Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Genoa – Milan: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 8: Determinante ai fini del risultato. Si esibisce in tre ottimi interventi nel primo tempo, ma il vero capolavoro lo compie sul bolide perfetto di Veloso. Abate 6,5: Inizia, bene, da terzino, poi per via dell’infortunio di Zapata si sposta al centro e vince il duello con Kouamè. Sempre affidabile il suo apporto. Zapata s.v.: Gioca solo una decina di minuti a causa di un problema muscolare. (Dal 12’ Conti 7: Dà qualità e grinta alla manovra. Suo l’assist per il gol di Borini. La sensazione è che per il Milan sarà un grande acquisto). Musacchio 6: Sicuro nel duello con gli attaccanti rossoblu. Non compie errori grossolani nonostante…

Pezzi di Milan in cerca di buonumore: la probabile formazione anti Genoa

La sagra rossonera degli infortunati, degli squalificati e dei scappati di casa si sposta a Genova, dove in un’orario insolito (per essere di lunedì), oggi pomeriggio alle ore 15.00 i liguri sfideranno la triste squadra di Gattuso. O quello che rimane. Assenti Calabria, Romagnoli, Kessie, Biglia, Bonaventura e Higuain ormai in partenza direzione Inghilterra (e nemmeno convocato per questa giornata), il Milan secondo le volontà del tecnico calabrese giocherà con Musacchio e Zapata al centro della difesa; in mezzo Bakayoko, il nuovo arrivato Paquetà e Calhanoglu. In attacco ci sarà Cutrone, supportato da Borini, che sembra essere preferito a Castillejo e dal rientrante, almeno lui, Suso. Il risultato di ieri…

Sconfitta a testa alta nel Gioiello Splendente di Gedda. Le pagelle di Zapata e compagni

DONNARUMMA Voto 6-: vede qualche pallone sfilare alto o uscire di poco. Bene in presa alta e con i piedi. Al minuto 58 respinge su CR7. Poteva fare meglio sul gol. CALABRIA Voto 6+: sbuffa sull’arrembante Alex Sandro ma appena può si sforza di salire. Coraggioso anche da centrocampista nel periodo di inferiorità numerica. ZAPATA Voto 6+: alla Juve manca la torre d’attacco e per lui è un vantaggio. Tiene bene la zona di competenza, gestisce bene la palla. Al minuto 30 sbaglia un appoggio di testa e concede un rischio ma si rifà al minuto 46 spazzando nell’area piccola. Bene anche stasera. ROMAGNOLI Voto 6: gioca con serenità senza…

Supercoppa Italiana: chi diventerà il re?

La Supercoppa Italiana è un dolce ricordo per i tifosi rossoneri, forse l’unico degli ultimi cinque o sei anni. Era infatti il 23 dicembre 2016 quando il Milan si aggiudicò la Coppa, proprio contro la Juventus, grazie al miracolo di Gigio Donnarumma sul rigore di Paulo Dybala. Sono passati poco più di due anni, di acqua sotto i ponti ne è passata e i cambiamenti sono stati parecchi. Allora sulla panchina del Diavolo siedeva Montella, mentre oggi troviamo Gattuso, nel 2016 il proprietario era ancora Silvio Berlusconi (fu il suo ultimo trofeo), mentre oggi abbiamo il fondo Elliott, in altre parole la famiglia Singer, l’amministratore delegato era Adriano Galliani, oggi…

Basta figuracce. Questa finale giochiamola degnamente

Sarò breve. Si può vincere e si può perdere. La sconfitta è perfettamente contemplata, nessuno pretende infatti che si debba per forza vincere. Ma c’è modo e modo di giocarsi una partita importante e il Milan di Gattuso ha già toppato in più di una occasione del genere. La tifoseria rossonera questi momenti li ricorda tutti perchè bruciano ancora. Vado a memoria, tanto per citarne tre: la pesantissima figuraccia nella finale di Coppa Italia (0-4), la (giusta) sconfitta di misura nel derby di ottobre con i cugini nerazzurri, quando per molti il Milan praticamente non giocò, direi io a causa di un’Inter ben più motivata e aggressiva. Infine, la recente…

