Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

L’attacco del Milan si scatena fuori casa

Anche l’ultima sonante vittoria in quel di Ferrara ha ribadito ciò che già era una costante in questo campionato: il Milan segna più gol fuori casa, ben 23 in 13 partite (e 18 punti conquistati). Quando il diavolo gioca in trasferta, nel 69,23% dei casi la partita termina con più di 2 gol complessivi (anche perchè la difesa prende più gol, come è quasi normale che sia). Però è indubbio che proprio dal punto di vista realizzativo, il Milan è decisamente più in vena quando gioca fuori casa. E pensare che Gennaro Gattuso aveva cominciato la sua avventura sulla panchina rossonera proprio con due trasferte choc: l’incredibile pareggio di Benevento (come dimenticare…

Stakers.com: un’esperienza di gioco variegata ed avvincente

Un eccellente intrattenimento sportivo, un luogo dove poter giocare senza eccessi, con una ragionevole possibilità di vincere, un ambiente online sicuro. Stakers.com è tutto questo e molto di più. Scommesse sportive reali e virtuali su una miriade di sport compresi calcio, tennis, formula 1, surf, biathlon, perfino gli scacchi; live betting, fantasy match, casino, lotto, blackjack, scommesse finanziarie e centinaia di altre avvincenti opzioni di gioco, con promozioni continue. Una piattaforma innovativa, un’esperienza di gioco completa e performante, con l’ausilio di metodi di pagamento all’avanguardia dal punto di vista della sicurezza informatica: sono ammesse tutte le principali carte di credito, servizi bancari istantanei, e-wallet e SEPA, con depositi e prelievi…

Possibile un rinnovo per Gattuso, ma l’ombra di Conte è ancora nitida

La vittoria di Ferrara ha dato il via ad un tour de force che coinvolgerà il Milan in una gara ogni tre giorni fino alla metà di marzo. Intanto i rossoneri portano a casa il sesto risultato utile consecutivo, frutto di due pareggi con Fiorentina e Udinese, e quattro vittorie con Cagliari, Crotone, Lazio e Spal. Senza contare la netta vittoria contro il Verona e il sofferto derby vinto ai supplementari per quanto riguarda la Coppa Italia. Rinnovo probabile – Ancora non vi è nulla di certo sulla guida tecnica del Milan per il prossimo anno, anche se Gattuso sta conquistando tutti grazie al suo ottimo lavoro, non solo dal…

Spal-Milan 0-4, le pagelle di Cutrone e compagni

Donnarumma 6 Ad intimorirlo è più la barba di Antenucci che altro. Il palo gli è amico. Abate 6,5 Efficacie, rude e pratico quanto basta. Non conosce la mollezza e ciò rappresenta certamente una qualità. Bonucci 6 Preciso, pulito e ordinato. Qualche mirabile lancio in omaggio. Romagnoli 6 Ci mette la capoccia in occasione del vantaggio rossonero, soffre pochissimo Paloschi e compagni, ma commette un paio di errori di distrazione di troppo. Rodriguez 5 Lazzari lo brucia in un paio di occasioni con troppa facilità. Si limita troppo spesso al passaggio insignificante e sembra incapace di incidere (dal 84′ Borini 6,5 Bello il gol di sinistro, se lo meritava dopo le…

Spal – Milan, riprende la corsa all’Europa: le probabili formazioni

Riprende oggi a Ferrara la rincorsa all’Europa per il Milan, dopo il pareggio di Udine che ha fermato una bella serie di successi consecutivi. Contro la Spal inizia un tour de force che vedrà coinvolti i rossoneri in nove gare (o undici, dipenderà anche da un’eventuale qualificazione agli ottavi di Europa League) in un mese circa. Sarà importante quindi gestire al meglio le forze della rosa, attuando un turn over intelligente. Qui Milan – In difesa Calabria squalificato, giocherà Abate, mentre sulla sinistra torna Rodriguez, con Antonelli in panchina. In mediana nulla di nuovo da segnalare rispetto alle ultime uscite, mentre in attacco con Kalinic out giocherà Cutrone con Andrè…

