelligente. Tanto quanto basta per non apparire mai in affanno contro l’avversario diretto. Autoritario. – Conti: si produce a ripetizione lungo la fascia di propria competenza, non sempre assistito a dovere dai compagni.…

Sogno o son desto

Il tifoso milanista da troppo tempo era (suo malgrado) assuefatto al lento trascorrere del tempo nel corso dell’estate, nella vana attesa di qualcosa che andasse al di là degli ormai famosi (o famigerati) tre giorni del Condor, nel corso dei quali sarebbero dovuti accadere quei fatti di mercato talmente importanti e determinanti da orientare in senso positivo la successiva stagione agonistica. Troppe le – anonime – estati vissute in solitudine da assoluti comprimari, leggendo delle altre squadre impegnate a trattare questo o quell’altro campione (o top player, come dicono quelli bravi). Gli intollerabili rifiuti presi sul muso, le accuse di mancanza di adeguate risorse finanziarie. Pezzenti, questo eravamo diventati e come tali eravamo trattati. Come…

Si vince con o senza soldi?

La  frase è: “Senza i soldi non si vince, con i soldi non è detto che si vinca”. E’ una di quelle massime che si può applicare al mondo del calcio e che trova, quasi sempre, una reale evidenza empirica. Di eccezioni alla regola ce ne sono poche, negli ultimi anni penso che solo il Leicester di Ranieri sia riuscito a sconfessare questa regola andando a vincere la Premier League dopo aver sconfitto squadre come i due Manchester, Arsenal, Chelsea, Liverpool dal budget decisamente maggiore. Negli altri casi, se non hai i soldi per acquistare e mantenere determinati giocatori, è davvero difficile che tu riesca a vincere. Certo, potrai ben figurare, ottenere buoni piazzamenti, ma…

Esordio in Europa tra poche luci e molte ombre

Il Milan è ufficialmente tornato in Europa a distanza di 1234 giorni dalla sua ultima partita disputata nelle competizioni europee. In tale circostanza aveva segnato tale Ricardo Kakà, per gli amici Ricky. Contro la squadra rumena del Craiova è risultato decisivo un altro Ricardo: Rodriguez. Scherzi del fato, si direbbe. Il match è stato meno facile del previsto. Gli avversari godevano di una condizione fisica ben più brillante dei rossoneri, stante il fatto che il campionato rumeno è iniziato da diverse settimane. Dopo un primo tempo in cui il Milan ha tenuto sotto controllo le operazioni, riuscendo a trovare un gol fortunoso su punizione defilata, la ripresa ha visto la squadra di Devis Mangia alzare…

Fassone e Mirabelli, la vera coppia d’attacco di questo Milan

Più che giuste le analisi che detrattori e tifosi di squadre avversarie stanno, in questo periodo, buttando giù attraverso i social nei confronti del nuovo Milan: mercato sontuoso ma comunque da vedere sul campo, gli scudetti d’estate servono a poco, spendere non significa vincere e tante considerazioni del genere. Al di là dell’obiettività (discutibile) di chi proferisce tali giudizi, come detto, in effetti sono obiezioni più che valide, ma per ora noi tifosi rossoneri ci teniamo strette due cose: una rosa nettamente migliorata e un entusiasmo che mai negli ultimi cinque anni si è respirato nell’ambiente Milan. Un grazie quindi va alla nuova proprietà ma soprattutto a Fassone e Mirabelli, veri protagonisti di questa bella…

Mission News Theme by Compete Themes.