Super Reina e doppio Cutrone, il Milan va avanti in Coppa Italia. Le pagelle

REINA Voto 7,5: l’inizio non sembra promettere nulla di buono, poi però emerge in tutto il suo valore e para tutto quello che c’è da parare su Ramirez, Ekdal, Kownacky (due volte). Arma in più nel ribaltamento dell’azione con i piedi. Non fa rimpiangere il più famoso collega. ABATE Voto 6+: prudente anziché no, sale una volta sola ma è sempre ben piazzato in difesa. ZAPATA Voto 6,5: da buon muratore contribuisce ad erigere il muro difensivo e perciò viene immediatamente contattato da Trump dopo la partita. Ancora una buona prestazione di sostanza. ROMAGNOLI Voto 6-: la chioma fluente lo tradisce qualche volta nel colpire, però alla lunga costringe Quagliarella…

Milan in stand by strategico, eppur si è fatto più di quel che sembra

In attesa dell’incontro di venerdì a Nyon con la Uefa, il Milan non può fare granchè dal punto di vista operativo ed è dunque costretto a rimandare ogni mossa importante di mercato. Anche se questo significa far passare il tempo perdendo occasioni, come lo stesso Leonardo ha ammesso ieri. Uno stand by strategico nella speranza di eventuali buone notizie provenienti da Nyon. Se non ci dovessero essere, Elliott potrebbe far causa alla Uefa. E non si tratta della sua prima causa legale, nè della più importante. Eppure, eppure, eppure.. qualcosa di rilevante, per quanto concerne il mercato, si è già fatto. Nelle ultime ore, la presentazione di Lucas Paquetà ha sancito quella che può ben…

Rumori molesti e silenzi assordanti

Torno a scrivere su questo blog dopo alcuni mesi dove sono stato molto occupato. Avevo lasciato un Milan sconfitto all’ultimo secondo nel derby e speravo di riprenderlo commentando notizie positive ma, invece, la situazione nei dintorni di via Aldo Rossi si fa sempre più misteriosa ed enigmatica. Iniziamo dal campo: l’ultima partita con la Spal ci ha portato una vittoria soffertissima dopo un mese da tragedia, un Higuain si spera ritrovato e un punto di distacco dall’agognato quarto posto. Al netto di ciò, la stagione finora la reputo ampiamente insufficiente: non approfittare delle incertezze di Roma, Lazio e Atalanta in campionato e farsi eliminare in modo vergognoso in un girone…

Calciomercato, si aprono le danze, ma per ora solo voci, Paquetà e speranze

A poche ore dall’apertura del calciomercato invernale, in casa Milan l’obiettivo è rinforzarsi.. con moderazione, causa FPF. Mentre Borini è ormai ai saluti (l’accordo con lo Shenzhen sembra cosa fatta) Leonardo segue con grande interesse il centrocampista del Sassuolo Sensi, che da molte settimane è fra i papabili ad indossare presto la casacca rossonera. Un elemento giovane (classe ’95) e di una certa qualità, che qualora dovesse davvero arrivare risulterebbe assai prezioso, in un reparto dove i muscoli ci sono, ma solo quelli. Parallelamente alla trattativa per Sensi, c’è (ci sarebbe) anche una trattativa più sotterranea per arrivare a Milinkovic Savic. Pochi giornalisti ne parlano, ma non mancano le persone…

Milan – Spal 2-1, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 7: Ancora una volta salva i suoi compagni dall’ennesimo passo falso. La parata su Petagna nel finale questa volta vale 3 punti. Abate 6,5: Ottima partita, grazie a continue sovrapposizioni in fase offensiva e una partita gagliarda in difesa dove concede poco o nulla agli avversari. Esce quando davvero non ne ha più. (Dal 62’ Calabria 6,5: Buona anche la sua prestazione. Dai suoi piedi nasce il gol di Higuain e sfiora anche la marcatura personale). Zapata 6,5: Torna in campo dopo il riposo di Frosinone e la sua presenza si fa sentire. Annulla Antenucci e Petagna senza troppi affanni. Romagnoli 6: Si fa beffare da Petagna ad inizio…