Spal – Milan 2-4, era il 31 maggio del 1964

Campionato 1963-64. Era il Milan del presidente Felice Riva, Giuseppe Viani ricopriva la carica di direttore tecnico, in campo Rivera illuminava la scena. L’allenatore era l’argentino Luis Antonio Carniglia, a cui, i primi giorni di marzo, subentrò Nils Liedholm, che aiutò il Diavolo a concludere il torneo in crescendo. Proprio agli sgoccioli di quel campionato, all’ultima giornata, la 34ma, il Milan giocò a Ferrara con la Spal. Finì 4-2 per i rossoneri: le marcature furono aperte e chiuse dal rossonero Paolo “Ciapina” Ferrario. Nel mezzo il gol di Altafini, l’autogol di un giocatore della Spal e le reti di Matassini e Novelli per i ferraresi (fra i quali c’era un…

Il Milan Primavera in finale di Coppa Italia, occhi su tanti talenti

Bellissima serata rossonera quella di ieri sera, quando abbiamo visto trionfare i ragazzini di mister Lupi in un campo difficilissimo come l’Atleti Azzurri d’Italia, dove l’Atalanta è stata battuta per 3 a 2. Il Milan Primavera accede così alla finale di Coppa Italia, dove incontrerà ad aprile il Torino in gare di andata e ritorno. Fortuna e sofferenza – Inevitabile la sofferenza iniziale, dal momento che l’Atalanta partiva con uno svantaggio di due gol, ma senza dubbio la fortuna era proprio dalla parte dei nostri, visto che Murati al 13’ pesca un clamoroso jolly da fuori area. L’Atalanta ha la forza di pareggiare e di rimettere sotto i rossoneri, i…

Gattuso – Montella, la sfida continua

Stessa rosa a disposizione, stessa stagione. Due allenatori diversi. Due rendimenti… per il momento simili. Se andiamo ad analizzare le prime 9 gare in campionato di entrambi, viene fuori il seguente bilancio parziale: Montella: 12 gol fatti, 13 subiti, 13 punti ottenuti. Gattuso: 11 gol fatti, 12 subiti, 15 punti ottenuti. I numeri dicono, dunque, che Gattuso è leggermente più concreto in termini di punti ottenuti, ma solo leggermente. Per il resto, attacco e difesa si sono comportate più o meno allo stesso modo, con differenze davvero minime. Troppo presto per dire che Gattuso abbia trovato il bandolo della matassa, troppo presto per rimpiangere il tecnico campano, ora sulla panchina…

Battuto il colpo Strinic, per l’estate tanti giovani sul taccuino

Il Milan, dopo una sessione di mercato invernale praticamente nulla, continua con assiduità a pensare al futuro, anche in virtù di un’estate, quella del 2017, che ha mostrato sin troppi fuochi d’artificio. Ora a Gattuso spetta il compito di valorizzare i tanti acquisti, alla dirigenza (in primis Mirabelli) quello di scovare talenti acquisibili ad un basso costo. Intanto sembra definito l’affare Strinic. Valida alternativa – Il Milan quindi chiude il primo colpo per il prossimo anno. Si tratta di Ivan Strinic, classe 1987, terzino sinistro della Sampdoria e della Croazia, ex Napoli, che a giugno si svincolerà dal club di Ferrero. Come riporta la Gazzetta dello Sport, il club di…

1-1 a Udine. Le pagelle di Suso e compagni

DONNARUMMA Voto 6+: solo al minuto 37 si accorge che la partita è cominciata parando su Lasagna. E’ pronto sulla testata di Jankto al minuto 68 e al 74 para di puro istinto in mischiona sotto misura. Lo batte Bonucci, il che è tutto dire. Peccato. ABATE Voto 6,5: terza prestazione di sostanza dell’Ignazio nostro, gagliardo e tosto. Attento e puntuale, al momento è una garanzia. BONUCCI Voto 6+: autoritario e sicuro al riparo, ma in sofferenza se si apre nello spazio. Sfortunato nell’azione del pari bianconero. ROMAGNOLI Voto 6: autore di una pregevole chiusura al minuto 30, è come una torre in un castello medioevale. CALABRIA Voto 5,5: stavolta un passo indietro.…

