Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Febbraio, eppure già si pensa al calciomercato

Il campionato non è ancora finito, anzi, mancano una quindicina di giornate al termine, che non sono poche. Non sappiamo ancora se e quale competizione europea giocheremo la prossima stagione. Non conosciamo il nuovo verdetto che il TAS emetterà all’ennesimo ricorso fatto dalla società rossonera per cercare di rientrare nei limiti del fair play finanziario, ma in maniera graduale. Siamo a febbraio, eppure ci piace già pensare al mercato estivo, al Milan che sarà, alla squadra che vedremo in campo il prossimo anno. ALLENATORE Innanzitutto ci chiediamo chi siederà sulla panchina del Diavolo. In caso di qualificazione alla prossima Champions League, la conferma di Gattuso pare essere scontata. Nel caso…

Roma violenta (non il film del ’75)

Secondo voi è normale che in una partita di serie A la Roma faccia 15 falli (quelli fischiati…) e riceva solo 3 cartellini, mentre il Milan, colpevole di 9 falli, riceva ben 4 cartellini (con alcuni dei falli in questione letteralmente inventati)? Se scegli di giocare a calci anziché a calcio, è normale. Non solo: questo modo di agire può darti un grande vantaggio, in particolar modo se trovi un arbitro accondiscendente. Per vari motivi tutti ugualmente importanti:   1- Innanzitutto perchè gli avversari sono fisicamente indeboliti dal male che gli fai in maniera sistematica nell’arco dei 90 minuti. Se tu li meni, loro ne soffrono. 2- facendoti largo con…

Super Donnarumma, mini Suso. Le pagelle

Roma-Milan 1-1 DONNARUMMA Voto 8,5: bene sul destro di Dzeko al minuto 15, molto bene sul sinistro di Zaniolo al minuto 35, benissimo sul colpo di testa di Schick e poi sulla ribattuta di Dzeko al minuto 44. Para pure la deviazione di Musacchio nell’azione del pari, poi, non essendo il mago di Oz è costretto ad arrendersi. Ecchecavolo. CALABRIA Voto 6+: soffre la serata insipiente di Suso, sinché tenta di sortire in avanscoperta da solo. A differenza di altre volte ben posizionato sulla linea difensiva. MUSACCHIO Voto 6+: Dzeko è fisicamente cliente rognoso per chiunque, lui non demorde e lotta pur dovendo naturalmente concedere qualcosa. Nel secondo tempo si…

Roma – Milan, sfida Champions sull’onda dell’entusiasmo

Match fondamentale in ottica Champions per entrambe le squadre quello che andrà in scena all’Olimpico. I rossoneri, dopo il positivo pareggio con il Napoli, sono chiamati ad un altro big match che potrebbe significare molto in chiave quarto posto. I tre punti distanzierebbero la Roma e darebbero grande entusiasmo all’ambiente in vista della seconda parte della stagione. I giallorossi devono invece dimenticare la pesante sconfitta in Coppa Italia contro la Fiorentina e lasciare alle spalle una crisi che dura da qualche giornata. Qui Roma – Di Francesco dovrebbe optare per un 4-3-3 speculare al modulo del Milan. In difesa ballottaggio sull’out di destra tra Florenzi, favorito, e Santon. In mediana,…

2019: Il Milan sta cambiando rotta?

Il primo mese di questo 2019, oramai passato, ha portato nella Milano, sponda rossonera, numerose novità. Possiamo tranquillamente affermare che questi trentuno giorni hanno cambiato il Milan, le sue prospettive stagionali e, forse, anche il medio-lungo corso di questa società. Vediamo di entrare più nel dettaglio.   Risultati La squadra di Gattuso ha concluso il proprio 2018 con una vittoria di misura sulla Spal, a conclusione di un periodo difficile a causa dei numerosi punti persi in campionato e dell’eliminazione dall’Europa League. Questo nuovo anno è iniziato diversamente, in campo si è vista una squadra differente, convinta di sé, più ordinata, più tosta da affrontare. Questo cambiamento si è subito…