Questo Milan è da retrocessione

Tre punti in 4 partite, senza segnare neppure una volta nella porta avversaria. Numeri sconvolgenti, se si pensa che stiamo parlando di una squadra che sino a due giornate fa sostava solitaria in quarta posizione, principalmente per demerito degli avversari. La prestazione molle ed evanescente disputata contro il Frosinone ha messo in ulteriore evidenza tutta la mediocrità della rosa ma non solo: la demotivazione del solo fuoriclasse in campo, Gonzalo Higuain, appare conclamata e dopo ben 8 partite senza andare in gol, il suo riscatto al termine della stagione si può considerare poco probabile. Le responsabilità sono anche stavolta da suddividersi in maniera non equa tra le 3 parti in…

Frosinone – Milan 0-0, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 7: Come molto spesso accade è il migliore in campo e salva il risultato in almeno tre occasioni. In un Milan che cade a picco è lui l’unico motivo per sorridere. Calabria 6: Il terzino non demerita, anzi ad inizio gara regala un bel pallone per Cutrone. Per il resto prestazione senza infamia e senza lode. (Dal 74’ Conti 6: Comincia ad assaggiare il campo dopo mesi di inattività. Cerca di darsi da fare con qualche accelerata). Musacchio 5,5: Ritorna a battagliare dopo l’infortunio. Prestazione sufficiente, tuttavia sul gol di Ciano (annullato) non è esente da colpe. Romagnoli 5,5: Gli avversari non sono un granché ma lui è meno…

Higuain crisi nera, le pagelle del Milan

DONNARUMMA Primo tempo S.V.: spettatore non pagante. Secondo tempo S.V.: senza colpe sul gol della Viola. ABATE Primo tempo voto 6+: buona partita difensiva. Secondo tempo voto 6: non fa niente di brutto né di particolarmente bello. ZAPATA Primo tempo voto 6,5: buona gestione della palla. Secondo tempo voto 6,5: sicuro e preciso, conferma di attraversare un buon momento. La sconfitta non è colpa sua. ROMAGNOLI Primo tempo voto 6: guardingo anziché no. Secondo tempo voto 6: assiste anche lui senza poter fare nulla al patatrac finale. RODRIGUEZ Primo tempo voto 6,5: stranamente tra i migliori (o i meno peggiori, se volete). Impegna severamente Lafont al minuto 30 su tiro…

Milan-Fiorentina, le formazioni ufficiali

Se fra Milan e Fiorentina oggi pomeriggio ci scapperà un pareggio, non ci sarà nulla di sorprendente (del resto entrambe le squadre tendono spesso al pareggio, avendo pareggiato 6 e 7 volte). Ma se proprio qualcuno si stupirà, si tratterà di chi pensa che la Viola avrà vita facilissima contro un Milan falcidiato dalle assenze per infortunio e dalle squalifiche. Talmente falcidiato che Gattuso farà molta fatica ad allestire un 11 decente, o forse la missione è proprio impossibile. Lo sapremo presto. Per gli ospiti si tratta di una ghiotta occasione per risalire la classifica verso livelli più consoni al blasone del Giglio. Mister Pioli ha la squadra interamente a…

Bologna-Milan 0-0, le pagelle dei rossoneri

DONNARUMMA Primo tempo 6,5: pronto anche quando non serve. Attentissimo nel seguire lo sviluppo dell’azione, al minuto 35 si distingue nel ruolo di libero vecchia maniera. Secondo tempo 6: qualche patema d’animo nel finale concitato, in particolare su una mischia a 30cm dalla linea di porta. CALABRIA Primo tempo voto 6+: parte lancia in resta che sembra motivato, alla ricerca del fondo e di qualche bel cross che però non trova. Si becca un giallo per colpe non sue. Secondo tempo voto 6: continua come nel primo tempo ma per forza d’inerzia. Il binario di destra stasera è morto. ZAPATA Primo tempo voto 6,5: conferma le buone prestazioni recenti. Lotta…

Mission News Theme by Compete Themes.