Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Italia – Olanda, Mancini: “Stiamo costruendo, in futuro più forti”

Stasera all’Allianz Stadium andrà in scena la terza amichevole della nuova Nazionale targata Mancini. Ancora riflettori puntati su Mario Balotelli, il vero protagonista di queste amichevoli dopo essere stato lontano dall’azzurro per così tanto tempo: “Sono stato male in questi anni ma pensare al passato non serve. Conte? Le sue scelte erano giuste, non stavo bene in quel periodo. Ventura? Rispetto le sue scelte. Abbiamo parlato, ma non ho capito le sue spiegazioni. Perchè non mi ha convocato? Ho un’idea ma la tengo per me…”. Qui Italia – Nessun dubbio sulla formazione che scenderà in campo, già preannunciata dal ct Mancini in conferenza stampa, dove mostra ottimismo sul futuro: “Adesso stiamo…

La Francia ci sovrasta, Sirigu e due legni evitano la goleada

Francia-Italia 3-1, le pagelle: SIRIGU Voto 7+: Il commentatore lo chiama Donnarumma e lui per ripicca esce bene su Dembele al minuto 3 e para su Mbappe al minuto 8, capitolando però sulla ribattuta di Umtiti. Il palo lo salva da tiro di Kante così come la traversa sul quello di Dembele (minuto 21 e 46). Rischia in altre occasioni poi al minuto 85 è miracoloso su Thauvin. Chapeau. D’AMBROSIO Voto 4,5: Mbappe gioca spesso dal suo lato e per noi non è bello. Il talento Francese lo beffa subito al minuto 8. I suoi limiti sono noti a tutti quelli che guardano le partite del campionato Italiano, forse non…

Giugno 2018, un mese dalle mille domande

Tra due settimane esatte inizieranno i mondiali. Purtroppo per il popolo italico non sarà un mese da serate calde e piene di emozioni poiché la nostra nazionale non ci rappresenterà. In questo giugno 2018 ci limiteremo quindi a seguire la partite con un certo distacco, a parte chi, per diverse ragioni, tifa altri paesi o comunque simpatizza anche per colori diversi dall’azzurro. Nonostante questo sarà comunque un mese intenso dove potremo ammirare, si spera, belle partite, campioni che si confermeranno tali e, molto probabilmente, giocatori emergenti che esploderanno nel giro di pochi incontri. Dopotutto il mondiale è anche una vetrina ed il calciomercato lo seguirà a ruota. Inizieranno così sfide…

Benvenuti nel mese più scuro dell’anno

Mentre il Milan precipita sempre più giù nel ranking Uefa, stiamo entrando nel mese che deciderà le sorti del club rossonero, relativamente a Europa e, in parte, alla campagna acquisti che verrà. I dirigenti del Diavolo hanno promesso 3-4 acquisti di valore, ma è chiaro che senza Europa League i giocatori ci penseranno almeno un pò prima di accettare il trasferimento in una squadra già piena di problemi finanziari. Intanto le voci di mercato continuano a susseguirsi: il Real Madrid sarebbe interessato a Romagnoli, mentre di recente Raiola ha ventilato l’ipotesi che Donnarumma possa restare in rossonero perfino a vita, prospettiva che spaventa più di qualcuno. Andasse via lui (Raiola),…

Arabia Saudita battuta, buon ritorno di Balotelli

DONNARUMMA Voto 6: i Sauditi tirano in porta in modo inversamente proporzionale alla loro produzione di greggio e allora al termine del primo tempo viene obbligato al pagamento del biglietto di tribuna. Para sicuro al minuto 77 e poi al successivo 78 su Al-qualcosa. In precedenza, esce sull’avversario lanciato a rete con la stessa efficacia di un ballerino classico. ZAPPACOSTA Voto 5: si vede al minuto 10 e poi a quello 18 per lo stesso motivo: crossa. Per il resto è timoroso e si vede poco. Commette l’errore che causa il gol del 2 a 1. BONUCCI Voto 6: gioca in ciabatte da camera concedendosi anche un errore in impostazione.…