Col polacco non si scherza. Le pagelle di Piatek e compagni

DONNARUMMA Voto 7: ingaggia una battaglia personale contro Insigne parando ai minuti 7, 12 e 21. Lo scugnizzo si stufa e da lì in poi tira direttamente in curva. Bene anche su Ounas al minuto 66. Da quando sisono spenti i riflettori sul suo futuro è tornato ad eccellere. ABATE Voto 6+: guardingo anziché no, presidia la zona e mette il piede ovunque. MUSACCHIO Voto 6+: Se Milik praticamente non si vede è anche merito suo. Una sola sbavatura a metà ripresa, ma nel complesso partita su livelli più che buoni. Bene nei mischioni messi in atto dal Napoli. ROMAGNOLI Voto 6,5: torna leader silenzioso, presidiando al limite dell’area e…

Quarti di Coppa Italia, i convocati di Milan e Napoli

Saranno assenti Albiol ed Elseid Hysaj dalla lista dei convocati partenopei per l’importante sfida di domani contro il Milan (quarti di Coppa Italia, gara secca a San Siro). Lo ha deciso il tecnico del Napoli Carlo Ancelotti, che per l’occasione avrà invece a disposizione Allan, il quale dovrebbe anche giocare dall’inizio. Assente Verdi per via di una squalifica rimediata ai tempi del Bologna, tra i convocati c’è anche il giovanissimo Gaetano. Fuori Rog, che in queste ore sta per trasferirsi al Siviglia, dove prestisismo effettuerà le visite mediche. Tutti i convocati del Napoli: Meret, Ospina, Karnezis, Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Luperto, Ghoulam, Mario Rui, Diawara, Hamsik, Fabian Ruiz, Allan, Zielinski, Ounas, Mertens, Insigne, Milik, Callejon, Gaetano. Il Milan si presenterà invece…

Napoli reso quasi inoffensivo. Le pagelle di Musacchio e compagni

Donnarumma 7 Impeccabile, sempre attento. Buone parate su Zielinski e Milik. Calabria 6.5 Prestazione tutta grinta ed efficacia, propositivo anche in avanti, aiuta i due centrali come meglio non si potrebbe. Musacchio e Romagnoli 7 Il loro compito non era certo facile, ma sono riusciti a rendere inoffensivo (o quasi) uno dei migliori attacchi d’Italia. Musacchio è andato anche vicino al gol. Solo 2 gol presi da Donnarumma nelle ultime 7 partite. Bravi. Rodriguez 6 Prudente, talvolta anche troppo. Diciamo che il punto del pareggio è il premio per questa sua prudenza. Kessie 5,5 Per muoversi si muove, ma denota una corsa pesante e non di rado anche errori nei…

Apericena col futuro

Senza troppi clamori, cade stasera una doppia coincidenza estremamente significativa di come i tempi stiano cambiando in casa Milan. La prima partita di Paquetà e Piatek a San Siro con la maglia rossonera. Via l’argentino che faceva le bizze, Gattuso non ha perso il sorriso ed ha ordinato due pizze. Idea che sarebbe anche splendida, se non fosse che dall’altra parte del tavolo c’è il Napoli, che di pizze se ne intende e di certo non vuole arrivare alle 22.30 a digiuno. Sarà interessante gustarsi la sfida fra una squadra che si sta rinforzando a suon di milioni spesi sul mercato e un’altra che negli ultimi mesi ha perso pezzi…

Puma – AC Milan

Patto fra giganti  Da qualche mese AC Milan è la punta di diamante dei partner internazionali di Puma, che con stile e innovazione veste anche altre importanti squadre del panorama calcistico mondiale, come Arsenal FC, Borussia Dortmund, Olympique Marsiglia, Borussia Monchengladbach e le nazionali di Italia, Svizzera, Uruguay, Serbia e Senegal. Il vasto portfolio football di Puma comprende alcuni dei migliori top player del mondo, come Antoine Griezmann, Gigi Buffon, Olivier Giroud, Sergio Agüero, Cesc Fàbregas, Mario Balotelli, Petr Čech, Giorgio Chiellini e Marco Arnautović, ma anche campioni assoluti di altri sport, come il grandissimo Usain Bolt e giovani stelle emergenti dell’NBA, come Deandre Ayton e Marvin Bagley III. Chi non è più giovanissimo sa bene che Puma…

