Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Milan-Lazio 1-2, le pagelle rossonere di Egidio

DONNARUMMA Voto 7,0: se è pur vero che soffre troppo su qualche presa alta, anche stasera lui c’è, eccome. Para al minuto 5 su Immobile, al minuto 37 su Correa, al minuto 75 su imbucata Lazzari/Correa e al minuto 77 su azione d’angolo. Non può nulla sui gol. CALABRIA Voto 5,5: sembra più vivo ed attento, pensa soprattutto a difendere tanto che al minuto 55 salva sull’arrembante Correa. Ancora troppe imprecisioni palla al piede che San Siro gli sta facendo notare. DUARTE Voto 5,0: si perde Immobile sul cross di Lazzari. Nell’azione del secondo gol non esce e non arretra consentendo la rifinitura di Luis Alberto. Si vede solo nel giro palla. Rischia il rosso…

Difensivamente disquisendo

Una possibile chiave di lettura dell’attesa sfida di oggi fra Milan e Lazio è, a mio parere, la sostanziale equivalenza fra le difese delle due squadre. I numeri dicono che la Lazio è stata trafitta 10 volte, il Milan 13. In particolare, però, il trend più recente non è buono per i biancocelesti: nelle ultime quattro partite gli uomini di Simone Inzaghi hanno subito 6 gol, il Milan uno in meno, 5. E se consideriamo che molti dei gol presi dalla difesa rossonera sono stati letteralmente regalati da Calabria, Musacchio & company, volete convenire con me che a livello difensivo si tratta di due squadre abbastanza equivalenti? Ok, se concordate su questo punto, significa che…

Siamo anche su Instagram e Pinterest!

Tempi Rossoneri continua a crescere. Da tempo abbiamo allungato i nostri tentacoli anche su Instagram e Pinterest! Seguiteci anche lì!  Seguici su Instagram –> qui  e su Pinterest –> qui Non solo: di recente abbiamo aperto anche un canale Youtube –> qui Forza Milan!

L’autocritica di Suso e le bordate di Paquetà (a Giampaolo)

Il post Milan-Spal è apparentemente sereno in casa Milan. Se non sono sorrisi, sono sospiri di sollievo per il ritorno ai 3 punti dopo due partite. C’è chi è tornato ad allenarsi in silenzio, chi ha voluto esternare alcune considerazioni e chi invece aveva un ardente desiderio di dire qualcosa di non proprio amichevole.. Umiltà e autocritica Su Instagram così si è espresso Suso: “Un gol non cambia la storia. Non cancella un momento negativo. Nè i fischi, meritati. O le critiche, giuste. Un gol ci fa respirare, e ci fa capire che la strada è quella giusta, ma è lunga. Gioco nel Milan e tifo Milan. Non importa chi gioca o chi fa gol.…

Vittoria di misura sulla Spal. Le pagelle di Castillejo e compagni

Donnarumma S.V. Buon allenamento sulle prese alte. Duarte 6 Se la cava bene sia da terzino che da centrale. Minuti importanti per acquisire esperienza e consapevolezza di poter essere un giocatore da serie A. Credo abbia buoni margini di crescita e fa trasparire anche una certa personalità. Musacchio 6 Ordinaria amministrazione e nessuna Musacchiata per l’esperto difensore rossonero, prima di avvertire un problema all’adduttore. Romagnoli 6 Non impeccabile ma quasi sempre sul pezzo. Mette gamba e fisico quando serve, solo che talvolta arriva leggermente in ritardo. Theo Hernandez 6 Senza infamia e senza lode nel primo tempo, quando la Spal è riuscita a contenerlo molto bene. Poi i biancoblu calano e lui invece sale in…

Rebus Ante Rebic

A inizio settembre, Fredi Bobic, d.g. dell’Eintracht, così tesseva le lodi di Ante Rebic: “Fisicamente è molto forte e già solo per questo un allenatore difficilmente rinuncia a lui. Ha qualità tecnica, usa destro e sinistro senza distinzioni e la velocità lo rende imbattibile”. I giudizi positivi sul conto dell’attaccante croato sono invero innumerevoli, anche da parte di giornalisti e addetti al lavori. “Sono rimasto veramente colpito da Rebic, un giocatore fortissimo capace di svariare su tutto il fronte d’attacco e tenere costantemente in apprensione la difesa avversaria. E’ uno dei giocatori più importanti della Croazia, più ancora di Perisic, e trovo inconcepibile che il calcio italiano se lo sia lasciato sfuggire con facilità” diceva Matteo…

Darkhorse Chronicles: AC Milan

AC Milan is getting noticed because of the recent appointment of Stefano Pioli who was appointed 9 October 2019 with the club in 13th place. Pioli has coached exclusively in Italy spanning a 16 year career. Overall he has been a coach for 631 games and has won 37.08% of them. By percentage, his second best stint in Italy came with Milan’s biggest rivals, Inter, where he accumulated an 51.85% win ratio over 27 games, but despite this winning percentage he was sacked with less than a month to go in the season.  Pioli always preferred formation is a 4-3-3, 4-2-3-1, or a 3-5-2 formation. While with Lazio he was forced to play the 4-3-3…

Roma-Milan 2-1. Le pagelle degli erroristi rossoneri

DONNARUMMA Voto 7,5: stavolta non ci sono rigori da parare, ma lui fa lo stesso il suo mestiere. Minuto 36 su Zaniolo, minuto 41 (miracoloso) su Pastore, minuto 81 ancora su Zaniolo. Proprio nella stagione del suo rilancio, altri affondano. CONTI Voto 4,5: sembra iniziare bene, presentando il nuovo schema “palla a me che la lancio”. Poi si addormenta, inspiegabilmente, commettendo errori di palleggio inaspettati e inaccettabili. Dissi in epoca non sospetta che non gli piace difendere. Esce per disperazione. MUSACCHIO Voto 5,5: litiga con Dzeko e rischia l’incolumità personale. Si immola sul gol del raddoppio senza successo. ROMAGNOLI Voto 6: poco o nulla dalla sua parte. Molto guardingo, si sgancia solo nel finale. HERNANDEZ…

Roma – Milan: 8 motivi per vederla e 8 motivi per non vederla

Stadio Olimpico di Roma. Alle ore 18.00 di oggi si gioca il match di serie A fra giallorossi e rossoneri, due squadre contraddistinte da una tifoseria calda e molto appassionata quanto, troppo spesso, disperata. Roma- Milan è quasi sempre stata considerata una partita piuttosto importante, ma siamo proprio sicuri che anche stavolta sia effettivamente così? No. E siccome siamo nel dubbio, di seguito elencherò i motivi per cui, a mio parere, vale la pena seguirla, insieme ai motivi per cui potete invece fare a meno di farlo, magari dedicandovi ad altre cose più interessanti.   Perchè vedere Roma-Milan. Perchè Pioli non vince quasi mai contro le “grandi” (ha incontrato 21 volte la Roma e solo…

Mission News Theme by Compete Themes.