Il no dell’Uefa non pregiudicherà il mercato: le opzioni in entrata e uscita

Molte preoccupazioni circondano in questi giorni i tifosi del Milan, dopo che l’Uefa ha rigettato la richiesta di settlement agreement da parte di Fassone. Un rifiuto che di certo lascia tanti interrogativi, soprattutto circa la legittimità di accentrare la propria analisi su Yonghong Li più che sui conti del club, e su quanto sia giusto invece concedere potere assoluto a poche società che fanno il bello e il cattivo tempo nel panorama europeo. Tralasciando motivazioni strettamente economiche, senza dubbio i timori maggiori di tutti riguardano il prossimo mercato. Difficoltà in entrata – Impossibile che a breve si verifichi un esodo dei migliori calciatori, come prospettato da molti organi di stampa,…

Milan, in 11 finali di Champions 22 gol segnati e 11 subiti

In un periodo storico in cui nessuna squadra del nostro paese riesce più a vincere la Champions League, è bene ricordare il bilancio della squadra italiana più vincente d’Europa, nelle sue tante finali di Coppa dei Campioni/Champions League. Ne vale assolutamente la pena perchè è un motivo di orgoglio nazionale constatare di avere avuto una squadra in grado di dettar legge, ripetutamente e nel corso di decenni diversi nel più alto contesto internazionale, cioè contro le squadre più forti di ogni nazione. Ripercorriamo dunque le undici finali rossonere, le sette vittorie e le quattro sconfitte, con i risultati di ognuna di queste storiche partite: 1958 Real Madrid – Milan 3-2 d.t.s. 1963…

In che mani siamo, in che mani saremo

Il campionato è finito, tra luci e ombre siamo riusciti a qualificarci per l’Europa League, a meno di allucinanti decisione della Uefa, è dunque tempo di tirare le somme. La rosa va sicuramente sistemata, con gli acquisti giusti e soprattutto occorre risolvere le situazioni  destabilizzanti per la squadra. Il primo caso da risolvere lo stiamo trascinando dalla passata stagione: Donnarumma. Non entrando nel merito della situazione e non esprimendo pareri personali sull’uomo Donnarumma intendo analizzare il giocatore. In questa stagione, quella della consacrazione abbiamo assistito a partire fenomenali ed altre con errori molto eclatanti. Questi errori ci hanno fatto perdere parecchi punti. Premesso che il ruolo del portiere è spietato, se un…

Milan, le pagelle finali stagione 2017-2018

DIFESA Media voto complessiva 6,06. Preso atto della fugace apparizione di Conti, subito fatto fuori dalla sfortuna, e che attendiamo quale nuovo acquisto della prossima stagione, rileviamo l’ottima media di Zapata (6,33), in possesso di grandi potenzialità ma cui evidentemente fanno difetto la convinzione e la concentrazione. In crescita esponenziale Calabria (passato dal 6,00 con Montella al 6,27 con Gattuso). Sotto questo aspetto anche Bonucci (6,13 contro 6,18) e Romagnoli (6,00 contro 6,11) hanno risentito positivamente del cambio di guida tecnica. Specialmente l’ex Juve, partito a rallentatore, ha migliorato le proprie prestazioni crescendo alla distanza mentre il compagno di linea, sebbene abbia dovuto sopportare qualche problemino fisico in più ha…

L’Annus Horribilis di Mirabelli

Braccio destro dell’Amministratore Delegato Marco Fassone, Direttore Sportivo del club e responsabile dell’Area Tecnica societaria: sono questi i ruoli affidati a Massimiliano Mirabelli, poco più di un anno fa, nell’aprile del 2017. Al termine del campionato, persino dopo aver blindato la qualificazione diretta alla prossima Europa League, grazie alla convincente prova casalinga contro la Fiorentina, l’analisi della stagione non può essere altro che quella perfettamente delineata dall’Amministratore Delegato rossonero Fassone: “Se risaliamo all’estate scorsa le aspettative erano di fare di più. Pensavamo di arrivare nelle prime quattro con una previsione di 72 punti e se guardiamo il bicchiere sotto questo aspetto lo troviamo mezzo vuoto, ma se guardiamo il girone…