La bicicletta

Paquetà l’ha fatta alla sua prima partita di campionato, quasi a mò di biglietto da visita, ma la bicicletta (calcistica) ha già superato la quarantina. Il suo inventore si dice che fu l’attaccante italiano Vito Chimenti, nato a Bari nel 1957, passato alla storia proprio come il bomber della bicicletta. «L’ho inventata io? Da quando sono nato ho visto solo Ardiles, campione del mondo con l’ Argentina nel ‘78, fare la bicicletta nel film “Fuga per la vittoria” con Pelè, ma quello era un film». Sul finire degli anni ’70 per le strade di Palermo si potevano facilmente udire ragazzini porsi fra di loro la domanda: “U sa fari a…

Genoa – Milan: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 8: Determinante ai fini del risultato. Si esibisce in tre ottimi interventi nel primo tempo, ma il vero capolavoro lo compie sul bolide perfetto di Veloso. Abate 6,5: Inizia, bene, da terzino, poi per via dell’infortunio di Zapata si sposta al centro e vince il duello con Kouamè. Sempre affidabile il suo apporto. Zapata s.v.: Gioca solo una decina di minuti a causa di un problema muscolare. (Dal 12’ Conti 7: Dà qualità e grinta alla manovra. Suo l’assist per il gol di Borini. La sensazione è che per il Milan sarà un grande acquisto). Musacchio 6: Sicuro nel duello con gli attaccanti rossoblu. Non compie errori grossolani nonostante…

Pezzi di Milan in cerca di buonumore: la probabile formazione anti Genoa

La sagra rossonera degli infortunati, degli squalificati e dei scappati di casa si sposta a Genova, dove in un’orario insolito (per essere di lunedì), oggi pomeriggio alle ore 15.00 i liguri sfideranno la triste squadra di Gattuso. O quello che rimane. Assenti Calabria, Romagnoli, Kessie, Biglia, Bonaventura e Higuain ormai in partenza direzione Inghilterra (e nemmeno convocato per questa giornata), il Milan secondo le volontà del tecnico calabrese giocherà con Musacchio e Zapata al centro della difesa; in mezzo Bakayoko, il nuovo arrivato Paquetà e Calhanoglu. In attacco ci sarà Cutrone, supportato da Borini, che sembra essere preferito a Castillejo e dal rientrante, almeno lui, Suso. Il risultato di ieri…

Sconfitta a testa alta nel Gioiello Splendente di Gedda. Le pagelle di Zapata e compagni

DONNARUMMA Voto 6-: vede qualche pallone sfilare alto o uscire di poco. Bene in presa alta e con i piedi. Al minuto 58 respinge su CR7. Poteva fare meglio sul gol. CALABRIA Voto 6+: sbuffa sull’arrembante Alex Sandro ma appena può si sforza di salire. Coraggioso anche da centrocampista nel periodo di inferiorità numerica. ZAPATA Voto 6+: alla Juve manca la torre d’attacco e per lui è un vantaggio. Tiene bene la zona di competenza, gestisce bene la palla. Al minuto 30 sbaglia un appoggio di testa e concede un rischio ma si rifà al minuto 46 spazzando nell’area piccola. Bene anche stasera. ROMAGNOLI Voto 6: gioca con serenità senza…

Supercoppa Italiana: chi diventerà il re?

La Supercoppa Italiana è un dolce ricordo per i tifosi rossoneri, forse l’unico degli ultimi cinque o sei anni. Era infatti il 23 dicembre 2016 quando il Milan si aggiudicò la Coppa, proprio contro la Juventus, grazie al miracolo di Gigio Donnarumma sul rigore di Paulo Dybala. Sono passati poco più di due anni, di acqua sotto i ponti ne è passata e i cambiamenti sono stati parecchi. Allora sulla panchina del Diavolo siedeva Montella, mentre oggi troviamo Gattuso, nel 2016 il proprietario era ancora Silvio Berlusconi (fu il suo ultimo trofeo), mentre oggi abbiamo il fondo Elliott, in altre parole la famiglia Singer, l’amministratore delegato era Adriano Galliani, oggi…

Mission News Theme by Compete Themes.