Udinese – Milan: tre punti per tornare a sognare

Oggi alla caccia della quarta vittoria consecutiva, che in casa Milan manca dai tempi di Seedorf. La gara sarà estremamente dura, visto che i rossoneri non godono di una buona tradizione al Friuli, soprattutto in tempi recenti: nelle ultime nove stagioni infatti, il Milan ha vinto solo due volte in casa dei bianconeri. Sarà importante sfatare questo tabù soprattutto in ottica classifica: dati gli stop di Samp e Inter non si potrà perdere occasione di accorciare in zona Europa. E perchè no, per tornare a sognare. Qui Milan – Pochi cambi per mister Gattuso. In difesa Calabria agirà sulla sinistra e sostituirà Ricardo Rodriguez, mentre Abate, Bonucci e Romagnoli completeranno…

Serie A: Milan terzo nella classifica dei corner

Secondo le statistiche della serie A, consultabili qui, il Milan è al terzo posto per numero di calci d’angolo ottenuti nel corrente campionato. Un altro dato, oltre a quello dei tiri, che testimonia la bontà del lavoro di Gattuso. Il calcio d’angolo, di per sè non vale nulla, ma se una squadra ne ottiene molti è perchè la sua pressione offensiva costringe i difensori avversari a salvarsi, appunto, spesso in calcio d’angolo. Ecco la classifica delle sei squadre che hanno battuto più corner finora: 170 Inter 159 Roma 144 Milan  138 Napoli 135 Fiorentina 131 Sampdoria

La strana vita dell’attacco rossonero

Anche il match di Coppa Italia con la Lazio ha messo in mostra ciò che si era già visto in precedenza, e cioè la grande differenza di forma che in questo momento stanno vivendo i nostri tre attaccanti, ricalcata anche dall’umore dei tifosi, per nulla clementi verso Kalinic e Andrè Silva, entusiasti invece dell’esplosività di Cutrone. Kalinic – Il croato è il grande flop del faraonico mercato rossonero: pagato 25 milioni circa, ma autore solo di 4 gol e tantissime occasioni sprecate. La partita simbolo quella interna col Torino, in cui la Sud, irritata per l’ennesima partita scialba, ha cominciato a fischiarlo e lui, al momento della sostituzione, ha risposto…

Calhanoglu, che topica! Romagnoli in affanno. Le pagelle del Milan

DONNARUMMA Voto 6+: attento sul rasoterra di Luis Felipe al minuto 11. Arpiona su Immobile al minuto 35 e su Milinkovic Savic al minuto 43. Rimedia all’errore di posizione di Romagnoli sempre su Immobile al minuto 61 e poi ancora al minuto 79 è attento sempre su Milinkovic Savic. ABATE Voto 6,5: attento da subito su chiunque passi dalle sue parti. Bella prestazione, di sostanza senza tralasciare la forma. Impiegato a ragion veduta può essere ancora utile. BONUCCI Voto 6+: rischia il meno possibile, cioè nulla, praticamente. ROMAGNOLI Voto 5,5: soffre Immobile sia nell’uno contro uno sia di testa come al minuto 61, quando, un passo di troppo in avanti,…

Milan – Lazio, semifinale di andata di C.Italia: le probabili formazioni

Non è la Champions e nemmeno l’Europa League, ma intorno alla partita di stasera una certa importanza c’è. Chi vince il doppio scontro potrà giocarsi la finale, e con essa la possibilità di alzare una coppa al cielo. Milan – Lazio vale molto per entrambe le squadre, ma forse ancora di più per il Milan, che dalla zona Champions è ora troppo distante. Da parte loro, i biancocelesti hanno dimostrato nel migliore dei modi quanto tengano a questa coppa, essendo arrivati in finale in più di una occasione nelle ultime edizioni. Sarà una Lazio diversa da quella vista nella recente sfida di campionato fra le due squadre. Prima di tutto…

Mission News Theme by Compete Themes.