A due giorni dalla fine del campionato

La stagione è terminata giusto due giorni fa ed è tempo oramai di trarre i bilanci di questa prima annata con nuova dirigenza e nuova proprietà. Purtroppo i risultati conseguiti non sono certo quelli prefissati e che ci si aspettava ad inizio stagione. Il grande obiettivo stagionale, ossia la qualificazione alla prossima edizione della Champions League, non è stato raggiunto, di conseguenza da questo punto di vista il Milan ha fallito. Il quarto posto distante sole otto lunghezze fa venire un sacco di rimpianti considerando i punti letteralmente sprecati con squadre come Benevento (un punto su sei disponibili), Verona (tre punti su sei disponibili), oppure in partite perse o pareggiate…

Fiorentina travolta da Calha e Cutro, le pagelle del Milan

DONNARUMMA Voto 6: dopo un tempo trascorso da spettatore aggiunto quale novello Nanni Moretti (mi si nota di più se resto o se me ne vado?) al minuto 52 para su Simeone. Gioca più con i piedi che con le mani. Gli abbracci finali dei compagni assomigliano al passo d’addio. Vedremo. CALABRIA Voto 6+: orfano di Suso corre su e giù quasi a far vedere di non essere spagnolo-dipendente. La presenza di un compagno di linea quale Cutrone non lo favorisce, ma lui non demorde. Lo abbiamo visto crossare meglio in passato. BONUCCI Voto 6: il voto è di quelli targati bontà di fine campionato. L’errore in uscita che causa…

Suso out, spazio a Cutrone. Quanti italiani in campo in Milan-Fiorentina!

Potrebbe essere l’ultima partita di Donnarumma e Kalinic con la maglia del Milan, ma anche di altri giocatori. Non l’ultima di Suso, che sarà assente per infortunio e dunque la sua ultima gara potrebbe perfino averla già giocata. Una sfida con tanti italiani in campo, almeno 6 per ogni squadra: oggi Milan e Fiorentina si giocano la modalità di accesso all’Europa e l’Europa stessa, per quanto riguarda i toscani, che oltre a cercare la vittoria devono sperare anche che il Cagliari batta l’Atalanta. Presto sapremo come sarà andata a finire. Alle ore 18.00 sarà l’arbitro Fabbri a dirigere questo delicato match. Le formazioni delle due squadre dovrebbero essere le seguenti:…

Vediamo di arrivare sesti!

La qualificazione alla prossima edizione dell’Europa League è centrata. L’obiettivo minimo stagionale, a fatica, è stato raggiunto, ma il Milan non può e non deve affrontare l’ultima partita di questo “strano” campionato in maniera soft pensando di essere già in vacanza. Il motivo? La posizione finale, o meglio, il sesto o settimo posto che portano a due diversi modi di impostare l’inizio della prossima stagione. Battendo la Fiorentina a San Siro i rossoneri concluderebbero il campionato al sesto posto assicurandosi la qualificazione diretta all’Europa League, senza passare per i preliminari. Se invece l’Atalanta dovesse vincere e la banda di Gattuso non riuscisse a battere i Viola, sarebbe settimo posto e,…

Almeno non prendeteci in giro

La Juventus, col pareggio di Roma, ha vinto nuovamente lo Scudetto (non indico il numero perché non l’ho ancora capito), per la settima volta consecutiva. Al Napoli il merito di aver tenuto accesa la competizione per qualche giornata in più rispetto agli anni precedenti e nient’altro. Al termine della partita che conferisce il titolo alla Vecchia Signora, le parole di Chiellini sono provocatorie e beffarde: ” Abbiamo trovato le energie da dentro, bisogna ringraziare i nostri avversari. A parte quello che hanno fatto in campo è dall’inizio dell’anno che prima c’è la Var, poi l’arbitro, poi i fuochi d’artificio, poi il bel gioco. Non hanno mai smesso di darci nuova linfa”,…

Mission News Theme by Compete Themes.